Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Giovedì 23 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 22/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

23/11/17, ore 11:53

Temperatura: 10.5°C
Umidità relativa: 87%
Pressione: 1020.8mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

23/11/17, ore 11.55

Temperatura: 10.5°C
Umidità relativa: 83%
Pressione: 1020.9mB
13 Agosto - Caldo in attenuazione: temporali sparsi e clima gradualmente più fresco   Inserito il› 13/08/2017 4.46.10
Domenica 13 Agosto 2017 - ore 06:00
 
 
 

L'immagine ci illustra come si presentava il cielo nella pianura bresciana qualche giorno fa, con la formazione di un temporale a supercella di tipo "Low Precipitation" (temporale "rotante" con scarse precipitazioni) - Ghedi (BS) - 10 Agosto 2017 - Maurizio Signani - Socio CML.

 

Buongiorno tutti dallo Staff CML e ben ritrovati per una nuova edizione della "Prima Pagina"!

Settimana all'insegna di un atteso e deciso cambiamento del "registro" meteorologico in Lombardia; dopo un ondata di calore di portanza "storica" nei primi giorni di Agosto (qualche record caduto in alcune località padane), sono ritornate precipitazioni ma, soprattutto, un calo termico deciso.

Nei primi giorni della settimana la graduale retrogressione dell'anticiclone africano era supportata da passaggi umidi a curvatura debolmente ciclonica sul comparto alpino occidentale; questi passaggi, supportati da un'energia disponibile ancora importante, han dato vita ad episodi temporaleschi molto intensi su alpi e prealpi lombarde, e localmente in aeree di medio-alta pianura, accompagnata da colpi di vento e grandinate (anche di grosse dimensioni).  

Tra il 10 e il 11 Agosto la goccia fredda in quota è entrata finalmente "franca" sul nord-ovest italiano portando il primo deciso calo termico, anche nei settori laddove la mancanza di piogge non aveva fatto avvertire un ricambio d'aria.

Ma vediamo ora più in dettaglio quanto accaduto nella settimana appena trascorsa sul nostro territorio a livello meteorologico.
 
Lunedì 7 Agosto giornata velata o al più parzial nuvolosa, minime comprese tra i 14-15°C delle conche briantee ai 20/21°C delle aree di bassa pianura. Temperature massime diffusamente intorno ai +29/+30°C, qualche grado in più nella pedemontana appenninica e nel mantovano.

Martedì 8 Agosto nottata che inizia serena o velata su tutta la regione, ad esclusione dell'ovest regione dove un aumento di nuvolosità rapido apporterà forti temporali in rapida ascensione sul comparto alpino e prealpino, dall'insubria fino al Livignasco, con rovesci intensi, locali grandinate e colpi di vento (downburst). Lambite le aree di pianura fino al milanese occidentale, con qualche debole piovasco; accumuli abbondanti più a nord, con accumuli compresi fra 20 e 65mm. Nubifragi nell'alto Canton Ticino (CH) con accumuli prossimi ai 95mm. Sereno o poco nuvoloso dal milanese centrale sino al mantovano, con massime dai +28 ai +33°C. Minime stabili, se non per locali crolli dovuti al riversamento dell'aria fredda da parte dei settori di downdraft dei temporali prealpini.

Mercoledì 9 Agosto insistenza delle condizioni fortemente instabili del giorno precedente su gran parte delle prealpi e alpi lombarde, con accumuli talvolta maggiori di martedì; lieve traslazione dei fenomeni verso oriente, con coinvolgimento della brianza comasca. Piovaschi anche sul milanese e sulla pedemontana tra Lecco e Bergamo, unica zona così a nord rimasta insolitamente (e momentaneamente) "all'asciutto". Altro mondo dalla media pianura in giù, con cieli sereni o al più parzial nuvolosi con massime in ulteriore lieve aumento comprese fra i +31°C del milanese e i +35°C del mantovano, minime stabili o lieve aumento (specie su est regione).

Giovedì 10 Agosto è il giorno dell'avvicinamento della goccia fredda verso il nord-italia, con un primo coinvolgimento temporalesco più diffuso dei settori di pianura, con temporali che han colpito l'alta pianura in zona Malpensa, il cremasco, il lodigiano, la bassa bergamasca e il bresciano e il Garda; proprio su queste due ultime zone si sono registrati i temporali più violenti, con alcune supercelle documentate, una Low Precipitation su Ghedi (Foto pagina), e una supercella classica con overshooting top (sfondamento troposfera da parte della torre principale - updraft) sull'area del Garda, con grandinate e formazioni nuvolose davvero minacciose e che han fatto "gola" ai noti storm chasers della zona. Ancora a secco basso milanese e pavese, che son rimaste sotto-vento alle correnti in discesa dall'appennino, a causa delle correnti troppo tese in quota. Temperature minime e massime in lievissima flessione.

Venerdì 11 Agosto terminata la fase prefrontale del giorno precedente fa seguito un rasserenamento solo momentaneo; infatti la goccia fredda entra "prepotente" sul nord-ovest italiano dall'insubria, con improvvisi forti temporali in discesa verso il milanese occidentale, accompagnata da grandine di piccole dimensioni e poderoso tracollo termico fino a 12/14°C. Localmente le temperature sono crollate ancora di più, riversando maggiormente l'aria più fredda presente nei settori di downdraft del temporale; è il caso di Canegrate (MI), che ha visto tracrollare la temperatura dai +20°C circa del cuore della notte, ai +10,8°C del tardo mattino! Pensate che solo il giorno prima le stessa località era oltre i +30°C! Temporali diffusi e a macchia di leopardo sulle restanti zone di pianura (ad eccezione del basso pavese), ma in generale scarse o molto limitate geograficamente; questo perchè l'aria fredda ha reso notevolmente instabile l'atmosfera, ma ne ha anche abbassata la capacità energetica cosicché si son visti nascere diffusi e deboli temporali, accompagnati da bellissimi contrasti e qualche arcobaleno nelle prime/ultime ore di luce. Massime in crollo nel nord-ovest regione, fino a 18/21°C; gradualmente più mite fino ai +29°C del mantovano e tassi di umidità in notevole calo un po' ovunque. Minime spesso effettuate nel corso della giornata durante i rovesci, e in generale comprese fra i +12°C del nord-ovest lombardo e i +17°C del mantovano. Rovesci intensi e tracollo termico su Alpi e prealpi, con quota neve in calo sino ai 2200-2400m, e cime più alte imbiancate.

Sabato 12 Agosto nella prima parte della notte residui piovaschi a macchia di leopardo su buona parte della regione, a causa di strati senescenti e destinati a dissolversi per l'entrata di correnti asciutte dai quadranti settentrionali (favonio sulle pedemontane). Giornata che seguirà serena, azzurra, radiosa, con gran visibilità su gran parte della regione ad eccezione del compardo alpino e prealpino orientale, con cumulogenesi innocua. Minime in diffuso calo (specie nelle zone orientali) con minime che vanno dai +10°C delle conche briantee ai +13/+15°C dei settori pianeggianti. Massime in locale aumento, specie nei settori occidentali a causa del ingresso favonico, in generale intorno ai +30°C su medie e basse pianure 26-28°C sulle pedemontane, clima asciutto.

Oggi, domenica 13 Agosto, giornata che inizierà serena e radiosa ovunque, minime in lieve aumento a causa di ventilazione variabile e persistente in nottata e quindi con delta più ampi (tra i +12 e +17°C), massime stazionarie o in lieve aumento. In serata possibili velature e addensamenti sui settori alpini occidentali.

E come proseguirà il tempo nei prossimi giorni? 
Per sapere come proseguirà il tempo la prossima settimana, vi consigliamo di seguire quotidianamente i vari aggiornamenti ed in particolare, il nostro Bollettino di Previsione, oltre alle brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook .

Appuntamento tra sette giorni per la prossima edizione della Prima Pagina.

   
                                                                                                 Maurizio C. Pocchia - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI