Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Martedì 28 maggio 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 27/05/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Webcam

www.meteogiuliacci.it

28/05/24, ore 1:03

Temperatura: 18.8°C
Umidità relativa: 83%
Pressione: 1015.0mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

28/05/24, ore 1:20

Temperatura: 16.4°C
Umidità relativa: 89%
Pressione: 1016.2mB
24 gennaio - Settimana fredda ma secca   Inserito il› 24/01/2016 18.58.31
Prima irruzione fredda della stagione invernale 2015/2016 degna di questo di nome in Lombardia; purtroppo è stato un freddo sterile che non ha sortito nessuna nevicata e col passare dei giorni le temperature sono pian piano aumentato fino a tornare in prossimità o anche oltre i 10°C nel fine settimana.
 
Domenica 24 Gennaio 2016 - ore 19:00
 
 

Settimana fredda sul nostro territorio benchè asciutta e senza precipitazioni di rilievo. La prima ondata di freddo degno di questo nome della stagione ha fatto registrare temperature piuttosto basse in particolare in montagna e nei fondovalle alpini e in genere in tutte le zone dove il freddo può sedimentare nei bassi strati come conche, brughiere e zone di campagna. La punta estrema di freddo nella rete CML si è raggiunta nella stazione di Livigno con -26.9°C la mattina di lunedì 18 gennaio. In montagna il freddo intenso ha ghiacciato tutti gli specchi d'acqua e la quasi totalità di fiumi e torrenti. Nella foto uno dei laghetti alpini presenti in prossimità delle Baite di Grem in alta Valle Brembana (Bg) Fonte: www.valbrembanaweb.com

 
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina".
 
Dopo una lunga assenza il freddo è tornato a colpire la Lombardia e gran parte della penisola. Per la nostra regione si è trattato però di un freddo secco senza precipitazioni di rilievo, che si sono limitate alle zone alpine di confine spinte dalle intense correnti settentrionali che hanno soffiato in quota.

Il quadro sinottico a inizio settimana ha visto infatti un'area di alta pressione migrare verso il centro-nord europa pilotando sul suo bordo orientale una massa d'aria particolarmente fredda verso il Mediterraneo centrale. La catena alpina ha però fatto da barriera al flusso freddo deviando la parte più instabile verso le regioni adriatiche centro-meridionali, dove la neve è caduta fin sulle coste in Abruzzo, Molise e Puglia.

In Lombardia l'aria fredda è entrata da nord sotto forma di favonio lo scorso fine settimana, che una volta cessato ha permesso al freddo di sedimentare nel catino padano. Ne sono risultate alcune giornate con temperature piuttosto basse nonostante il sole largamente presente; si è trattato comunque di un freddo "normale" per la prima e la seconda decade di gennaio in ossequio ai valori medi trentennali per la nostra regione.

In particolare, nelle zone di pianura non si sono rilevate giornate di ghiaccio, ossia giornate in cui la temperatura è risultata sottozero per tutte le 24 ore, ma nelle giornate più fredde, da lunedì 18 a mercoledì 20, i valori massimi si sono mantenuti tra +3°C e +5°C. Discorso diverso per i valori minimi che sono risultati ampiamente sottozero in pianura in tutta la regione con valori fino a -7°C/-8°C e ovviamente in montagna con valori inferiori a -10°C al di sopra dei 1000/1200 metri di quota. Come abitualmente accade in questi casi la conca Livignasca è risultata la più fredda della regione, la mattina di lunedì 18 infatti la stazione CML di Livigno contrada Forcola ha registrato ben -26.9°C.

Con il passare dei giorni tuttavia la massa d'aria fredda presente è stata via via erosa da correnti più miti affluite contestualmente ad una nuova espansione di una struttura anticiclonica temperata di matrice azzorriana. I primi effetti si sono avuti in quota a metà settimana mentre in pianura l'aria fredda ha mantenuto ancora basse le temperature soprattutto di notte e al primo mattino; tuttavia a partire da sabato 23 e poi più diffusamente oggi domenica 24, le temperature massime diurne si sono portate intorno ai 10°C e in molti casi anche verso i 12°C/13°C come accaduto sulle zone pedemontane centro-occidentali, favorite anche da un calo dei valori di umidità relativa.

Per la nuova settimana si torna al vecchio copione degli ultimi mesi con la scena meteorologica dominata da un ampio e saldo anticiclone che garantirà tempo stabile, soleggiato e mite in particolare sui colli ed in montagna mentre in pianura potrebbero ricomparire foschie e nebbie e con esse, purtroppo, anche un aumento degli agenti inquinanti.

Per sapere comunque come evolverà il tempo della prossima settimana, vi consigliamo, come sempre, di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, le brevi analisi, gli approfondimenti, le curiosità ed i dettagli sulle situazioni più particolari e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook .
  
Buona settimana a tutti e appuntamento tra sette giorni per una nuova edizione della Prima Pagina. 
 
 
                                                                                                       Livio Perego - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo ETS (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo ETS - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI