Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Domenica 18 agosto 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 17/08/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

18/8/19, ore 3:34

Temperatura: 23.8°C
Umidità relativa: 66%
Pressione: 1014.67mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

18/08/19, ore 3.38

Temperatura: 21.8°C
Umidità relativa: 73%
Pressione: 1014.9mB
11 gennaio - Dominio anticiclonico   Inserito il› 11/01/2015 18.43.38
Settimana di matrice anticiclonica e senza precipitazioni contraddistinta da due fenomeni rilevanti; una massa d'aria molto calda giunta sabato 10 con temperature massime fino a 22/23 gradi e repentino cambiamento il giorno successivo con venti di favonio turbolenti fino a 60/70 km/h in pianura e fino a 130/150 km/h in montagna


Domenica 11 gennaio 2015 - ore 18:00
 
 

Sabato 10 gennaio 2015 -  Una "lama" di aria calda di matrice oceanica/subtropicale si incunea nel Mediterraneo facendo schizzare verso l'alto le temperature in Lombardia, in particolare sulle zone collinari e in montagna. Si sono così registrati valori di temperatura massima ben oltre i 20°C in molte località. FONTEwww.wetterzentrale.com
Buona giornata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati ad una nuova edizione della "Prima Pagina".

La settimana che sta per concludersi ha avuto l'alta pressione delle Azzorre come protagonista principale sul Mediterraneo centro-occidentale e quindi sulla nostra regione, con giornate prevalentemente assolate o al più con debole nuvolosità e velature e con temperature piuttosto miti per il periodo.

Da rilevare i due episodi particolarmente incisivi accaduti in questo fine settimana; un un afflusso di aria particolarmente miteieri, sabato 10, con temperature ben oltre i 20°C su molte località, e il nuovo episodio favonico di oggi, domenica 11, con poderose raffiche di vento spessosuperiori ai 60/70 km/h in pianura e oltre i 100 km/h a quote di media montagna.

Ma andiamo con ordine e ripercorriamo brevemente quanto successo in settimana.

Lunedì 5, una volta cessato il favonio del giorno prima, giornata soleggiata con temperature che sono rapidamente calate e tornate sui valori poco sopra le medie tipiche del periodo, in particolare sulle zone di pianura dove il favonio è durato solo poche ore. Temperature minime notturne fino a -4°C e temperature massime quasi ovunque superiori a 10°C con picchi fino a 13°C/14°C sulle zone dove il favonio ha soffiato ancora qualche ora nella prima parte della notte.

Martedì 6, giorno dell'Epifania, situazione più o meno invariata, con ampio soleggiamento e temperature ancora piuttosto miti durante il giorno soprattutto in montagna, con valori in calo di 1 o 2 gradi in pianura. Dopo il tramonto foschie e qualche nebbia nelle province di pianura.

Mercoledì 7 giornata soleggiata la notte ed al mattino e qualche velatura innocua nel pomeriggio. Dal punto di vista termico temperature massime ancora in lieve calo in pianura mentre in montagna e nelle vallate alpine la cessazione degli ultimi refoli favonici hanno consentito un netto abbassamento delle temperature anche nell'ordine di 8/9 gradi. Sulle pianure intanto ha iniziato a formarsi uno strato inversionale.

Giovedì 8, altra giornata con passaggi di nuvolosità alta e spesse velature con temperature minime in leggero rialzo in pianura e quasi ovunque superiori allo zero mentre le temperature diurni sono aumentate maggiormente riportandosi vicino ai 10°C.

Venerdì 9 cielo sereno o poco nuvoloso ovunque con graduale rottura dello strato inversionale dovuto all'approssimarsi di aria molto mite proveniente dal basso Atlantico, come mostra l'immagine allegata a questo articolo. Il fenomeno si è accentuato soprattutto in tarda serata quando le nostre stazioni di media montagna hanno avuto un repentino quanto consistenteaumento delle temperature fino a raggiungere anche i 16°C/18°C mentre in pianura i valori rimanevano vicini allo zero.

Ieri sabato 10, complice un blando effetto favonico, le temperature si sono impennate ben oltre i 20°C su tutta la regione ad ovest dell'Adda mentre sulle pianure delle province sudorientali le temperature sono rimaste intorno agli 11°C/12°C e addirittura nel mantovano non si sono superati i 7°C. A titolo di cronaca il picco più elevato si è raggiunto a Cugliate (Va) con 23.3°C ma valori molto elevati si sono toccati sia in Oltrepo Pavese - Codevilla (Pv) 22.6° - sul Lago di Como - Perledo (Lc) 22.4°C - e in Valtellina - Chiavenna (So) 21.4°C.

Durante la scorsa notte le temperature sono scese rapidamente e complice l'elevata umidità presente nella massa d'aria sopraggiunta ieri si sono formate nebbie e foschie. Dalla tarda mattina tuttavia nuovo repentino cambiamento; una massa d'aria fredda proveniente dal nord Europa ha fatto irruzione in Lombardia attraverso i valichi alpini. Sulle Alpi di confine si sono quindi avute brevi nevicate fino a circa 1500 metri di quota - qualche centimetro di accumulo ha imbiancato Livigno, S.Caterina Valfurva e Madesimo - mentre a partire dalle Prealpi e poi fino in pianura la massa d'aria fredda si è presentata sotto forma di violente raffiche di favonio. Letemperature sono di nuovo schizzate verso l'altro raggiungendo in poche decine di minuti valori fino a 16°C/17°C come sempre in particolare sulle province centro-occidentali, mentre ilvento ha raggiunto picchi di 60/70 km/h in pianura e sulle zone pedemontane, fino a 90/100 km/h sulle Prealpi e oltre i 100 km/h in montagna con raffiche vicine ai 150 km/h.

Il vento dovrebbe cessare tra la prossima notte e la mattina di domani, poi martedì pomeriggio un debole fronte perturbato potrebbe portare le prime deboli piogge del 2015 mentre una seconda perturbazione potrebbe giungere sulla nostra regione nella seconda parte della settimana.

Per scoprire quindi come evolverà il tempo nei prossimi giorni, vi consigliamo come sempre di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, i vari commenti degli esperti e degli appassionati sul nostro Forum e brevi analisi e dettagli sulle situazioni più curiose e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook e, per brevi messaggi di aggiornamento, il nostro contatto Twitter.
 
Buona settimana a tutti i meteoappassionati dallo Staff CML.
 
 
Marco Bianchini - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI