Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 25 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 24/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

25/11/17, ore 2:28

Temperatura: 9.4°C
Umidità relativa: 94%
Pressione: 1018.9mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

25/11/17, ore 2.35

Temperatura: 8.8°C
Umidità relativa: 91%
Pressione: 1019.4mB
La neve del 5-7 febbraio 2015 - 2a parte   Inserito il› 23/06/2016 17.21.38
 

Analisi della nevicata del 5-7 febbraio 2015 a Briona (NO)
a cura di Luca Dal Bello
 
Già nei giorni precedenti la neve era caduta su Briona, seppur con effetti piuttosto modesti (2 cm tra il 29 e il 30 gennaio e un altro cm scarso la mattina del 3 febbraio).
Per i giorni 5-6 era atteso il peggioramento più intenso della serie, ma, come spesso avviene in presenza di minimi troppo bassi e profondi, non sembrava “roba” per il novarese. Sì, una spruzzatina poteva anche essere preventivabile, ma non ci riponevo troppe speranze, anche perché la maggior parte dei LAM mi vedeva fuori dai giochi. E invece, in qualche modo, è riuscita a saltare fuori la nevicata più intensa di questo triennio di “vacche magre”. Descrivo in breve quella due-giorni nevosa, inaspettata e, forse anche per questo, particolarmente piacevole.

Le prime precipitazioni, piovose, si verificano a partire dalla tarda serata del 4 febbraio con una T fissa sui +5, lontanissima dalla soglia-neve.
Mi sveglio la mattina del 5 sotto la pioggia e noto che c’è stato un marcato calo termico (+2.8); ma era previsto dai modelli e non mi stupisco. Mentre mi reco a Novara per un impegno di lavoro in Archivio di stato, noto che sul parabrezza si schiantano alcuni fiocchi fradicissimi, segno che in quota stava entrando aria fredda e che le precipitazioni iniziavano a rovesciarla al suolo.
Arrivato sul posto, posteggio la macchina in via San Francesco e faccio la salitina che mi porta sul baluardo… proprio mentre percorro quei 300 m che mi separano dalla meta, noto veri e propri fiocchi cadere in mezzo alle gocce di pioggia, arrivati così… dal nulla.
Buon segno, anche se sono ancora scettico.

Mi metto lì a lavorare sui faldoni (stavo facendo una ricerca sulla storia del Collegio Gallarini che mi avevano commissionato) quando alzo lo sguardo verso la finestra e vedo che la precipitazione è diventata interamente nevosa…toh, che sorpresa.
Il cuore inizia a battermi forte e la concentrazione su quello che sto facendo, scompare. Un meteo-appassionato capirà: il momento di maggior tensione è quello che accompagna la trasformazione della pioggia in neve, quando si mette a pregare con tutto se stesso che inizi a imbiancare, ma nel contempo ha paura che ritorni a piovere mestamente (e succede spesso, specie ultimamente). E invece, con il passare del tempo, la neve si intensifica e le superfici cangiano colore: prima i tetti e le auto, poi le superfici erbose.
Il tutto avviene mentre sono costretto a concentrarmi su un documento di fine Seicento, quando Novara era sotto la dominazione spagnola, che è un misto di tardo latino – dialetto milanese e termini spagnoleggianti.
Finalmente, dopo un’eternità, arriva il mezzogiorno e posso uscire.

Prendo e mi dirigo verso il castello sforzesco. Siamo alle battute iniziali della nevicata.
Telefono a casa sperando che stia nevicando anche a Briona. Quando mia mamma mi risponde “ha iniziato da poco ma imbianca” il mio gaudio triplica!!
Ecco una foto della giornata. Un omaggio alla neve cittadina:


Parco dell’Allea

Proprio mentre mi dirigo verso casa la nevicata ingrana la quinta: la strada statale è già un pastrocchio e la campagna è tutta imbiancata.
Le nevicate che fanno sul serio sono così: anche in pieno giorno attaccano sull’asfalto delle strade trafficate e non importa che sia gennaio o marzo. Se deve nevicare sul serio, nevica senza troppe “storie”. Forse sarò sbrigativo, ma la penso così!
Bene, arrivo a casa e decido di compiere il mio immancabile giretto sotto la neve.
La temperatura è di 0.5 e siamo nelle ore centrali del giorno. Ormai è fatta...si tratta solo di sperare che la neve vada avanti il più possibile.


Uno dei cascinali della zona


Vista dal parco comunale verso il campanile e il castello


I primi pendii collinari a monte di Briona

Nevica intensamente fin verso le 17, poi la neve si indebolisce e “tossisce” attraversando fasi di stanca, a nuovi rovesci moderati. Nel frattempo i primi 6-7 cm ci sono tutti. Sento anche un rombo di motore inconfondibile con annesso avvisatore acustico: si tratta dello spazzaneve comunale, che non entrava in azione da ben due anni… che piacere rivederlo!


L’orto di casa e la centralina meteo sullo sfondo

Alle 19 i fiocchi improvvisamente si fanno più bagnati e iniziano a cadere come missili, facendomi temere un imminente passaggio a pioggia. Ma non è finita.
Nuovi nuclei risalgono da SE e colpiscono in pieno la mia zona. Dopo le 20 ritorna a nevicare e ad accumulare nuovamente.

Per tutta la serata la neve cade intensamente e lo spessore al suolo torna ad aumentare.
Decido quindi di “concedermi” un secondo giro per il paese, avventurandomi anche nelle strade di campagna.


Il paese di sera


Qualche sconsiderato ha rovinato la perfezione del candido manto! :-P


Il mio orto sotto la fitta nevicata

L’accumulo di mezzanotte dice: 11 cm.
Ne cadrà un altro paio durante la notte, caratterizzata da cadute di neve deboli e intermittenti, che porta quindi il totale a 13 cm, prima del passaggio definitivo a pioggia, che avviene in tarda nottata. Si tratta della la nevicata più intensa dopo quella del 14-15 dicembre 2012 per Briona, che ebbe esattamente lo stesso accumulo.


La tenuta del castello


Dettaglio della mia mattonella intorno allo stagno con l’accumulo nevoso

Questa storia ha anche un epilogo che ricordo con molto piacere.
Quella sera (6 febbraio) ho partecipato a una pizzata di meteo-appassionati dell’ovest Lombardia, presso Saronno.
Ci si aspettava una ripresa delle nevicate, causata da un nuovo afflusso freddo da est. Purtroppo la nevicata non si è verificata, ma ad ogni modo abbiamo passato tutta la serata è passata a commentare tutti insieme cartine, LAM, modelli, radar sperando che tornasse a nevicare (a dir la verità ogni tanto tornava a comparire qualche fiocco fradicio nella pioggia). E ci siamo anche scambiati i nostri racconti e le nostre emozioni provate durante la neve delle ore precedenti.
Insomma, una due-giorni indimenticabile, di quelle che noi “nivofili” vorremmo vivere più spesso di quanto non stia accadendo in questi anni.


 
 
Prec. Succ.
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI