Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Venerdì 6 dicembre 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 05/12/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

6/12/19, ore 5:14

Temperatura: 3.8°C
Umidità relativa: 81%
Pressione: 1025.85mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

06/12/19, ore 5.21

Temperatura: 1.7°C
Umidità relativa: 91%
Pressione: 1026.9mB
14 Gennaio 2011: la nebbia nel Lecchese   Inserito il› 24/01/2011 21.42.12
 
 
Dopo il moderato peggioramento piovoso che coinvolge la nostra regione subito dopo l’Epifania, il tempo sull’Europa cambia in maniera radicale e gli effetti di questo nuovo “pattern configurativo”  non tardano a manifestarsi sull’Italia e naturalmente anche sulla Lombardia.

Il 10 Gennaio cadono le ultime piogge sulla nostra Regione, mentre la perturbazione che ci ha interessato si sposta lentamente verso Est Nord-Est, lasciando tuttavia ancora i cieli coperti per il giorno 11. Intanto, in pieno Oceano Atlantico, si approfondisce una vasta depressione che si estende  dall’Islanda fin verso le Isole Azzorre. Sul bordo Orientale di questa figura barica masse d’aria molto tiepida Subtropicale cominciano a fluire verso Nord-Est, alimentando e rafforzando gradualmente una cellula di Alta Pressione che si consolida ed estende la sua influenza su tutto il bacino del Mediterraneo Centro-Occidentale. 
Questa figura anticiclonica è contraddistinta da valori di Geopotenziale ragguardevoli per la stagione e da termiche alle medie ed alte quote che si mostrano più consone alla stagione primaverile che a quella invernale.
 
 
Dal 12 Gennaio anche la nostra regione si trova sotto l’influenza della campana anticiclonica subtropicale. La pressione aumenta considerevolmente e le temperature alle quote isobariche di 850 e 500 hpa salgono decisamente. La ventilazione al suolo è quasi del tutto assente e l’umidità relativa registra valori elevatissimi in tutte le nostre stazioni di rilevamento site tra la pianura e i 300/400 metri di quota (a causa anche dei terreni intrisi della pioggia caduta nei giorni precedenti). Al di sopra” il coperchio anticiclonico fa il suo dovere “, le termiche sono più elevate e l’umidità decresce rapidamente. L’alta pressione “avvita” le masse d’aria e le comprime dagli strati alti dell’atmosfera verso il suolo “imprigionando” l’aria fredda e l’umidità proprio negli strati più prossimi al terreno.
 
 
Si sono ormai create le condizioni ideali per la formazione di una poderosa inversione termica tipica delle situazioni anticicloniche invernali sulla Pianura Padana.

La   protagonista   assoluta  dei  giorni  successivi  sarà  dunque   la nebbia   che   si   estenderà   su   tutta   la  Pianura    Padana  e persino ad interessare gran parte delle zone prealpine, spingendosi addirittura a coprire con la sua livrea grigia i solchi dei Laghi Lombardi e le valli più interne ( ad es. il giorno 14 la nebbia raggiungerà persino Sondrio e Tirano in Valtellina ). Fatto questo piuttosto raro e che si verifica quando deboli correnti meridionali avvettano la nebbia da Sud, trasportandola verso i contrafforti Prealpini. Inoltre l’inversione termica è così ben strutturata da inibire la formazione delle brezze di monte e di lago,le quali, altrimenti, dissiperebbero in brevissimo tempo anche la nebbia più “ostinata”.

Questo Reportage è un vero e proprio Inno alla "Dama Grigia", ma anche all’autore di queste meravigliose fotografie (Stefano Anghileri) che mostrano la nebbia in tutto il suo fascino ed in tutte le sue sfumature in una zona, quella delle Prealpi lecchesi e del Lario, certamente non abituata alla presenza di questa particolare Idrometeora.

Vi lascio ora alle immagini di un mondo magico e fatato. Chiudete gli occhi per un attimo e lasciatevi trasportare lassù nell’aria limpida e negli sconfinati spazi della montagna. Più giù la nebbia, la regina incontrastata di queste giornate, la Dama Grigia, avvolge con una coperta multicolore tutto un altro mondo. Buon viaggio!!
 
 
 
 Fotografie di Stefano Anghileri         
 Testo di Mauro Corti                         
 Impaginazione di Matteo Dei Cas      

  
 

 
 
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI