Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 25 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 24/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

25/11/17, ore 2:33

Temperatura: 9.4°C
Umidità relativa: 94%
Pressione: 1018.9mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

25/11/17, ore 2.35

Temperatura: 8.8°C
Umidità relativa: 91%
Pressione: 1019.4mB
20 dicembre 2015 - Inverno ancora molto lontano!   Inserito il› 18/12/2015 22.21.23
 
 
L'inverno è ancora lontano...e con buone probabilità questo 2015 chiuderà senza una minima parvenza di neve sulle Alpi. Annata questa, che verrà ricordata tra le più calde degli ultimi decenni!
 
 
 
Domenica 20 Dicembre 2015 - ore 22:00 
 
 
 
A partire da inizio novembre, ed almeno fino all'inizio del prossimo mese di Gennaio, lo scenario sul nostro emisfero rimane stabile e caratterizzato da un approfondiomento del Vortice Polare concomitante alla risalita di latitudine della fascia delle alte pressioni di stampo subtropicale. Nessuno scambio di calore lungo i meridiani, il freddo rimane confinato al Polo Nord e le perturbazioni atlantiche scorrono a latitudini elevate senza minimamente interessare il bacino del Mediterrano. FONTE: www.centrometeolombardo.com
 
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati per una nuovo rapido aggiornamento della "Prima Pagina"!
 
Siamo ormai prossimi all'ingresso ufficiale in inverno, con il solstizio di inverno che quest'anno scoccherà nella tarda nottata di martedì 22 dicembre, e nemmeno ora la stagione fredda sembra dovere decollare sull'Italia: di invernale al momento rimangono le solo le giornate molto corte, mentre le temperature continuano a rimanere abbondantemente sopra la media e soprattutto le precipitazioni rimangono del tutto assenti.
Preoccupa più che altro la lunga situazione di stallo, che vede un perpetuarsi di tempo stabile fin dalla fine di ottobre: sono ormai quasi sessanta giorni che si susseguono giornate di "bel tempo", disturbate talvolta dalla nebbia in pianura o da qualche nube bassa, straordinariamente mite in montagna dove l'assenza di neve ormai al termine dell'anno preoccupa gli operatori turistici.
 
Impianti sciistici chiusi o ridotti al minimo anche nelle più rinomate stazioni invernali di tutto l'Arco Alpino (dalla Val d'Aosta al Friuli), ma anche per il momento dell'intero Appennino, in una stagione tursitcica ormai per buona parte compromessa; in quota i ghiaccia soffrono più che mai perchè la neve quest'anno non li alimenta, tanto più dopo la scorsa estate molto calda e siccitosa. In pianura e nelle grandi città la situazione è altrettanto peggiore, con i livelli di inquinanti che continuano a salire, schiacciati nei bassi strati da un'inversione termica che non molla mai la presa: a ben poco servono i provvedimenti atti a ridurre il traffico automobilistico, rispetto al beneficio di un passaggio perturbato in grado di ripulire per bene l'aria.
Il quadro della situazione in sintesi comincia a farsi davvero pesante, e purtroppo ad oggi le prospettive sono tutt'altro che rosee: dicembre chiuderà senza alcuna parvenza di neve sulle Alpi, mentre il 2015 verrà ricordato tra il più caldo e siccitoso degli ultimi decenni!
 
Al momento non siamo in grado di vedere una vera e propria svolta di questo scenario meteo: in annate passate è accaduto più di una volta che l'inverno meteorologico decolasse alla fine di gennaio, quando ormai le giornate iniziano ad allungarsi e per i "freddofili" il meglio della stagione se ne è andata. Quest'anno potrebbe accadere una cosa simile, per cui stante la situazione attuale e le prospettive sul medio termine non ci resta che sperare in uno scopiettante sussulto invernale all'inizio del 2016!
 
Diversi gli elementi oggetto di studio che potrebbero nell'insieme avere ripercussioni sul quadro europeo: in primis un Vortice Polare quanto mai compatto e vigoroso che non permette colate di aria artica verso le basse latitudini, ed il concomitante innalzamento dalla fascia di alta pressione subtropicale fino ad interessare buona parte dell'Europa. Una stratosfera particolarmente fredda sul Polo Nord all'inizio di questo inverno sarebbe quindi la causa principale di questo comportamento del tempo, mentre negli inverni più rigidi (ad esempio il memorabile 1985) un riscaldamento della stratosfera avrebbe "mandato in frantumi" il Vortice Polare, facendone per l'appunto cadere un pezzo verso il Mediterraneo.
Chiamata in causa anche la temperatura delle acque degli Oceani: più freddo del solito l'Oceano Atlantico settore Azzorre, che sembrerebbe richiamare come una calamita una profonda saccatura con la cosneguente rimonta di un'onda subtropicale di alta pressione verso il Mediterraneo. Ed in effetti è proprio dalla fine di Ottobre che siamo interessati da un ciclico susseguirsi di pulsazioni anticicloniche tutte di matrice nord-africana!
 
Senza entrare troppo nei dettagli possiamo riassumere il tempo di questa penultima settimana dell'anno: cieli sempre sereni, o tuttalpiù disturbati da qualche banco di nube bassa irregolare in pianura derivata dal sollevamento delle nebbie o qualche cirro in quota. Temperature costantemente al di sopra della media stagionale, con ampia escursione termica: fredddo nelle conche più riparate dalle brezze, nelle brughiere o lungo i corsi d'acqua con estese brinate, qualche banco di nebbia e temperature vicino allo zero. Decisamente più mite al mattino nei grandi centri abitati, lungo la riva dei laghi e nelle zone pedemontane disturbate dalle brezze notturne che ostacolano il ristagno di aria fredda nei bassi strati. Il soleggiamento e l'assenza di coltri nebbiose persistenti ha favorito ogni giorno la risalita diurna delle temperature fino a valori quasi ovunque ragguardevolmente marzolini, dell'ordine di 11/13°C.
 
Importante il fenomeno dell'inversione termica, grazie alla presenza di aria particolarmente tiepida ed asciutta in quota: clima decisamente mite in montagna, con uno zero termico elevato fino a 2600/2800 metri di altitudine. Assente ovunque la neve, data la mancanza ormai da quasi due mesi di un passaggio perturbato bene organizzato. Una situazione particolarmente pesante sulle Alpi, che appunto non lascia che sperare ad una decisa svolta!
 
Questa volta non vogliamo consigliarvi di seguire costantemente gli aggiornamenti  dei nostri Bollettini di previsione, tanto più che sappiamo che le festività natalizie trascorreranno all'insegna di tempo caldo e soleggiato...un augurio dunque di un Natale sereno a tutti voi sotto tutti i punti di vista!
 
 
 
 
 
 
                                                                                                   Matteo Dei Cas - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI