Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Martedì 25 giugno 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 24/06/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

25/6/19, ore 11:48

Temperatura: 31.1°C
Umidità relativa: 46%
Pressione: 1020.70mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

25/06/19, ore 11.50

Temperatura: 27.9°C
Umidità relativa: 63%
Pressione: 1020.8mB
30 ottobre - Temperature folli, poi forte maltempo nel weekend   Inserito il› 25/10/2018 16.41.33

Martedì 30 Ottobre 2018 




Copyright Eumetsat, 29 ottobre ore 14UTC. Nell'immagine satellitare è possibile osservare l'imponente ciclone extra-tropicale che ha interessato l'intera penisola Italiana e responsabile quindi del maltempo sulla Lombardia. Tra la Corsica e la Sardegna si può scorgere il vortice depressionario intorno al quale ruotano masse d'aria foriere di piogge e temporali.


Buona serata a tutti dallo Staff CML e ben ritrovati per una nuova edizione della "Prima Pagina".


Durante il corso della scorsa settimana il tempo sulla Lombardia è stato caratterizzato prima da una fase anticiclonica, con un'area di alta pressione posizionata sull'Europa nord occidentale la quale ha garantito giornate di bel tempo e temperature superiori alle medie previste per il periodo. Nel fine settimana invece si è assistito ad un netto cambiamento della circolazione atmosferica. L'anticiclone è stato di fatti sostituito dalla discesa di una massa d'aria d'estrazione artica. La conseguenza è stata un forte peggioramento delle condizioni meteorologiche sulla Lombardia. La parte più attiva di questa perturbazione ha interessato la nostra regione nella giornata di lunedì 29.

Entriamo ora nel dettaglio analizzando maggiormente quello che è accaduto nel corso dei giorni.

Lunedì 22: cieli sereni o poco nuvolosi su tutta la regione. Durante il giorni le temperature hanno raggiunto i 18/20°C in pianura. Sui territori Valtellinesi sono state comprese tra i 17/18°C. 

Martedì 23: cieli sereni fino al tardo pomeriggio. Passaggio di nubi stratificate dalla sera. Freddo al mattino specie in pianura dove mediamente i termometri hanno registrato temperature minime di 6/7°C. Nelle zone vallive o soggette a inversione termica le temperature sono scese fino a 2/3°C. Durante il giorno poi sulle pianure le temperature hanno sfiorato i 20°C. Sui settori Valtellinesi e della Val Chiavenna si sono toccati i 21/22°C a causa dell'ingresso di correnti favoniche specie dalla sera. 

Mercoledì 24: cieli sereni fin dal mattino su tutta la regione. Dal mattino presto si attivano correnti favoniche sulla Lombardia le quali, insieme al robusto campo anticiclonico che interessa parte del nord Italia, fanno impennare le temperature sia sui monti che al piano. In particolare sul Lecchese, Lario e Comasco si registrano temperature nell'ordine dei 29/30°C. I 30°C vengono raggiunti anche nella provincia di Sondrio e in gran parte del Canton Ticino. Nel Bergamasco si toccano addirittura i 31°C nel tardo pomeriggio. Sul resto della pianura le temperature restano comprese tra i 27/28°C ma nel Mantovano hanno localmente raggiunto i 29°C. La ventilazione in pianura è risultata di moderata intensità mentre sui settori più settentrionali della regione in particolare nel Chiavennese, sulla Valtellina e sul Lecchese i venti hanno soffiato in maniera intensa. A Sondalo SO, la stazione meteo della nostra rete di monitoraggio ha registrato una raffica di vento di 125 km/h.

Giovedì 25: cieli poco nuvolosi. Venti di favonio hanno insistito nuovamente sulla Valtellina e Canton Ticino. In queste zone si sono raggiunti i 24/25°C nel pomeriggio. Sulle pianure le temperature non hanno superato i 20/21°C.

Venerdì 26: cieli generalmente nuvolosi su gran parte della Lombardia. Le temperature in pianura sono rimaste comprese tra i 16/18°C. L'avvicinamento di una perturbazione ha portato piogge deboli sparse in serata sui settori occidentali e centrali della regione.

Sabato 27: tempo in peggioramento fin dalle prime ore della notte. Durante il giorno rovesci anche intensi interessano sia le zone montuose che le pianure. Gli accumuli più abbondanti sono stati registrati sulle Prealpi Orobiche dove hanno raggiunto localmente i 150/160 mm. Sulle restanti Prealpi in media gli accumuli di pioggia sono stati compresi tra i 60/80 mm. Sulle pianure accumuli inferiori e compresi generalmente tra i 20/40 mm. La ventilazione orientale è risultata di moderata intensità sulle pianure mentre sulle vette in alta montagna si sono registrate raffiche intense.

Domenica 28: cieli coperti con nuove intense precipitazioni e locali colpi di tuono. I fenomeni interessano maggiormente le zone centrali e occidentali della regione. Accumuli di pioggia compresi tra i 50/70 mm sull'alto Milanese e Comasco. Anche sul basso Lecchese gli accumuli sono rimasti compresi tra i 70/80 mm. Sul Lario e lago Maggiore sono caduti mediamente circa 100/110 mm di pioggia mentre gli accumuli più importanti sono stati registrati nuovamente sul comparto Orobico, sulla Val Chiavenna e nel Canton Ticino dove hanno raggiunto i 150 mm. Accumuli scarsi si sono osservati sul Mantovano e sulla parte più sud orientale della regione. Nevicate sulle Prealpi Orobiche oltre i 2200/2400 m. Ventilazione nuovamente orientale in pianura di moderata intensità nel corso della giornata.

Lunedì 29: forte maltempo sulla regione fin dal mattino con rovesci, temporali e forti venti di Scirocco. Intense nevicate in montagna. Fin dalle prime ore dell'alba forti rovesci interessano in maniera sparsa la regione e maggiormente i settori nord occidentali. Intensi venti sud orientali di Scirocco interessano le pianure al mattino con raffiche intense fino a 60/70 km/h. Dalla tarda mattinata nuovi rovesci e locali temporali interessano un po' tutta la Lombardia ed entro mezzogiorno sul lago Maggiore cadono circa 90/100 mm di pioggia. Da metà pomeriggio transita sulla regione il fronte freddo legato alla perturbazione. Si forma così un'intensa linea temporalesca in traslazione dai settori sud occidentali della regione verso quelli nord orientali. Al suo passaggio vengono registrate violente precipitazioni, locali grandinate, forti fulminazioni e intense raffiche di vento. Sulla Brianza, sul Lecchese e sul basso Bergamasco le raffiche hanno raggiunto localmente i 100 km/h. In seguito al transito del sistema frontale, si sono attivati forti venti sud occidentali sull'Appennino Pavese e sull'Oltrepò. Dalla serata i venti di Scirocco si sono intensificati specie sul Lario e sui settori centrali della regione. Sul Bresciano i venti orientali hanno raggiunto i 110 km/h. Sui crinali montuosi i venti sono risultati tempestosi con raffiche fino a 120/130 km/h. La neve è caduta fin verso i 1500 m in Ossola. Anche Madesimo è stata imbiancata nel pomeriggio. Forti nevicate sono state segnalate anche sul Livignasco e sul passo dello Stelvio.  Sulle Prealpi a fine giornata sono caduti oltre 100 mm di pioggia e in maniera più locale gli accumuli hanno raggiunto i 130/140 mm. Sulle Pedemontane gli accumuli sono stati compresi in media tra i 70/90 mm. Accumuli di pioggia di 80/90 mm anche su Cremonese e Bresciano. Sul resto della pianura ed in particolare nel Milanese gli accumuli sono stati compresi generalmente tra i 40/60 mm. In serata si è fatta la conta dei danni dovuti al maltempo. In pianura molti sono stati gli alberi e i cartelli stradali abbattuti dalla furia del vento. A Lecco il vento a sradicato diversi alberi sul tratto di lungolago. Fiumi in piena, frane e diversi i ponti chiusi su gran parte della regione. Molte località sono rimaste senza corrente dal pomeriggio fino a sera tardi. Alcune persone sono rimaste isolate, come successo in alta Val Brembana a Foppolo e più tardi sul passo dello Stelvio. 
Oggi le scuole nella provincia di Lecco e Sondrio sono rimaste chiuse.
 

E come proseguirà il tempo nei prossimi giorni?
Per sapere come proseguirà il tempo, vi consigliamo di seguire quotidianamente i vari aggiornamenti ed in particolare, il nostro Bollettino di Previsione, oltre alle brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.

Appuntamento tra sette giorni per la prossima edizione della "Prima Pagina".

Marco Bianchini - Staff CML


Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI