Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Venerdì 21 giugno 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 20/06/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Webcam

www.meteogiuliacci.it

21/06/24, ore 16:32

Temperatura: 27.0°C
Umidità relativa: 75%
Pressione: 1010.8mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

21/06/24, ore 16:51

Temperatura: 22.4°C
Umidità relativa: 83%
Pressione: 1011.8mB
Servizi Prima Pagina in *Evidenza*
   
  In diretta dalla Lombardia tutti i dati rilevati dalle stazioni meteorologiche
della Rete CML Online.
  :: Cartina sinottica
REALTIME
  :: Accesso ai dati
delle singole stazioni
*** servizio attivo 24 ore su 24 ***
   
  Analisi sinottica e tempo previsto in Lombardia
per i tre giorni successivi.
Emesso tutti i giorni feriali
a cura del team previsori.
    :: Bollettino Meteo
Ultima emissione:
venerdì 21 giugno 2024
a cura di Tommaso Grieco
   
  Rilevamento radar delle precipitazioni in corso: uno strumento indispensabile per monitorare il tempo in atto e non farsi cogliere alla sprovvista.
  :: Animazione Radar
   
  La situazione osservata dall'alto: il più classico degli strumenti di monitoraggio, insostituibile colpo d'occhio sulle condizioni atmosferiche d'insieme.
  :: Animazione Sat
   
  Sistema automatico di informazione meteo, con avvisi programmabili dall'utente, basato sull'app di messaggistica istantanea "Telegram".
  :: Tutti i dettagli QUI
   
  Sguardo al meteo della settimana precedente: un quadro riassuntivo degli episodi salienti, con le foto più spettacolari e gli spunti didattici sul tempo che ha fatto e perché.

Ultima edizione  ::  Archivio storico
   
  Elaborazioni cartografiche esclusive sulle condizioni climatiche mensili e stagionali, nonché di episodi di particolare interesse microclimatico.
  :: Analisi mensili
  :: Climatologia
   
  Temperature minime, massime e precipitazioni giornaliere registrate dalle stazioni ufficiali CML e da quelle convenzionate al nostro Centro.

Dati aggiornati
al 20/6/2024

:: Tabella riassuntiva
in formato testuale
10 giugno - Un po' di stabilità prima di nuovi temporali
Lunedì 10 giugno - ore 14.00


Venerdì 7 giugno - Con 3 settimane di ritardo - avrebbe dovuto essere percorribile dal 17 maggio per la successiva tappa del giro d'Italia del 20 maggio - causa neve abbondante e pericolo valanghe e slavine ha finalmente riaperto il Passo dello Stelvio, la strada carrozzabile che raggiunge la quota più alta (2758 metri) in Italia. Foto by Piermario Silva

  

Buona giornata a tutti i meteoappassionati e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina".

Con giugno siamo entrati nell'estate meteorologica - che si differenzia dall'estate astronomica che inizierà giovedì 20 giugno con il solstizio d'estate - ma il tempo sulla nostra regione continua ad essere caratterizzato dall'assenza di una salda figura anticiclonica che possa garantire tempo stabile e soleggiato quanto meno per come l'abbiamo conosciuta negli ultimi anni; nell'ultima settimana abbiamo infatti visto il passaggio di promontori anticiclonici mobili piuttosto rapidi e sempre accompagnati da instabilità latente che producono alcune ore di sole ma anche tanta nuvolosità a volte cumuliforme o a volte stratiforme che di fatto ci impediscono di poter dire avere avuto una giornata soleggiata e serena nell'arco delle 24h.

In quota infatti - ovvero laddove si decidono quasi sempre le sorti del tempo soprattutto nel semestre caldo - continua un afflusso di masse d'aria umide foriere di nubi, a volte associate a piogge, rovesci e temporali a volte sterili ma compatte a formare un'atmosfera quasi autunnale se non fosse per il termometro che ci ricorda in quale mese dell'anno siamo.

Nei prossimi giorni la "storia" del tempo sulla nostra regione non pare voglia cambiare, anzi proprio in queste ore si sta organizzando un braccio di ferro fra due titani del tempo meteorologico, ovvero una discesa meridiana di aria artica (con valori di 7/8°C a 1500 metri di quota) che andrà ad appoggiarsi sul versante nord delle Alpi scontrandosi con una massa d'aria rovente (nell'ordine di 28/30°C a 1500 metri di quota) che da un paio di giorni ha preso possesso del sud Italia e della parte meridionale dei Balcani; ebbene lungo l'area di contatto tra queste due masse d'aria dalle caratteristiche molto diverse è probabile si origineranno fenomeni temporaleschi intensi caratterizzati da molta pioggia, colpi di vento, grandinate anche di una certa consistenza in diametro e dimensioni e tutto il corollario che abbiamo ben sperimentato l'anno passato tra fine giugno e metà luglio.

Individuare con precisione dove tali fenomeni saranno più intensi è opera alquanto difficile se non impossibile, è comunque possibile individuare aree a maggiore probabilità durante i vari passaggi che da qui a giovedì saranno almeno 3 se non quattro. Il primo tra domenica sera e lunedì notte/mattina potrebbe essere quello più intenso giacché si inserisce in una situazione preesistente caratterizzata da una massa d'aria assai calda e umida e particolarmente predisposta ai moti verticali una volta che il "tappo" di relativa stabilità degli ultimi giorni venga rimosso. Avremo poi altri 2/3 passaggi in corrispondenza del declinare del giorno verso la notte di lunedì, martedì e mercoledì per poi avere forse un paio di giorni relativamente tranquilli in attesa di una possibile ma da verificare con i prossimi aggiornamenti dei modelli di previsione, ripresa dell'instabilità il prossimo fine settimana. Di certo un anticiclone solido di quelli che ci fanno boccheggiare e che non producono una nuvola neanche a sognarla non è alle viste per i prossimi 7/8/10 giorni.

Ma ripercorriamo la cronologia degli eventi meteorologici di questa ultima settimana.

Lunedì 3 giugno: nella notte ed al mattino nuvolosità compatta su tutta la regione con piogge e qualche rovescio moderato sulla parte orientale della regione con accumuli fino a  15/18mm; in giornata lenta ma progressiva diminuzione della nuvolosità fino a cielo poco nuvoloso in tarda serata. Temperature minime in pianura comprese tra 13°C e 16°C e temperature massime comprese tra 23°C e 26°C.

Martedì 4 giugno: nella notte ed al mattino scarsa nuvolosità ovunque salvo velature di passaggio, dal primo pomeriggio rapido sviluppo di nubi cumuliformi in particolare sui rilievi con rovesci e temporali diffusi in particolare su Prealpi e fascia pedemontana con accumuli localmente fino a 35/40mm, in serata residua nuvolosità associata a deboli e locali celle temporalesche tra pedemontana e alta pianura centro orientale. Temperature minime comprese tra 12°C e 17°C e temperature massime comprese tra 23°C e 28°C.

Mercoledì 5 giugno: nella notte nuvolosità irregolare associata a qualche breve rovescio essenzialmente sulla fascia pedemontana centro-occidentale con modesti accumuli fino a 7/8mm, in giornata prevalenza di cielo poco nuvoloso ma in serata e in particolare dopo il tramonto passaggi nuvolosi da ovest ma senza precipitazioni. Temperature minime comprese tra 14°C e 18°C e temperature massime comprese tra 25°C e 29°C.

Giovedì 6 giugno: flusso di correnti occidentali per tutto il giorno con alternanza di annuvolamenti, con solo qualche debole pioggia o pioviggine sulle zone pedemontane, e schiarite con aumento delle temperature con valori massimi prossimi ai 30°C soprattutto sulla fascia di pianura orientale mentre ad ovest maggiore copertura nuvolosa ha permesso di contenere i valori massimi entro i 27/28°C.

Venerdì 7 giugno: ancora prevalenza di correnti occidentali con alternanza di schiarite ed annuvolamenti pur tutta la giornata con maggiori schiarite sui settori orientali nelle ore centrali e pomeridiane. Nessuna precipitazione di rilievo, temperature minime comprese tra 15°C e 20°C e temperature massime comprese tra 26°C e 31°C.

Sabato 8 giugno: nuvolosità irregolare su tutta la regione per tutto il giorno con fenomeni temporaleschi concentrati sulle zone alpine con accumuli fino a 15/20mm; sulle zone prealpine e pedemontane brevi rovesci con elevata concentrazione di polvere sabbiosa ma accumuli scarsi mai superiori a 2/3mm. Temperature minime comprese tra 17°C e 22°c e temperature massime comprese tra 26°C e 30°C.

Domenica 9 giugno: prima parte di giornata all'insegna di nuvole e parziali schiarite, dal pomeriggio nuvolosità in aumento e primi focolai temporaleschi a partire da metà pomeriggio dapprima sul Verbano e in Oltrepo e poi verso il Bergamasco in rapida estensione a quasi tutta la regione con piogge abbondanti e temporali di una certa intensità ma senza grandine. Accumuli fino a 80/85mm su Comasco e Bresciano, temperature minime comprese tra 16°C e 21°C e temperature massime comprese tra 26°C e 29°C.

Per la nuova settimana come anticipato nella parte iniziale rovesci e temporali non mancheranno almeno fino a mercoledì con associata progressiva diminuzione delle temperature, a seguire dovremmo poi avere un paio di giornate con prevalenza di sole in attesa di un possibile peggioramento (da verificare) delle condizioni meteorologiche nel prossimo fine settimana.

Come sempre potrete tenere monitorata la situazione del tempo dei prossimi giorni consultando gli aggiornamenti quotidiani del nostro Bollettino di Previsione, oltre le non brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.
 
L'appuntamento con la nuova edizione della Prima Pagina è invece fissato per il prossimo fine settimana.

                                        Livio Perego - Staff CML
Ultimi contenuti inseriti
Home - 10 giugno - Un po' di stabilità prima di nuovi tem..
Archivio - 2 Giugno - Ancora occasioni piovose
Archivio - 26 Maggio - L'instabilità spadroneggia
Archivio - 22 Maggio - 2024 piovoso come il 2014?
Archivio - 13 maggio - Stagione calda che non decolla
Archivio - 29 Aprile - April, apriletto, un dì freddo un dì c..
Archivio - 22 aprile - Dall'estate all'inverno in sette giorn..
Archivio - 17 Aprile - Ondata di caldo precoce
Archivio - 1 Aprile - Fase primaverile turbolenta -
Archivio - 26 marzo - Vagiti primaverili
Nuove stazioni
Stazioni - Strozza
Stazioni - Cassolnovo
Stazioni - Cesano Maderno
Stazioni - Alpe Giumello
Stazioni - Milano Selvanesco
Stazioni - Mezzanino
Stazioni - Buccinasco Romano Banco
Stazioni - Costa Serina loc. Ascensione
Stazioni - Milano Quarto Oggiaro
Stazioni - Dalmine
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo ETS (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo ETS - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI