Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Domenica 19 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 18/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

19/11/17, ore 19:00

Temperatura: 11.0°C
Umidità relativa: 74%
Pressione: 1013.9mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

19/11/17, ore 19.01

Temperatura: 14.2°C
Umidità relativa: 26%
Pressione: 1014.4mB
13 settembre - Prime giornate autunnali   Inserito il› 14/09/2015 1.49.16
Settimana priva di spunti meteorologici di rilievo tranne le prime temperature minime inferiori a 10°C nelle conche e nelle brughiere nella mattinata di lunedì 7 e la giornata di domenica 13 dai connotati autunnali con piogge diffuse e temperature massime quasi ovunque inferiori a 20°C

Domenica 13 Settembre 2015 - ore 24:00
 
 
 
Domenica 13 settembre 2015 - Domenica di piogge in Lombardia ma è stata soprattutto la Liguria ad essere colpita da una fase di spiccato maltempo con piogge intense e temporali che hanno creato disagi e alcuni allagamenti nel capoluogo e nella riviera di Levante. In foto una via di Genova con i tombini che in tarda mattinata non hanno più retto alla grande quantità d'acqua scaricatasi sulla città. Foto: Fabio Bussalino.
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della Prima Pagina.

Settimana piuttosto tranquilla e senza grandi eventi meteorologici quella appena terminata, complice l'assenza di una figura barica ben definita sul Mediterraneo centrale a determinare le sorti del tempo sulla nostra regione.

Solo nel fine settimana la situazione meteorologica si è fatta più interessante grazie all'arrivo di una struttura depressionaria ben organizzata che, seppur non colpendo direttamente l'Italia ma in particolare la Francia, con la sua parte meridionale ha determinato una fase dispiccata instabilità sul Nord Italia.

Al contrario l'inizio della settimana è stato caratterizzato da una fase di relativa stabilità con giornate prevalentemente soleggiate e con temperature estiveovvero ancora superiori ai 25°C.

Lunedì 7 infatti, dopo una domenica splendida con cieli tersi e visibilità eccellente grazie ad una vivace ventilazione settentrionale, calmatosi il vento da nord e complice la notte serena, si sono assaporate le prime temperature decisamente "frizzanti" della nuova stagione. Nelle conche e nelle brughiere, notoriamente zone dove il freddo sedimenta più rapidamente, all'alba le temperature sono risultate ben inferiori ai 10°C con punte fino a 7°C/8°C o, ancora meglio, fino a 5°C nel fondovalle Valtellinese e fino a -4°C nella fredda Livigno.
In giornata tuttavia le temperature massime si sono rapidamente alzate fino a toccare in pianura picchi fino a 26°C/27°C.

Situazione simile anche martedì 8 anche se sulle zone occidentali ha prevalso una certa nuvolosità che ha "appiattito" l'escursione termica facendo aumentare le temperature minime che si sono riportate ovunque sopra i 10°C e abbassando le temperature massime generalmente comprese tra 21°C e 23°C. Da segnalare anche qualche pioggia nella notte ed al primo mattino con accumuli fino a 5-7mm. Sulle zone di pianura centro-orientali invece il maggiore soleggiamento ha permesso un bis dei picchi termici del giorno precedente con valori fino a 26°C/27°C.

Mercoledì 9 altra giornata prevalentemente soleggiata con solo alcuni cumuli pomeridiani soprattutto sui settori prealpini dove si sono formati alcuni modesti rovesci con accumuli di poco conto. Altrove è stata un'altra giornata mite e prevalentemente soleggiata con temperature massime comprese tra 22°C e 26°C.

Giovedì 10 un debole fronte instabile di passaggio a nord delle Alpi ha influenzato marginalmente il tempo anche sui settori nord-occidentali Lombardi con qualche debole pioggia o pioviggine tra la notte e la prima mattina con accumuli generalmente fino a 5-6mm. Qualche millimetro in più è caduto solo nelle vallate superiori del vicino canton Ticino elvetico. Ancora una volta sulla pianura ha prevalso il sole e le temperature massime si sono riportate ancora una volta fin sui 24°C/26°C.

Con venerdì 11 ha preso avvio una fase più instabile e meno soleggiata a causa dell'approssimarsi all'Italia di una vasta e ben organizzata struttura depressionaria in discesa dal nord Atlantico. In mattinata si è assistito ad un primo rapido passaggio di rovesci che hanno colpito principalmente le zone alpine e prealpine e, dopo una pausa con ampie aperture soleggiate, in serata un secondo passaggio piuttosto blando ha attraversato pressoché tutta la regione portando nuove piogge seppur di debole intensità.
A fine giornata gli accumuli di pioggia più elevati si sono registrata in alta Valtellina con punte fino a 20mm e ancora una volta nella vallate Ticinesi con valori fino a 12/13mm. Altrove gli accumuli sono risultati ben più modesti e non superiori a 3/4mm.
Sul fronte delle temperature è iniziata una lenta discesa soprattutto nei valori massimi che sono risultati compresi tra 20°C e 23°C. Solo nel Mantovano si sono registrati valori fino a 24°C/26°C.

Sabato 12 giornata di attesa; la perturbazione in azione sulla Francia meridionale che ha causato notevoli danni per le intense precipitazioni nella zona di Montpellier, ha richiamato aria calda e umida dall'Adriatico verso la Lombardia causando una certa nuvolosità sulle zone nord-occidentali della regione associata a qualche debole pioggia o pioviggine ma facendo impennare di nuovo le temperature massime tra Cremonese, basso Bresciano e Mantovano con valori fino a 27°C/28°C mentre all'opposto, nelle province occidentali, la colonnina di mercurio si è fermata su valori intorno a 22°C/23°C.

Oggi, domenica 13, su gran parte della regione si è vissuta la prima giornata tipicamente autunnale con cieli grigi, nubi basse e piogge diffuse soprattutto nelle province più occidentali al confine con il Piemonte dove si sono registrati accumuli di pioggia fino a 55/60mm. Nulla a che vedere con quanto successo poco distante in Liguria colpita da piogge intense e temporali violenti e rigeneranti grazie al contributo energetico e di umidità del mare ancora molto caldo e della catena appenninica alle spalle delle coste che esalta la condensazione del vapore in nubi
cariche di pioggia. Si sono così avuti accumuli di pioggia rilevanti in poche ore e come conseguenza inevitabili disagi per allagamenti e corsi d'acqua straripati.
Le temperature in Lombardia sono diminuite ulteriormente, con i valori massimi quasi ovunque inferiori a 20°C, ancora una volta solo sulle province orientali l'alito mite adriatico ha consentito alle temperature di veleggiare fino a 24°C/25°C.

A questo punto per i prossimi giorni cosa possiamo attenderci? dopo un lunedì ancora piuttosto piovoso e fresco dovrebbe seguire un martedì abbastanza stabile e soleggiato mentre a seguire è probabile una sequenza di alcuni giorni piuttosto grigi e tipicamente autunnali con piogge alternate a pause asciutte. Per il prossimo weekend la tendenza è attualmente assai incerta anche se dovrebbe prevalere una maggiore stabilità con precipitazioni poco probabili ma tale previsione è da verificare ed affinare con le prossime emissioni dei modelli matematici di previsione.

Per seguire quindi l’evolvere del tempo vi consigliamo, come sempre, di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione e le brevi analisi, gli approfondimenti, le curiosità ed i dettagli sulle situazioni più curiose e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.
 
Buona settimana a tutti e arrivederci alla prossima edizione della Prima Pagina. 
 
 
Livio Perego - Staff CM
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI