Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sul microclima della Lombardia
.: Sabato 23 agosto 2014 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Situazione Attuale:
Cerca: Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Stazioni Online
Estremi 22/08/2014
Meteoforum
Webcam
Associazione
Contatti

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

23/8/14, ore 5:19

Temperatura: 20.3°C
Umidità relativa: 81%
Pressione: 1012.1mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

23/08/14, ore 5.29

Temperatura: 18.2°C
Umidità relativa: 87%
Pressione: 1013.1mB
Servizi Prima Pagina in *Evidenza*
   
  In diretta dalla Lombardia tutti i dati rilevati dalle stazioni meteorologiche
della Rete CML Online.
  :: Cartina sinottica
REALTIME
  :: Accesso ai dati
delle singole stazioni
*** servizio attivo 24 ore su 24 ***
   
  Temperature minime, massime e precipitazioni giornaliere registrate dalle stazioni ufficiali CML e da quelle convenzionate al nostro Centro.

Dati aggiornati
al 21/8/2014

:: Tabella riassuntiva
in formato testuale
   
  Analisi sinottica e tempo previsto in Lombardia
per i tre giorni successivi.
Emesso tutti i giorni feriali
a cura del Team di
previsori CML.
    :: Bollettino Meteo
Ultima emissione:
sabato 23 agosto 2014
a cura di Fulvio Piazza
   
  Online dal novembre 2000,
il Forum di discussione è il punto di riferimento per
tutti i meteo appassionati che seguono il CML.
  :: Discussioni generali sulla meteorologia
  :: Sezione dedicata alla
strumentazione meteo
La "neve" di Ferragosto
Domenica 17 agosto 2014 - ore 18:00

 
 
 


Didascalia immagini. Venerdì 15 agosto - Risveglio "bianco" per gli abitanti di Oggiono (Lc); ovviamente non si tratta di neve ma di grandine, caduta abbondante ed in modo anche un po' inaspettato durante un violento temporale poco dopo le h.7.00 del mattino. Nell’immagine di sinistra è raffigurata la centralissima piazza Manzoni completamente imbiancata. Fonte: www.lecconews.it. Nell’immagine di destra invece vediamo gli imponenti cumuli di grandine ammassati dai mezzi "spalanevve" intervenuti nella frazione Oggionese di Peslago per liberare le strade dalla coltre di ghiaccio. Foto by Mauro Ghezzi.
  

Buona serata a tutti i meteoappassionati dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina"!

La settimana centrale delle vacanze degli italiani si è presentata ancora una volta funestata dal maltempo e dai temporali che non hanno risparmiato gran parte della Lombardia per tutta la settimana con l'apice proprio la giornata di Ferragosto quando una serie di temporali hanno colpito molte zone con annesse alcune grandinate, tanto violente ed abbondanti da sembrare una vera e propria nevicata e con un marcato calo delle temperature tanto che molti al risveglio hanno pensato di essere stati catapultati improvvisamente ad una mattina di fine settembre.

Un'incursione di aria fredda in quota pilotata da un vortice di bassa pressione posizionato tra le isole Britanniche e la Francia ha interagito ancora una volta con l'aria calda e molto umida presente sulla pianura padana scatenando i violenti temporali.

Sebbene non con l'intensità palesata la mattina di Ferragosto, i temporali sono stati purtroppo ancora una volta i veri protagonisti del tempo della settimana; ogni giorno infatti non hanno mancato di scatenarsi a turno un po' su tutte le province lombarde, talvolta con accumuli importanti e intensità elevate provocando disagi alla popolazione  ed alla circolazione stradale.

In particolare segnaliamo l'evento temporalesco della serata di martedì 12 che ha colpito la Brianza Lecchese con epicentro i comuni di Barzago (caduti 75mm di pioggia), Garlate (69mm) e Galbiate (64mm) che ha provocato l'esondazione di alcuni torrenti che scendono dal Monte Barro con conseguenti allagamenti sia sul lato orientale tra Olginate, Garlate e Pescate sia sul lato occidentale tra Oggiono, Sala al Barro ed Ello ed il necessario intervento di Vigili del Fuoco e Protezione Civile per il ripristino delle strutture coinvolte.

Il secondo evento degno di nota è il sistema temporalesco che si è sviluppato la mattina di venerdì 15, giorno di Ferragosto, e che merita una descrizione più approfondita. Esso infatti si è generato alle prime luci dell'alba tra il Varesotto ed il Comasco come un normale temporale estivo dovuto alla convergenza fra venti freschi e secchi in discesa dalle Alpi e i venti caldi ed umidi in risalita dall'Adriatico verso la Pianura Padana. Ben presto il temporale si è evoluto in un sistema multicellulare che ha iniziato a spostarsi verso est; le prime copiose grandinate hanno colpito le zone ad ovest di Como, poi si sono trasferite verso l'Erbese dove hanno iniziato ad accumulare alcuni cm su prati, tetti e strade creando i primi problemi alla viabilità. L'apice dell'intensità è stato raggiunto in alcuni comuni della provincia di Lecco, in particolare Oggiono, Dolzago, Molteno e Sirone, quì la grandine ha raggiunto in alcuni punti anche i 15/20cm di spessore e complici avvallamenti, pendenze e conformazione del terreno gli accumuli hanno raggiunto in alcuni punti anche i 50cm tanto da rendere necessario l'intervento dei mezzi normalmente utilizzati per spalare la neve in inverno, il tutto nell'arco di soli 15/20 minuti. 

Il paesaggio si è quindi colorato di bianco come ben mostrano le foto a corredo di questo articolo ed inevitabili sono stati i problemi ed i disagi con la circolazione stradale bloccata, cantine e box allagati o rampe inagibili per lo spesso manto ghiacciato, le coltivazioni di mais ridotte ad uno scheletro e molte piante ed arbusti in tutto o in parte defogliate dall'intensità della grandine.

Il sistema ha poi proseguito la sua corsa lungo tutta la fascia pedemontana fino al Garda, colpendo in seguito l'imbocco della Val Seriana ad Alzano Lombardo (Bg) anche qui con una copiosa grandinata e poi ancora nel Bresciano dove sono state segnalate numerose grandinate seppur di intensità minore man mano che il sistema perdeva potenza.

Notevolissimo anche il calo delle temperature a seguito del passaggio del sistema con molte località che hanno segnato valori intorno agli 11°C/12°C e ancora nel primo pomeriggio, quando il sole ha poi fatto capolino tra le nubi, con valori ancora al di sotto dei 20°C.


La zona del Lecchese è quindi stata colpita in modo violento ben 3 volte nel giro di soli 5 giorni; la prima volta nella notte tra sabato 9 e domenica 10 con un microburst che aveva abbattuto numerosi alberi in alcuni rioni del capoluogo Lecco già descritto nella scorsa edizione della Prima Pagina, poi martedì 12 con il violento temporale che ha provocato l'esondazione di alcuni corsi d'acqua ai piedi del Monte Barro ed infine con la violenta grandinata della mattina di Ferragosto nell'Oggionese.

La situazione meteorologica è cambiata verso il bello stabile nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 anche se le temperature non sono state certo quelle tipiche Ferragostane; al mattino si sono registrate temperature minime ben al di sotto dei 15°C con punte addirittura verso i 10°C/11°C e perfino sottozero ( -1.9°C) come a Livigno la mattina di domenica mentre le temperature massime hanno superato i 25°C solo sulle zone di pianura mentre sulle zone pedemontane, la zona dei laghi e la Valtellina sono rimaste al di sotto di tale valore.

I prossimi giorni il tempo dovrebbe inoltre peggiorare nuovamente ed in particolare martedì 19 e mercoledì 20 nuovi fenomeni temporaleschi colpiranno molte zone lombarde ed in particolare le zone pedemontane, prealpine ed alpine

Pertanto per scoprire come evolverà il tempo potrete tenervi aggiornati come sempre seguendo il nostro Bollettino di Previsione, i vari commenti degli esperti e degli appassionati sul nostro Forum e brevi analisi e dettagli sulle situazioni più curiose e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.
 
Buona settimana e appuntamento tra sette giuorni con una nuova edizione della Prima Pagina


 Livio Perego - Staff CML
 
Link Sponsorizzati
Sostieni il CML
Ultimi contenuti inseriti
Mappe - LUGLIO 2014: mappe climatiche
Home - La "neve" di Ferragosto
Reportage - Nevicata del 1985 a Villa Guardia (CO) - parte 4
Reportage - Nevicata del 1985 a Villa Guardia (CO) - parte 3
Reportage - Nevicata del 1985 a Villa Guardia (CO) - parte 2
Reportage - Nevicata del 1985 a Villa Guardia (CO) - parte 1
Articoli - Il commento meteo-climatico al mese di FEBBRAIO 20..
Mappe - L’intenso nubifragio dell’8 luglio 2014 su Comasco..
Mappe - GIUGNO 2014: mappe climatiche
Mappe - Gli estesi nubifragi del 25 Giugno 2014
Nuove stazioni
Stazioni - Porlezza
Stazioni - San Martino dall'Argine
Stazioni - Casalpusterlengo
Stazioni - Sondrio
Stazioni - Cambiò di Gambarana
Stazioni - Toscolano Maderno
Stazioni - Parasacco di Zerbolò
Stazioni - Ponte San Pietro
Stazioni - Berbenno
Stazioni - San Pellegrino Terme
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2014 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookies. Clicca qui per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 - Email: