Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 20 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 19/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

20/11/17, ore 12:50

Temperatura: 10.6°C
Umidità relativa: 63%
Pressione: 1019.7mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

20/11/17, ore 12.51

Temperatura: 9.9°C
Umidità relativa: 49%
Pressione: 1019.5mB
23 aprile - Colpo di coda dell'inverno! Molto freddo in quota, escursioni termiche in pianura   Inserito il› 22/04/2017 21.36.02
Domenica 23 aprile 2017 - ore 00:00
 
 
 

Le immagini ci illustrano quanto è accaduto in questi giorni. In pianura padana brinate tardive con temperature intorno allo 0°C. In montagna, invece, la rapida fusione primaverile ha "ingrossato" i torrenti, che si son trovati improvvisamente a congelare lungo le rive a causa del forte gelo improvviso, e con giornate con temperature mai sopra zero nella località di Livigno (SO), proprio come in una normale giornata invernale (In alto sinistra una brughiera brinata a Segrate - 20 Aprile 2017 - Foto di Matteo Pillitteri. Foto di sfondo a cura di Enzo Bevilacqua - Livigno 21 Aprile 2017 - Fonte "Livigno is Magic" - Facebook)

 

Buongiorno tutti dallo Staff CML e ben ritrovati per una nuova edizione della "Prima Pagina"!

Settimana a "cavallo" della terza decade di Aprile all'insegna di un drastico cambiamento della sinottica a scala europea, con una rapida ed incisiva irruzione di aria artica direttamente dall'area russo-scandinava.

Anche in Italia il cambiamento è risultato incisivo, sopratutto per quanto concerne le temperature; scarse le precipitazioni, principalmente "relegate" al nord-est italiano sottoforma di forti temporali, e a seguire nevicate sino a 400-500m tra appennino abruzzese e Gargano, dove Monte Sant'Angelo (Foggia) ha visto cadere qualche centimetro di inusuale neve di fine Aprile!

Nel nord Italia clima prevalentemente secco, con raffiche di foehn davvero incisive su ovest Lombardia e con valori di umidità e punti di rugiada davvero inusuali per il periodo!

Ma vediamo ora più in dettaglio quanto accaduto nella settimana appena trascorsa sul nostro territorio a livello meteorologico.
 
Lunedì dell'angelo con cielo nuvoloso al mattino, a seguito di "strascichi" del tempo perturbato del week-end appena concluso. Ampi rasserenamenti dal tardo mattino, con temperature minime comprese un po' ovunque in pianura fra 8 e 11°C, massime più contenute rispetto alla domenica, in generale mai oltre i +20°C. In serata primo ingresso del favonio su pedemontane dell'ovest regione e alte pianure adiacenti con raffiche sostenute, per l'approfondirsi della saccatura artica e con l'alta pressione che preme da ovest, a nord delle Alpi, e con il classico "naso" barico. Alcune deboli nevicate da "sfondamento" sui crinali di confine e persino localmente sulle Grigne, oltre i 2000m.

Martedì 18 Aprile cielo nuvoloso da cirrostrati e velature dense un po' ovunque nella notte e al mattino, minime comprese tra +4 e +9°C. In tarda mattinata fa il suo ingresso, molto impetuoso, il foehn, con raffiche che nel pomeriggio toccheranno gli 80/90km/h in uscita da alcune vallate pedemontane del comasco e del varesotto, e fino a 70-80km/h persino sulla bassa pianura, segnatamente in Lomellina. Massime in calo intorno ai 16-18°C ma con tassi d'umidità notevolmente bassi in relazione alla temperatura (e al periodo), sintomo che la massa d'aria è entrata con "prepotenza" in Lombardia e ancora aria abbastanza umida sull'est regione. In generale rapido rasserenamento ovunque entro il tardo pomeriggio, se non per locali cumuli congesti in crescita lungo la dry-line formatasi gradualmente sempre più a sud-est, partendo dal milanese. Deboli temporali sul mantovano in serata.

Mercoledì 19 Aprile gran giornata serena e radiosa ovunque. Su ovest regione raffiche di foehn in graduale calo nella notte, con minime che in generale non sono mai scese sotto i +4°C, ad eccezione di alcune conche briantee e del vogherese, dove complice la calma di vento, si è scesi rapidamente sotto zero fino a -1/-2°C. Discorso simile in Valtellina, dove Caiolo ha raggiunto circa -3°C. Notte meno vento dall'Adda verso est, con brinate diffuse tra cremasco, bresciano e mantovano ma in generale mai sotto 0°C. Nel pomeriggio riprende a "soffiare" il favonio dall'Adda verso ovest, con punti di rugiada prossimi e anche inferiori ai -10°C, valori da pieno "inverno" in caso di Foehn. Complice però l'alta radiazione solare e l'aria particolarmente favonizzata le temperature massime sono ancora salite sino a +16/+17°C in pianura, contenendo particolarmente gli effetti di un'irruzione fredda prettamente invernale. Nel frattempo gran freddo in montagna, specie lungo le creste e i crinali alpini; la vetta della Grigna Settentrionale scende sino a -11,2°C a 2400m, con punto di rugiada prossimo a -20°C. Deboli nevicata da sfondamento anche a Livigno ma con accumuli piuttosto modesti; giornata di ghiaccio (massima sotto gli 0°C per le 24ore) e con raffiche sino a 50km/h da nord.

Giovedì 20 Aprile giornata ancora serena e radiosa ovunque, eccetto per la solita nuvolosità da sfondamento lungo i crinali di confine. La notte più fredda è risultata proprio questa, dove il foehn è cessato gradualmente ovunque entro l'alba. Caduti alcuni record a macchia di leopardo nei valori minimi, con deboli brinate ovunque, eccetto in città dove Milano, pensate, ha fatto una minima di +8°C, ben 8/10°C in più delle campagne adiacenti! Valori minimi diffusamente fra 0 e +2°C, ad eccezione delle conche briantee e del vogherese dove si è scesi sino a -3°C, un valore che andrebbe benissimo nel mese di Febbraio! Valori di rilievo anche nell'area metropolitana milanese, con Segrate e Locate Triulzi intorno a -1°C,  e nel monzese, con Lesmo e Villasanta tra -2 e -3°C. Attenzione non stiamo parlando di freddi anfratti palustri, ma di zone spesso abitate; immaginate la faccia stupita di alcuni milanesi nello "sbrinare" le auto all'alba del 20 di Aprile, certamente non così frequente. In realtà le deboli brinate d'Aprile sono piuttosto frequenti, specie in prima decade. Tuttavia compiere valori sottozero con tassi d'umidità molto più bassi è stato di rilevanza "storica", specie se consideriamo i diffusi danni alle colture, enfatizzate dall'assenza di precipitazioni. Massime in aumento comprese tra 17 e 19°C, con l'alta pianura ovest che vede l'ingresso di un moderato episodio di foehn ma con tassi d'umidità da record con valori minimi compresi tra il 3 e il 7% e punti di rugiada sino a -25°C. Ovviamente questo ci ha dato indicazione sulle potenzialità dell'irruzione fredda, ma che le varie peculiarità del nostro clima, non sono state (fortunatamente) sfruttate.

Venerdì 21 Aprile giornata serena e limpida ovunque, miglioramento anche sui crinali alpini. Brinate diffuse sulle alte pianure, sul vogherese, milanese e in lomellina con temperature comprese fra -2 e +4°C. Più mite sull'est regione, dove il bresciano viene investito da correnti favoniche da est-nord-est che non hanno permesso alla temperatura di scendere sotto i 6-7°C. Nel mantovano invece inizia un richiamo più umido dall'adriatico, che entro il giorno successivo umidificherà ovunque la pianura. Massime stazionarie e tassi di umidità ancora diffusamente bassi, ad eccezione del mantovano.

Sabato 22 Aprile altra giornata serena ovunque. Il lieve rientro umido dall'adriatico ha fatto il suo ingresso in tutta la bassa pianura, dal mantovano al Piemonte, non permettendo un calo poderoso delle temperature; ancora locali deboli brinate nella bassa ed aria satura all'alba. Discorso diverso sull'alta pianura e nelle conche briantee dove i cali sono ancora risultati importanti per il periodo, con temperature intorno allo 0°C e brinate abbastanza diffuse. Aumento poderoso dei valori massimi in giornata, con massime che tornano verso valori consoni al periodo con notevole escursione termica intorno ai 20°C. Massime tra +22 e +24°C nella medio-bassa pianura, valori più bassi sulle pedemontane, intorno ai +20°C. Con oggi si ritiene conclusa la breve ma incisiva fase (potenzialmente) fredda.

Oggi, Domenica 23, valori in ulteriore aumento, specie nei valori minimi. Cielo sereno o velato su quasi tutta la regione tranne sull'area più settentrionale alpina dove tra la notte e il mattino innocui addensamenti hanno contenuto il soleggiamento.

E come proseguirà il tempo nei prossimi giorni? 
Per sapere come proseguirà il tempo la prossima settimana, vi consigliamo di seguire quotidianamente i vari aggiornamenti ed in particolare, il nostro Bollettino di Previsione, oltre alle brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook .

Appuntamento tra sette giorni per la prossima edizione della Prima Pagina.

   
                                                                                                 Maurizio C. Pocchia - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI