Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 23 gennaio 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 22/01/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

23/1/17, ore 5:26

Temperatura: 2.6°C
Umidità relativa: 66%
Pressione: 1024.8mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

23/01/17, ore 5.20

Temperatura: 3.1°C
Umidità relativa: 66%
Pressione: 1027.1mB
7 novembre - Virata verso il freddo nel fine settimana   Inserito il› 08/11/2016 0.22.41
Settimana prevalentemente mite soprattutto in montagna - in pianura temperature più basse dovute alla presenza di nebbia tenace nei primi giorni della settimana - mentre nel fine settimana sterzata verso un regime termico più fresco con comparsa della neve fino quasi a 1000 metri di quota sulle Alpi Retiche

Lunedì 7 novembre 2016 - ore 24:00 
 
 
 

Lunedì 7 novembre 2016 -  Dopo una settimana tranquilla dominata da una salda struttura anticiclonica posizionata sul centro-sud Europa, nel fine settimana aria fredda di origine artico-marittima in discesa dalla Scandinavia ha prodotto un marcato peggioramento del tempo il cui esaurimento, nel pomeriggio di domenica 6 novembre, ha lasciato in eredità una sensibile diminuzione delle temperature e la comparsa della neve sul settore retico alpino fino a quote prossime ai 1000 metri. Nell'immagine infatti si nota come anche il fondovalle della piana di Bormio (So) alla quota di 1200 metri circa risultasse innevato nella mattinata di lunedì 7 novembre.  Fonte: www.bormioski.it.

 
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina".

Il mese di novembre è iniziato in Lombardia ricalcando il tipo di tempo che aveva caratterizzato l'ultima settimana di ottobre, ovvero prevalentemente mite e ben soleggiato grazie alla presenza di un robusto campo anticiclonico. Soltanto su parte della pianura l'inizio della settimana è stato caratterizzato da nebbie piuttosto dense e a tratti persistenti per tutta o gran parte della giornata e quindi con temperature decisamente più fresche rispetto alle zone dove il soleggiamento ha potuto lavorare indisturbato consentendo pomeriggi tardo autunnali tiepidi e piacevoli. 
Tuttavia nell'ultimo fine settimana il campo anticiclonico è stato spazzato via da un fronte atlantico ben organizzato supportato dalla discesa dalla penisola Scandinava di una massa d'aria fredda che, come succede d'abitudine in questi casi, ha generato dapprima una depressione nel Mediterraneo occidentale la quale ha pilotato una massa d'aria caldo-umida verso la nostra regione responsabile di piogge abbondanti con quota neve a livelli medio-alti e poi, col trascorrere delle ore e con il progressivo spostamento della struttura verso sud-est, ha permesso all'aria fredda di oltrepassare i contrafforti alpini e giungere in Lombardia. In quest'ultima fase del peggioramento la quota neve è drasticamente calata sulle Alpi fino quasi a 1000 metri di quota mentre in pianura freschi venti nord-occidentali hanno ripulito il cielo dalle nuvole e abbassato le temperature rendendo l'aria frizzante e cristallina nella mattinata di lunedì 7 novembre.

Ma analizziamo come di consueto la successione degli eventi salienti che hanno caratterizzato la settimana appena conclusasi.

Lunedì 31 ottobre la giornata è iniziata con una fitta coltre di nebbia che ha avvolto gran parte della pianura riducendo la visibilità in alcuni casi fin sotto i 100 metri. La nebbia è risultata persistente quasi tutto il giorno a sud di Milano e nel pavese mentre altrove in giornata si è parzialmente dissolta. Giornata decisamente soleggiata invece sulla fascia pedemontana e ovviamente su Alpi e Prealpi. Le temperature in pianura dove la nebbia è risultata più tenace sono risultate comprese tra 3°C e 6°C mentre dove si è dissolta le massime hanno raggiunto i 16°C/17°C. 

Martedì 1 novembre prima parte di giornata fotocopia del giorno precedente con nebbie fitte che hanno avvolto la pianura ma guadagnando qualche chilometro verso Nord e spingendosi ai limiti della fascia pedemontana mentre su Alpi e Prealpi il cielo si è mantenuto sereno; in giornata tuttavia un blando rientro di aria umida da est alle medie quote ha annuvolato il cielo e rotto l'inversione portando alla dissoluzione della nebbia in pianura ma al contempo ha coperto il cielo su Alpi e Prealpi. Le temperature minime sono risultate comprese tra 5°C e 10°C e le temperature massime comprese tra 13°C e 15°C.

Mercoledì 2 novembre giornata "al contrario" rispetto al giorno precedente ovvero cominciata con cielo nuvoloso o molto nuvoloso su tutta la regione ma nel pomeriggio, in corrispondenza del tramonto, il cielo si è parzialmente liberato dalle nubi sull'ovest regione regalando su queste zone un tramonto coloratissimo grazie agli ultimi raggi solari. Temperature minime comprese tra 5°C sull'ovest regione - registrati però in prossimità della mezzanotte grazie al cielo sereno - e 11°C sulla parte orientale della regione e temperature massime comprese tra 14°C e 17°C.

Giovedì 3 novembre nuova ricomparsa delle nebbie in pianura grazie al cielo sereno della notte. In giornata su Alpi e Prealpi si è fatta strada una debole corrente da nord che ha ripulito il cielo dai leggeri banchi nuvolosi presenti mentre in serata sulla pianura si è manifestata una moderata ventilazione orientale che ha impedito la formazione della nebbia. Le temperature minime sono risultate comprese tra 8°C e 12°C mentre le temperature massime sono risultate comprese tra 14°C e 19°C raggiunti in particolare allo sbocco delle vallate prealpine sotto l'azione del riscaldamento catabatico indotto dalla ventilazione settentrionale.

Venerdì 4 novembre giornata con alternanza di annuvolamenti ed aperture con i primi che col passare delle ore hanno prevalso sulle seconde; in tarda serata infatti la perturbazione pilotata dalla discesa di aria fredda Scandinava si è affacciata sul nord-ovest italiano portando le prime precipitazioni in particolare sul Piemonte e in parte sull'estremo lembo nord-occidentale lombardo con la zona del Verbano con accumuli fino a 6/7 millimetri. Le temperature minime sono risultate comprese tra 5°C e 10°C e le temperature massime tra 12°C e 16°C.

Sabato 5 novembre giornata piovosa su tutta la regione con accumuli maggiori sulle zone alpine e prealpine centro-orientali con valori fino a 65/70 millimetri; valori decrescenti sulle province occidentali e meridionali con valori di 15/20 millimetri sul Pavese, nel Mantovano e nel Verbano. Quota neve variabile in giornata tra 1600 metri al mattino e 2200 metri nel pomeriggio. Escursione termica piuttosto ridotta con valori minimi compresi tra 8°C e 10°C e valori massimi compresi tra 9°C e 12°C.

Ieri domenica 6 novembre giornata più instabile con piogge concentrate ancora una volta sulla fascia alpina e prealpina e centro-orientale con accumuli fino a 50/60 millimetri sulle Orobie e valori via via più bassi spostandosi verso ovest e verso sud. Da segnalare qualche rovescio di gragnola e alcuni tuoni tra il Pavese e l'Alessandrino nel tardo pomeriggio al passaggio del fronte freddo prima delle schiarite serali e in tarda serata da segnalare forti raffiche di vento da nord con punte fino a 70/75 km/h sulle Alpi e nella zona dei laghi. Come detto all'inizioquota neve in progressivo calo in giornata fino poco sopra i 1000 metri sulle Alpi Retiche con accumuli totali fino a 50 centimetri oltre i 2000 metri e fino a 20/25 centimetri a 1500 metri.
Temperature minime - registrate quasi ovunque in tarda serata - comprese tra 2°C e 7°C e temperature massime comprese tra 10°C e 13°C.


Per quanto riguarda la nuova settimana il tempo dovrebbe risultare ben soleggiato per gran parte della settimana con temperature minime vicine allo zero in pianura e le prime brinate/deboli gelate nella prima metà della settimana; nella seconda parte della settimana le temperature dovrebbero risalire di qualche grado e nel fine settimana sarà da valutare un possibile peggioramento del tempo che però dovrà essere confermato con le future emissioni dei modelli previsionali.
Tuttavia per i dettagli sul tempo dei prossimi giorni vi consigliamo, come sempre, di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, le brevi analisi, gli approfondimenti, le curiosità ed i dettagli sulle situazioni più particolari e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook .
 
Buona settimana a tutti e appuntamento con una nuova edizione della Prima Pagina tra sette giorni. 

 
                                                                                                       Livio Perego - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI