Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 15 luglio 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 14/07/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

15/7/19, ore 22:04

Temperatura: 21.9°C
Umidità relativa: 66%
Pressione: 1013.39mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

15/07/19, ore 22.09

Temperatura: 20.4°C
Umidità relativa: 66%
Pressione: 1013.6mB
5 giugno - Instabilità "permanente"   Inserito il› 06/06/2016 0.11.38
Settimana fortemente instabile con pioggia a più riprese e temporali localmente di forte intensità con annessa grandine e alcuni fenomeni vorticosi. Temperature ancora fresche e difficilmente sopra i 25°C

Domenica 5 giugno 2016 - ore 24:00 
 
 
 

Lunedì 30 maggio 2016 -  Settimana fortemente instabile con piogge e temporali pressoché quotidiani su quasi tutto il territorio lombardo. In questa foto un temporale molto fotogenico tra il novarese e l'ovest milanese. Foto: Davide Sironi.

 
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina".

L'estate 2016 - che dal punto di vista meteorologico è iniziata mercoledì 1 giugno - si presenta sulla nostra regione con il volto dell'instabilità a tratti perturbata con rovesci e temporali praticamente quotidiani che di volta in volta hanno colpito l'intero territorio senza quasi distinzioni di sorta.

Sul nord Italia e su gran parte dell'Europa permane infatti una situazione barica piuttosto statica con un'area di altra pressione centrata sul nord Atlantico tra penisola Scandinava e Islanda e discesa di aria fresca sui suoi bordi orientale ed occidentale che finiscono per scorrazzare sull'Europa meridionale e quindi sulla nostra regione. Qui inoltre il campo barico si presenta piuttosto livellato e ciò comporta una particolare "lentezza" delle correnti che favoriscono linee di convergenza di venti e di masse d'aria quasi immobili foriere di precipitazioni intense semi-stazionarie. 

Da qui i fenomeni temporaleschi molto frequenti in questa settimana che spesso hanno scaricato quantità ingenti di precipitazioni su aree piuttosto limitate di territorio creando qualche disagio per allagamenti improvvisi.

La cronaca degli eventi della settimana è infatti un susseguirsi di episodi temporaleschi intensi che di volta in volta hanno colpito una zona piuttosto che un'altra.

Lunedì 30 sono stati il capoluogo e l'immediato hinterland orientale a subire principalmente i negativi effetti di una mattinata di pioggia battente ed intensa sebbene tutta la regione senza particolari distinzioni è stata colpita dalle precipitazioni. A fine giornata le nostre stazioni di rilevamento del capoluogo e della zona di confine orientale con Milano si sono attestate su un cumulato di precipitazioni tra 80 e 90 millimetri, in pratica ciò che sarebbe la media dell'intero mese di giugno. Le temperature minime sono risultate comprese tra 13°C e 16°C mentre le massime tra 16°C e 26°, influenzate maggiormente dalla presenza delle nuvole - come accaduto nella parte centro-occidentale della regione - piuttosto che dal sole.

Martedì 31 è stata la fascia pedemontana e prealpina quella dove si sono concentrate maggiormente le precipitazioni. Tra il Comasco ed il Varesotto gli accumuli di pioggia hanno toccato localmente i 50/60 millimetri ma anche più ad est, su alcune zone prealpine Bresciane, si sono raggiunti i 35/40 millimetri. Non sono mancati episodi temporaleschi anche in pianura in particolare tra Pavese e Novarese. Per quanto riguarda le temperature ancora una volta determinante è stata la quantità del soleggiamento; ad ovest il sole ha latitato per gran parte della giornata e le temperature hanno raggiunto a fatica i 17°C/18°C mentre ad est e sulle province meridionali la maggior insolazione ha fatto impennare i valori termici fino a 25°C/26°C.

Mercoledì 1 giugno - primo giorno dell'estate meteorologica 2016 - la zona maggiormente colpita dalle precipitazioni è stata quella immediatamente a sud di Milano unitamente ai quartieri meridionali ed occidentali del capoluogo con punte fino a 70/75 millimetri. Sul resto della regione precipitazioni più sporadiche rispetto ai giorni precedenti in particolare sulla fascia centro-orientale. Temperature sostanzialmente allineate ai valori dei giorni precedenti salvo un lieve calo generalizzato di 1/2°C.

Giovedì 2 - festa della Repubblica Italiana - le piogge più intense si sono registrate nel Bresciano, su parte del Mantovano, nel Pavese e ancora una volta nel Milanese orientale con picchi fino a 50/60 millimetri. Temperature che viceversa sono salite di 1/2°C rispetto al giorno precedente.

Venerdì 3 è stata forse la giornata "migliore" della settimana; rovesci e temporali sono stati più localizzati anche se non sono mancati episodi intensi sul Bergamasco, nel Mantovano e nel Pavese con punte di precipitazioni fino a 30/35 millimetri. Temperature invece stazionarie rispetto al giorno precedente.

Sabato 4 il turno di capofila nella classifica degli accumuli pluviometrici è toccata alla fascia pedemontana tra Como e Lecco; nella notte ed al mattino infatti rovesci intensi hanno battuto la zona determinando accumuli rilevanti nelle prime 12 ore del giorno; nell'hinterland comasco si sono raggiunti 70/75 millimetri di pioggia ma anche nella Brianza Lecchese si sono raggiunti i 50/60 millimetri. Nel pomeriggio invece maggiore soleggiamento e precipitazioni che si sono spostate sulle province più meridionali della regione. Campo delle temperature stazionario o al più in lieve calo soprattutto nei valori massimi.

Oggi, domenica 5, ancora una giornata instabile soprattutto nella fascia pedemontana e di alta pianura con rovesci e temporali in particolare nel pomeriggio tra Bergamasco e Brianza orientale con punte fino a 50 millimetri. Temperature stazionarie nei valori minimi e in rialzo di un paio di gradi nei valori massimi con punte di 26°C/27°C nelle province più meridionali.

Viste le premesse cosa attendersi per la nuova settimana? la situazione non evolverà particolarmente, permarranno quindi condizioni di spiccata variabilità in particolare nelle zone pedemontane e prealpine e nelle fasce orarie tra il pomeriggio e la sera quando maggiore è il contributo del soleggiamento per fomentare instabilità condizionata dai rilievi montuosi. Probabilmente sul finire della settimana potremmo assistere a due o tre giorni maggiormente stabili e soleggiati ma con qualche rovescio o temporale sempre in agguato. Stessa sorte per le temperature, che dovrebbero rimanere sugli attuali livelli nella prima parte della settimana per aumentare di qualche grado nella seconda parte senza però toccare picchi eccessivi di caldo.


Per i dettagli sull'evoluzione del tempovi consigliamo, come sempre, di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, le brevi analisi, gli approfondimenti, le curiosità ed i dettagli sulle situazioni più particolari e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook .
 
Buona settimana a tutti e appuntamento con una nuova edizione della Prima Pagina tra sette giorni. 

 
                                                                                                       Livio Perego - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI