Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 13 luglio 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 12/07/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Webcam

www.meteogiuliacci.it

13/07/24, ore 9:14

Temperatura: 24.4°C
Umidità relativa: 81%
Pressione: 1008.9mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

13/07/24, ore 9:10

Temperatura: 21.1°C
Umidità relativa: 83%
Pressione: 1010.2mB
30 giugno - Settimana di caldo estremo   Inserito il› 30/06/2019 23.28.07
Domenica 30 giugno 2019 - ore 24:00 
 
 

Giovedì 27 giugno - Temperature massime roventi in Lombardia nella giornata di giovedì 27 giugno con valori fino oltre 40°C nel Pavese e nell'Alessandrino. Fonte: cartina real time Centro Meteo Lombardo.

  

Buona giornata a tutti i meteoappassionati e ben ritrovati con una nuova edizione della "Prima Pagina"

Come anticipato nella scorsa edizione il tempo di questa settimana è stato caratterizzato da un'importante onda calda di matrice africana che ha portato la colonnina di mercurio su valori notevolmente alti e in molti casi record per il mese di giugno e in alcuni casi anche a valori record assoluti.

Una circolazione depressionaria si è staccata dal flusso padre al circolo polare artico sprofondando in aperto oceano Atlantico  fino al largo delle coste dello stretto di Gibilterra; l'intenso vortice, agganciato in quota dalla corrente a getto ha pilotato un vigoroso e massiccio flusso di aria tropicale subsahariana verso l'Europa centro-occidentale. La massa d'aria, giunta a lambire la penisola scandinava, ha assunto caratteristiche termiche del tutto eccezionali con valori di temperatura fino a 30°C alla quota di 850 hPa (circa 1600 metri di quota) e fino a circa -7°C alla quota di 500 hPa (circa 5700 metri di quota).  Il risultato è stato un incedere senza sosta delle temperature a partire da lunedì 24 giugno fino a valori prossimi ai 40°C nella giornata di giovedì 27 giugno.

L'ondata di caldo è risultata ancor più anomala nella fascia altimetrica compresa tra i 1000 ed i 3000 metri di quota ed ha sbriciolato tutti i precedenti record di temperature massime, minime ed i valori di Dew Point. 
Le stazioni di rilevamento della nostra rete hanno misurato temperature massime fino a 34°C/35°C a 1000 metri di quota, fino a 25°C a 2000 metri e quasi 20°C a 3000 metri; di pari passi i valori di Dew Point arrivati a superare abbondantemente i 20°C a 1500 metri mentre lo zero termico è rimasto ancorato per alcuni giorni tra i 4500 ed i 4900 metri di quota.

L'evento sarà di ricordare negli annali anche per una particolare sinottica avvenuta tra il pomeriggio di giovedì 27 e la mattina di venerdì 28; la massa d'aria calda che nella giornata di giovedì ha raggiunto il suo apice di geopotenziali nella vicina Francia a partire dal pomeriggio di giovedì, a causa di un coricamento lungo i paralleli della campana anticiclonica, ha fatto travasare ulteriore aria calda attraverso le vallate alpine attivando deboli correnti favoniche da nord; tali correnti nella serata di giovedì hanno seccato parzialmente la massa d'aria provocando un'ulteriore impennata delle temperature notturne essenzialmente sulla fascia alpina e prealpina con valori fino a 33°C/34°C in piena notte! 
La pianura padana ricolma di aria bollente e umida è stata risparmiata da questo fenomeno che di fatto ha galleggiato sopra lo strato pellicolare umido intrappolato nei bassi strati della valle del Po; un fenomeno alquanto raro e anzi unico nel suo genere nella stagione estiva, del tutto analogo a quello che avviene d'inverno quando le masse d'aria favoniche irrompono dai quadranti settentrionali senza riuscire a scalfire il coriaceo strato nebbioso presente in Valpadana.

L'ondata calda è proseguita, seppur in parte attenuata nei picchi di calore, anche nel weekend con temperature massime fino a 34°C/35°C in pianura e tassi di umidità sempre alti e fastidiosi.

Per la nuova settimana la massa d'aria calda stazionerà ancora sopra le nostre teste fino ad almeno martedì, già lunedì sera sono però attesi i primi focolai temporaleschi a causa di deboli infiltrazioni di aria fresca - o forse meglio dire meno bollente - e di un parziale cedimento dei valori di geopotenziale; il tutto dovrebbe pertanto tradursi in fenomeni temporaleschi via via più probabili col passare dei giorni fino a mercoledì quando potrebbero essere piuttosto diffusi. Va da sé che visti i valori in campo i fenomeni temporaleschi potrebbero assumere carattere di particolare violenza per grandinate e colpi di vento. 

Sarà pertanto fondamentale tenere monitorata la situazione del tempo in questa settimana; vi invitiamo pertanto a consultare gli aggiornamenti quotidiani del nostro Bollettino di Previsione, oltre alle brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.
 
L'appuntamento con la nuova edizione della Prima Pagina è invece per il prossimo fine settimana.

                                                                                                              Livio Perego - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo ETS (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo ETS - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI