Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Mercoledì 20 marzo 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 19/03/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

20/3/19, ore 16:09

Temperatura: 14.3°C
Umidità relativa: 38%
Pressione: 1028.49mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

20/03/19, ore 16.09

Temperatura: 14.3°C
Umidità relativa: 34%
Pressione: 1028.4mB
Il commento meteo-climatico al mese di MAGGIO 2008 (1ª parte)   Inserito il› 24/07/2008 18.30.40
2ª parte: Temperature e precipitazioni


Maggio 2008 è stato caratterizzato quasi ovunque da temperature leggermente oltre la media e da precipitazioni in genere al di sopra della media.  
La tabella sottostante ci permette di gettare un rapido sguardo sull’andamento termico di gran parte della regione, arricchito grazie alla disponibilità della serie storica di una nuova località della Lombardia Orientale: BRESCIA-Ronchi.

 Località  Zona Geografica
 scarto dalla media
 Rango percentile
 Varese-C.G.P.
 Prealpi Occidentali
+1,0°C  68 (nella norma) 
 Milano-S.Leonardo Media pianura Ovest  +0,2°C  38 (nella norma) 
 Spessa Po (PV)
Bassa pianura Ovest   -0,5°C 27 (nella norma) 
 Olmo al Brembo (BG)
Prealpi centrali   +1,9°C  81 (caldo)
 Brescia-Ronchi  Prealpi orientali
 +0,6°C 62 (nella norma) 
 Ghedi (BS)
 Media pianura Est
 +1,3°C  80 (caldo)

L’area delle Prealpi centrali e della media pianura Est hanno rilevato valori termici più caldi rispetto alla norma con scarti positivi compresi tra +1,3°C di Olmo al Brembo e +1,9°C di Ghedi.   Il resto della regione ha registrato, invece, valori nella norma con scarti leggermente positivi rispetto alla media di lungo periodo.   L’unica eccezione è costituita dalla località di Spessa che ha chiuso il mese con uno scarto negativo di –0,5°C.

Maggio solitamente segna il passaggio tra la primavera e l’estate, di conseguenza presenta caratteristiche sia dell’una che dell’altra stagione.   Si registrano spesso valori termici estivi (TMX superiore a 25°C) e talora anche tropicali (TMX superiore a 30°C).   Inoltre il passaggio verso l’estate determina progressivamente una predominanza di precipitazioni di tipo convettivo (temporali), rispetto a quelle di tipo frontale (piogge estese).   Le caratteristiche primaverili si riscontrano, invece, in un’eguale distribuzione di giornate assolate e nuvolose.  


Quest’anno Maggio ha rispettato appieno le sue caratteristiche, non presentando eccessi termici: 7gg. ESTIVI (media 10±5gg) e 0gg. TROPICALI (media 1±1gg).   Le caratteristiche di normalità le ritroviamo anche ne confronto dello stato del cielo e dei giorni con precipitazioni.   Si sono registrati, infatti, 8gg SERENI (media 10gg), 12gg VARIABILI (media 13gg) e 11gg COPERTI (media 8gg).    Anche le giornate di pioggia, nel mese ne abbiamo avute ben 13, rientrano statisticamente nella normalità (10±3gg).


Ancora una volta abbiamo percepito come fresco, un mese che fino alla metà degli anni 1990 sarebbe risultato del tutto normale.   Le anomalie di questo inizio del XXI secolo hanno fortemente alterato i nostri standard di classificazione del clima.


 
Fig.1 anomalia della temperatura a livello del suolo per il mese di MAGGIO
rispetto alla media climatica 1971-2000 - elaborazione Meteo CH

Il mese di Maggio, come evidenziato dall’anomalia di GPT a 500hPa (vedi Fig.2), ha visto la prosecuzione della fase di debolezza dell’anticiclone atlantico sullo scacchiere europeo.   La prima parte del mese è stata condizionato da un indice NAO (North Atlantic Oscillation) leggermente negativo e da un flusso zonale piuttosto blando ben fotografato da un indice AO (Artic Oscillation) moderatamente negativo.   Solo in questa fase l’alta pressione anomalamente protesa in senso meridiano è riuscita ad arginare le incursioni di aria fresca verso il Mediterraneo, garantendo una prevalenza del sole.    In seguito i due indice sono progressivamente risaliti in concomitanza con un’accelerazione del flusso zonale.   L’alta pressione, confinata sull’Atlantico, ha agito come uno scivolo.    Numerosi impulsi di aria fresca d’estrazione polare si sono così incanalati verso il Mediterraneo centrale trascinando con sé sistemi perturbati piuttosto attivi.   Questa la genesi della lunga fase d’instabilità che ha caratterizzato la seconda parte del mese, esauritasi, come vedremo solo nel corso di Giugno.

 
Fig.2 anomalia del GPT a 500hPa per il mese di MAGGIO
rispetto alla media climatica 1971-2000 - elaborazione Meteo CH

Dal punto di vista pluviometrico ricordiamo che Maggio è il mese più piovoso in Lombardia sia sulla fascia pedemontana che sulla media pianura.   Tale situazione è determinata dal transito di sistemi perturbati oceanici, che manifestano già le caratteristiche estive dei fronti freddi temporaleschi.    La bassa pianura inizia già a vedere una riduzione degli accumuli di pioggia, segno del progressiva mutazione delle caratteristiche delle precipitazioni.
La tabella sottostante ci permette di gettare un rapido sguardo sull’andamento pluviometrico di gran parte della Lombardia.

 Località  Zona Geografica
 scarto dalla media
 Rango percentile
 Varese-C.G.P.
 Prealpi Occidentali
+180 mm  95 (molto piovoso) 
 Milano-S.Leonardo Media pianura Ovest  +42 mm  82 (piovoso) 
 Spessa Po (PV)
Bassa pianura Ovest  +30 mm
71 (nella norma) 
 Olmo al Brembo (BG)
Prealpi centrali  +74 mm
 74 (nella norma)
 Brescia-Ronchi  Prealpi orientali
+13 mm
74 (nella norma) 
 Ghedi (BS)
 Media pianura Est
-14 mm
 42 (nella norma)

Quasi tutta la Lombardia ha registrato un surplus di precipitazioni compreso tra 50-150mm sulla parte centro-Occidentale.   Per contro l’area orientale della regione ha registrato accumuli prossimi alla media mensile: Ghedi (BS) ha addirittura registrato un lievissimo deficit.
La climatologia ci ha consegnato, quindi, un mese di Maggio molto piovoso sulle Prealpi occidentali (vedi Varese - 95°perc.), piovoso sulla media pianura occidentale (vedi Milano – 82°perc.) e nella norma sul resto del territorio regionale.

Per quanto riguarda il continente europeo ritroviamo dei surplus di precipitazioni lungo tutto il settore atlantico e nell'area centro-occidentale del Mediterraneo, che più sono stati soggetti ad anomalie negative del livello del geopotenziale e quindi sono state sede o aree di transito dei sistemi ciclonici d'origine oceanica.   Il resto dell'Europa che ha visto il predominare di condizioni anticicloniche per la migrazione verso latitudini settentrionali dell'alta pressione a registrato deficit piuttosto importanti pari a più del 50% degli accumuli medi mensili.

 
 
Fig.3 Accumulo totale delle precipitazioni di MAGGIO e loro ammontare (in percentuale)
rispetto alla media pluriennale (1968-1997) - elaborazione CPC-NOAA


***MAGGIO 2008 : Evoluzione meteorologica e cifre***


** 1ª Decade**

Decade con valori termici al di sopra della media
--> media temperature minime:    +1,7°C dalla norma (calde)
--> media temperature massime:  +2,1°C dalla norma (calde)
  • Dal giorno 1 al 3: Ultime precipitazioni fino alla tarda mattinata lungo Alpi e Prealpi con accumuli inferiori a 10mm, poi miglioramento grazie ad una decisa rimonta anticiclonica con centro tra Germania e Scandinavia.   Temperature minime ancora rigide in montagna, massime già estive.
        Le temperature minime più significative in °C (giorno 1):
        *S.Caterina Valfurva (SO) -1.3
        *Oga (SO) 1.9
        *Poschiavo (GR) 2.6
        *Monte Bisbino (CO) 2.9
        *Ponte di Legno (BS) 3.3
        *Bignasco (TI) 3.7
        *Zambla (BG) 3.8
        *Montecampione (BS) 4.2 

       
Le temperature massime più significative in °C (giorno 3):
        *Asola (MN) 27.8
        *Lodi 26.9
        *Cava Manara, Castelletto di Branduzzo (PV) e Castelverde (CR) 26.7
        *Marcallo con Casone (MI) e Castelnuovo Scr. (AL) 26.6
        *Tavazzano (LO) e Leno (BS) 26.5
        *Linate-CML (MI), Codogno (LO), Ottobiano (PV) e Palazzo Pignano (CR) 26.4
        *Crema (CR) 26.3  
  • Dal giorno 4 al 6: Il centro anticiclonico si indebolisce e lungo il suo bordo orientale si manifestano infiltrazioni d'aria fresca.   Un nucleo freddo transita sulle Venezie e lungo l'Adriatico ed apporta temporanea instabilità anche sulla Lombardia con qualche debole pioggia o rovescio.   Temperature massime sempre calde con punte oltre 25°C; temperature minime ancora molto fredde con gelo in Alta Valtellina.
        Le temperature massime più significative in °C (giorno 4):
        *Leno (BS) 26.5
        *Asola (MN) 26.1
        *Codogno (LO) 25.9
        *Castelverde e Palazzo Pignano (CR) 25.8
        *Sondrio 25.6
        *Castelnuovo Scr. (AL) 25.5
        *Montagna in Valtellina (SO) 25.4
        *Capergnanica (CR) e Monza 25.3   

       
Le temperature minime più significative in °C (giorno 6):
        *Livigno (SO) -2.9
        *S.Caterina Valfurva (SO) -2.8
        *Poschiavo (GR) 1.7
        *Ponte di Legno (BS) 1.8
        *Sabbio Chiese (BS) 3.6
        *Saone (TN) 3.9
        *Brallo-Colleri (PV) 4.9
        *S.Possidonio (MO) 5.0  
  • Dal giorno 7 al 10: Nuova affermazione dell'alta pressione sull'Europa centrale e sull'Italia con tempo assolato e stabile.   Verso fine periodo formazione di un cut-off, minimo chiuso, sull'Iberia ed aumento dell'instabilità sull'area mediterranea con qualche temporale anche sulla Lombardia.   Temperature minime ancora fredde in montagna; valori termici diurni piuttosto caldi.
        Le temperature minime più significative in °C (giorno 7):
        *
Livigno e S.Caterina Valfurva (SO) -1.6
        *Oga (SO) 3.2
        *Poschiavo (GR) 3.5
        *Ponte di Legno (BS) 4.7
        *Saone (TN) 6.6
        *Cunardo (VA) 6.8
        *Ganna (VA) 6.9
        *Monte Bisbino (CO) e Montecampione (BS) 7.4   

       
Le temperature massime più significative in °C (giorno 8):
        *Asola (MN) 27.8
        *Leno (BS) 27.7
        *Codogno (LO) 27.6
        *Spessa (PV) 27.0
        *Linate-CML e Settimo Milanese (MI) 26.9
        *Castelverde (CR) 26.8
        *Marcallo con Casone (MI) e Palazzo Pignano (CR) 26.7
        *Castelletto di Branduzzo (PV) e Lodi 26.6  

        
Gli accumuli più significativi in mm (giorno 10):
        *Busto Arsizio (VA) 34
        *Viganello (TI) 21
        *Cuveglio(VA) 18
        *Tremosine (BS) 16
        *Malpensa (VA) 15
        *Cantù (CO) 13
        *Rogeno (LC), Gallarate (VA), Lugano-Circ.Velico (TI) e Riva Garda (TN) 12


** 2ª Decade**

Decade con valori termici al di sotto della media per le massime. Una tra le più piovose su Lombardia centro-Ovest

--> media temperature minime:    -0,5°C dalla norma (nella norma)
--> media temperature massime: +0,6°C dalla norma (nella norma)
  • Dal giorno 11 al 13: Debole campo di alta pressione con centro sul Mare del Nord determina stabilità sulla regione Padano-alpina.   Un modesto disturbo è determinato da una piccola goccia fredda in evoluzione in prossimità della Sardegna.  Qualche rovescio o temporale fino alla fascia pedemontana con accumuli generalmente inferiori a 10mm.   Temperature massime diurne su valori estivi, temperature minime ancora fresche in Alta Valtellina e nelle valli incassate.  
        Le temperature minime più significative in °C (giorno 12):
        *S.Caterina Valfurva (SO) 0.8
        *Livigno (SO) 2.5
        *Ponte di Legno (BS) 3.7
        *Oga (SO) 4.7
        *Sabbio Chiese (BS) 5.7
        *Brallo-Colleri (PV) 6.2
        *S.Possidonio (MO) 7.1
        *Saone (TN) 7.2  

        
Le temperature massime più significative in °C (giorno 13):
        *Leno (BS) 27.2
        *Asola (MN) e Codogno (LO) 26.8
        *Palazzo Pignano (CR) e Villafranca (VR) 26.6
        *Castelverde (CR) e Minusio (TI) 26.5
        *Capergnanica e Tidolo (CR) 26.4
        *Fornaci di Brescia (BS) e Corteolona (PV) 26.3
        *Boffalora Tic. (MI) 26.2
        *Colombare di Sirmione (BS) e Monza 26.1  
  • Dal giorno 14 al 15: Temporaneo rafforzamento dell'alta pressione.   In seguito sviluppo di una saccatura sull'Iberia con progressivo innesco di una risalita caldo-umida da SW verso le Alpi.   Dapprima fenomeni solo su Valtellina ed Orobie, in seguito peggioramento a partire dall'Ovest.  
        Gli accumuli più significativi in mm (giorno 15):
        *Monate (VA) 31
        *Borgomanero (NO) e Ispra (VA) 26
        *Cuveglio (VA) e Bellinzona (TI) 23
        *Brinzio (VA) e Massagno (TI) 22
        *Parma 20
        *Viganello (TI) 19
        *Breganzona (TI), Maccagno e Laveno (VA) 18
        *Ganna (VA) e Monteggio (TI) 16  

        
Le temperature massime più significative in °C (giorno 14):
        *Codogno (LO) e Asola (MN) 28.9
        *Leno (BS) 28.5
        *Spessa (PV) 28.2
        *Piubega (MN) 27.8
        *Palazzo Pignano (CR) 27.7
        *Casalpusterlengo (LO), Corteolona, Cava Manara, Castelletto di Branduzzo (PV) e Villafranca (VR) 27.6
        *Settimo Milanese (MI), Brandico e Pozzolengo (BS) 27.5  

       
Le temperature minime più significative in °C (giorno 15):
        *S.Caterina Valfurva (SO) -0.1
        *Livigno (SO) 0.5
        *Poschiavo (GR) 4.4
        *Oga (SO) 4.8
        *Ponte di Legno (BS) 5.7
        *Saone (TN) 6.4
        *Sabbio Chiese (BS) 6.8
        *S.Giovanni Bianco (BG) 7.6  
  • Dal giorno 16 al 18: Una vasta saccatura si allunga dalla Scandinavia alla Spagna, alimentando un'intensa perturbazione.  Questo sistema nuvoloso transita sulla regione Lombarda nel corso del g.18 ed apporta importanti precipitazioni.   Neve a Livigno e nubifragi su Varesotto, Ticino, Milanese e Bergamasco.   Temperature massime diurne fresche
        La distribuzione media delle precipitazioni provincia per provincia (in mm):
        *Bergamo 110-180
        *Ticino e Varese 115-165
        *Como, Lecco e Milano 90-130
        *Monza & B.za 100-120
        *Sondrio 60-90
        *Brescia 45-75
        *Cremona, Lodi e Mantova 40-60
        *Pavia e Verona 30-50
        *Piacenza 15-25  

       
Gli accumuli più significativi in mm (giorni 17/18):
        *
Brignano Gera d'Adda (BG) 183
        *Grassobbio (BG) 167
        *Massagno (TI) 158
        *Breganzona (TI) 148
        *Ganna (VA) 137
        *Calvenzano (BG) e Varese-CGP 127
        *Carabbia (TI) 115
        *Treviglio (BG) 110
        *Meride (TI) 109  

        
Le temperature massime più significative in °C (giorno 17):
        *S.Possidonio (MO) 20.7
        *Sermide (MN) 20.0
        *Castelverde (CR) e Villafranca (VR) 19.8
        *Crema (CR), Borgofranco, Poggio Rusco, S.Benedetto (MN) e Reggio Em. 19.7
        *Tidolo (CR) 19.6
        *S.Giorgio di Mantova (MN) 19.5
        *Casalmaggiore (CR), Verona e Isola della Scala (VR) 19.4  
  • Dal giorno 19 al 20: Cut-off dell'ansa ciclonica sull'Iberia e passaggio del minimo ciclonico sull'Italia con persistenza dell'instabilità sulla regione Padano-alpina.   Temperature miti nei valori minimi e fresche nei massimi.
         La distribuzione media delle precipitazioni provincia per provincia (in mm):
        *Piacenza 45-65
        *Milano e Monza & B.za 35-50
        *Lecco 30-40
        *Como, Cremona e Pavia 25-35
        *Bergamo e Lodi 20-30
        *Mantova e Varese 15-25
        *Brescia, Ticino e Verona 10-20
        *Sondrio 5-15 

       
Gli accumuli più significativi in mm (giorno 20):
        *Rho (MI) 59
        *Alseno-Castelnuovo Fogl. (PC) 58
        *Parma 57
        *Barlassina (MB) 55
        *Niviano (PC) 53
        *Caslino d'Erba (CO) 46
        *Fidenza (PR), Arosio (CO) e Lecco 45
        *Collecchio (PR) 43
        *Meda (MB) e Brallo-Colleri (PV) 42  

       
Le temperature massime più significative in °C (giorno 20):
        *Biasca (TI) 23.6
        *Sondrio 23.2
        *Chiavenna e Montagna in Valtellina (SO) 22.9
        *Piateda (SO) e Minusio (TI) 22.8
        *Luino (VA) 22.7
        *Missaglia (LC), Monate (VA) e Andalo Valt. (SO) 21.9
        *Ponte Giurino(BG) 21.7


** 3ª Decade**

Decade con valori nettamente sopra media per le minime, mentre al di sotto della media per le massime

--> media temperature minime:    +1,0°C dalla norma (molto calde)
--> media temperature massime:  -1,4°C dalla norma (fredde)
  • Dal giorno 21 al 23: Transito di un piccolo cut-off sul Golfo Ligure con fase di moderata instabilità sulla Lombardia.   Intensi temporali nell'area insubrica.   In seguito sviluppo di un promontorio mobile di alta pressione con variabilità positiva.   Clima relativamente fresco nei valori minimi e mite nei massimi.
        La distribuzione media delle precipitazioni provincia per provincia (in mm):
        *Varese 70-110
        *Como 60-90
        *Brescia, Lecco e Ticino 30-55
        *Milano 25-40
        *Bergamo, Monza & B.za, Piacenza, Pavia e Verona 20-30
        *Cremona, Lodi, Mantova e Sondrio 5-20  

        
Gli accumuli più significativi in mm (giorno 22):
        *Crosio della Valle (VA) 86
        *Cunardo (VA) 81
        *Gallarate (VA) 80
        *Cuveglio (VA) 79
        *Besnate (VA) 78
        *Lomazzo (CO) 67
        *Massagno e Monteggio (TI) 54
        *Rescaldina (MI) 43
        *Piacenza 41    

        
Le temperature minime più significative in °C (giorno 23):
        *Livigno (SO) 2.3
        *S.Caterina Valfurva (SO) 3.3
        *Ponte di Legno (BS) 7.5
        *Bignasco (TI) 7.7
        *Zambla (BG) 7.9
        *Casciago (VA) 8.1
        *Monate (VA) e Montecampione (BS) 8.4  

        
Le temperature massime più significative in °C (giorno 23):
        *Reggio Em. 26.2
        *Codogno e S.Martino in Strada (LO) 26.0
        *Leno (BS), S.Benedetto (MN), Collecchio (PR) e Poviglio (RE) 25.2
        *Sermide (MN) e Fidenza (PR) 25.1
        *Cava Manara (PV) e Calvenzano (BG) 24.8 
  • Dal giorno 24 al 27: Il promontorio anticiclonico si sposta verso l'Adriatico ed i Balcani, mentre una vasta saccatura si scava sull'Iberia.   Si attiva così un afflusso di aria caldo-umido da SW in direzione delle Alpi, che determina la persistenza dell'instabilità diurna lungo i rilievi e la fascia pedemontana.   Temperature minime localmente fresche in montagna e clima diurno decisamente estivo.
        La distribuzione media delle precipitazioni provincia per provincia (in mm):
        *Ticino 35-55
        *Varese 30-40
        *Como, Lecco e Milano 15-25
        *Bergamo, Monza & B.za, Pavia e Sondrio 12-20
        *Brescia, Mantova e Verona 5-10
        *Cremona, Lodi e Piacenza 1-5  

       
Le temperature minime più significative in °C (giorno 24):
        *Livigno (SO) 3.0
        *S.Caterina Valfurva (SO) 3.4
        *Zambla (BG) 8.0
        *Montecampione e Ponte di Legno (BS) 8.1
        *Brallo-Colleri (PV) 8.4
        *Cornizzolo (LC) 9.4
        *Poschiavo (GR) 9.5  

       
Le temperature massime più significative in °C (giorno 27):
        *Pescantina (VR) 31.4
        *Villafranca (VR) 30.6
        *Colombare (BS) 30.1
        *Gussago (BS) 29.6
        *Lovere (BG) e Garda (VR) 29.5
        *Fornaci di Brescia, Leno (BS) e Isola della Scala (VR) 29.4
        *Villa Carcina e Provaglio d'Iseo (BS) 29.3  
  • Dal giorno 28 al 31: L'onda ciclonica sull'Iberia avanza verso Est ed un'attiva perturbazione interessa la regione Padano-alpina.   Coll'ultimo giorno del mese il graduale colmamento dell'area ciclonica ed il contemporaneo sviluppo di un centro anticiclonico sull'Europa centrale favoriscono un progressivo miglioramento.   Temperature minime notturne miti e massime diurne in diminuzione.
        La distribuzione media delle precipitazioni provincia per provincia (in mm):
        *Ticino 50-80
        *Bergamo, Como e Lecco 40-65
        *Brescia, Pavia, Piacenza, Sondrio e Varese 30-50
        *Milano e Verona 25-45
        *Cremona, Lodi e Monza & B.za 12-30
        *Mantova 5-15  

        
Gli accumuli più significativi in mm (giorno 29/30):
        *Tremosine (BS) 64
        *Saone (TN) 59
        *Bignasco (TI) 57
        *Abbiategrasso (MI) e S.Fedele d'Intelvi (CO) 50
        *Torno (CO) 47
        *Ottobiano, Castelletto di Branduzzo (PV) e Barzio (LC) 44
        *S.Pellegrino Terme (BG) 43   

        
Le temperature massime più significative in °C (giorno 28):
        *Pescantina (VR) 31.3
        *Villafranca (VR) 31.0
        *Fidenza (PR) 30.3
        *Leno (BS) 30,2
        *Gussago (BS) e Isola della Scala (VR) 30.1
        *Colombare di Sirmione (BS) e Castelverde (CR) 30.0
        *Vestone (BS) e S.Benedetto (MN) 29.8
Succ.
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI