Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 3 agosto 2020 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 02/08/2020
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

3/8/20, ore 17:25

Temperatura: 17.4°C
Umidità relativa: 94%
Pressione: 1004.17mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

03/08/20, ore 17.23

Temperatura: 18.1°C
Umidità relativa: 91%
Pressione: 1004.0mB
1 Giugno - Instabilità pomeridiana nell'ultima settimana della primavera   Inserito il› 01/06/2014 20.22.56
 
 
Settimana di fine primavera dominata dall'instabilità convettiva pomeridiana con rovesci e temporali e qualche locale grandinata ma anche con temperature massime in pianura che in alcuni casi si sono portate sui 27°C/28°C


Domenica 1 Giugno 2014 - ore 20.00
 
 
Mercoledì 28 Maggio – Un violento temporale ha colpito nel tardo pomeriggio la zona pedemontana tra Lecco e Bergamo provocando qualche disagio per alcuni allagamenti e per la copiosa grandine che - seppur di piccole dimensioni - ha imbiancato prati e strade. FOTO by Roberto Tocchetti - Sopracornola di Calolziocorte (Lc)   
  
Buona domenica a tutti e ben ritrovati ad una nuova edizione della Prima Pagina, la prima dell'estate meteorologica 2014 che inizia oggi.

L'ultima settimana della primavera ci ha lasciato con l'impronta di una marcata instabilità che ha coinvolto, con rovesci e temporali pressochè quotidianamente, principalmente le zone prealpine e pedemontane ma sconfinando talvolta sulle zone di pianure grazie alle correnti in quota generalmente settentrionali.

A livello sinottico la causa di questo tipo di tempo risiede nel fatto che l'Italia si è ritrovata a metà strada tra due aree di alta pressione, una di stampo azzorriano posizionata al largo delle coste portoghesi e una seconda di stampo continentale posizionata sulla Russia Europea. 

Tra queste due arre di alta pressione si è instaurato un corridoio di correntimediamente settentrionali caratterizzate da masse d'aria più fresche ed instabili che a più riprese hanno coinvolto la nostra regione generando rovesci e temporali praticamente a ciclo continuo e quotidiano e mantenendo le temperature nelle medie tipiche del periodo.

Ma ripercorriamo brevemente la cronologia degli eventi salienti della settimana.

Dopo un fine settimana tranquillo e in gran parte soleggiato, lunedì 26 un primo impulso fresco ha colpito la nostra regione, in particolare le province occidentali, che hanno avuto cielo coperto per quasi tutto il giorno seppur con poche precipitazioni; le pioggie si sono concentrate maggiormente nel Mantovano con valori vicini ai 30mm a fine giornata e nel Pavese con accumuli di poco inferiori ai 20mm. Valori più bassi man mano che ci si spostava verso nord-ovest fino alla Valtellina con solo pochi millimetri di pioggia e perfino in alcuni casi completamente all'asciutto. Temperature massime inferiori ai 20°C nell'angolo nord-ovest complice la persistente copertura nuvolosa mentre sulle province al confine con l'Emilia Romagna valori fino a 25°C/26°C grazie al maggiore soleggiamento che, al contempo, ha favorito rovesci e temporali più intensi.

Martedì 27 ancora rovesci e temporali sparsi nella mattina su Alpi e Prealpi fino a metà pomeriggio quando la nuvolosità è stata spazzata via da venti in rinforzo dai quadranti occidentali. Da segnalare la quota neve piuttosto bassa posizionata sui 2400/2500 metri di quota immortalata a più riprese dalle telecamere al seguito del passaggio del Giro d'Italia sul passo Gavia e sul Passo dello Stelvio con temperature prossime allo zero ai rispettivi valichi.
Accumuli maggiori in Valchiavenna fino a 30/32mm, in Valsassina con valori poco sotto i 30mm e in alta Valle Camonica intorno ai 20mm. Temperature massime in pianura comprese tra 20°C e 25°C.

Mercoledì 28 giornata cominciata con ampio soleggiamento ma dal pomeriggio si sono sviluppati rapidamente nuovi rovesci e temporali soprattutto nelle zone prealpine, alcuni dei quali anche di una certa intensità e caratterizzati da copiose grandinate seppur con chicchi di dimensioni modeste. Notevole l'evento occorso nel tardo pomeriggio nella fascia pedemontana compresa tra Lecco e Bergamo; quì un temporale piuttosto longevo ha scaricato acqua e grandine a volontà con accumuli di pioggia fino a 60/65mm mentre la grandine ha imbiancato il paesaggio come mostra la foto che abbiamo scelto per questo articolo, scattata a Sopracornola di Calolziocorte (Lc). Da segnalare nella medesima località anche il brusco abbassamento della temperatura di quasi 14°C tra l'inizio delle precipitazioni e la fase grandinigena, con un valore minimo di soli 5.7°C.
Da segnalare anche le temperature massime che nelle zone di pianura hanno raggiunto i 26°C/27°C.

Giovedì 29 stesso copione del giorno precedente, mattina soleggiata seppur alternata con fasi più nuvolose e sviluppo di nubi convettive al pomeriggio e nuovi rovesci e temporali, questa volta più deboli, su Alpi e Prealpi e zone di pianura adiacenti. Accumuli maggiori sulle Orobie con valori di poco inferiori ai 20mm e temperature massime in pianura fino a 25°C/26°C.

Venerdì 30 ancora una volta mattinata soleggiata e nel pomeriggio sviluppo di nubi convettive e immancabili i rovesci ed i temporali soprattutto sulle zone prealpine orientali con accumuli localmente fino a 10-15mm. Temperature massime in lieve ulteriore rialzo sulle province meridionali con valori fino a 27°C/28°C, valori invece più contenuti sulle provincie occidentali e sulle zone pedemontane tra 23°c e 25°C.

La fase instabile di venerdì pomeriggio sulle Prealpi si è spostata nella notte ed al primo mattino di sabato 31 verso sud rinvigorendosi grazie alla massa d'aria più calda presente in loco, si sono così formati rovesci e temporali intensi tanto che nel Cremonese si sono registrati accumuli di pioggia fino a 50mm e nel Pavese ed in Oltrepo con valori di 25/30mm. Dalla tarda mattina hanno prevalso invece freschi ed umidi venti orientali che hanno creato la classica coperta di nubi stratiformi a quote medie con soleggiamento molto limitato etemperature massime più basse tra 20°C e 24°C.

Oggi domenica 1 Giugno, primo giorno dell'estate meteorologica 2014, solito copione con alba soleggiata ma con temperature frizzanti e in molti casi inferiori ai 10°C e rapida cumulogenesi nel pomeriggio ancora una volta in particolare su Alpi e Prealpi, con rovesci per lo più deboli o al più moderati e accumuli di pioggia modesti e generalmente inferiori a 10mm. Temperature massime in pianura in lieve rialzo fino a 25°C/26°C.

Per la prima settimana della nuova stagione cosa dobbiamo attenderci? la prima parte della settimana dovrebbe essere contraddistinta dalla prosecuzione di questa fase instabile con mattinate soleggiate e pomeriggi più nuvolosi con ancora occasione di rovesci e temporali in particolare martedì e mercoledì, per la seconda parte della settimana la situazione potrebbe stabilizzarsi e gli aggiornamenti dei modelli di previsione mostrano un certo rialzo delle temperature che in pianura potrebbero portarsi vicino ai 30°C.
Per scoprire comunque come evolverà il tempo nella prossima settimana, vi consigliamo come sempre di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, i vari commenti degli esperti e degli appassionati sul nostro Forum e brevi analisi e dettagli sulle situazioni più curiose e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook e, per brevi messaggi di aggiornamento, il nostro rinnovato contatto Twitter.

La Prima Pagina tornerà invece con una nuova edizione tra sette giorni.

Buona settimana a tutti i meteoappassionati dallo staff CML
 
 Livio Perego  - Staff CML

Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2020 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI