Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 3 agosto 2020 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 02/08/2020
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

3/8/20, ore 17:45

Temperatura: 17.1°C
Umidità relativa: 93%
Pressione: 1003.53mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

03/08/20, ore 17.43

Temperatura: 18.3°C
Umidità relativa: 92%
Pressione: 1004.1mB
4 Maggio - Tempo instabile e dinamico   Inserito il› 03/05/2014 22.56.03
La settimana che ha visto il passaggio di testimone tra aprile e maggio 2014 è stata caratterizzata da tempo dinamico, con molta instabilità, piogge, rovesci e temporali per via del passaggio di alcune perturbazioni atlantiche. Riviviamo tale periodo grazie all'editoriale del nsotro Giuseppe Aceti
 
 
Domenica 4 Maggio 2014 - ore 00.00
 
 
   
 
 

La settimana appena trascorsa, a cavallo tra aprile e maggio 2014, è risultata molto dinamica ed ha visto l’alternarsi di temporali, rovesci, piogge, ma anche di un po’ di sole. L’immagine scelta vuol provare a riassumere i vari tipi di tempo della settimana di fine primavera appena trascorsa; siamo in brughiera brianzola comasca nel tardo pomeriggio di mercoledì 30 aprile, ad Alzate Brianza (CO), dopo l’ennesimo passaggio di rovesci che ha lasciato spazio al più classico degli arcobaleni, con cielo plumbeo sullo sfondo e bei fiori primaverili nei prati. Foto di Filippo Molteni. www.filippomolteni.it

 
 
 
Buona giornata a tutti dallo staff  CML e ben ritrovati per una nuova edizione della "Prima Pagina"!
 
Ci siamo lasciati col mio ultimo editoriale attorno alla metà di Aprile dove sottolineavo come il detto popolare che vuole “aprile con l’ombrello” fosse stato, fino ad allora, disatteso, con quindi la prima metà del mese contraddistinta da sole, bel tempo e clima mite. Ma i detti popolari hanno le loro buone basi di “esperienza storica” così che Aprile si è ripreso nella seconda parte tutte le caratteristiche che lo vogliono piovoso e uggioso. Così, la settimana appena trascorsa, che ha visto il passaggio di testimone tra aprile e maggio, ha continuato a portare tempo dinamico, con molta instabilità, piogge, rovesci e temporali per via del passaggio di alcune perturbazioni atlantiche. Clima dinamico quindi che ha regalato anche immagini veramente suggestive, come quella sopra che ha immortalato un bell’arcobaleno, con tanto di fiori “primaverili” in primo piano ma anche di cielo grigio e cupo sullo sfondo …
 
Ma vediamo ora più in dettaglio quanto accaduto nella settimana appena trascorsa sul nostro territorio.
 
A livello sinottico, tra la fine della scorsa settimana e l’inizio della settimana in corso, una depressione tra Francia e Regno Unito favoriva la formazione di estesi corpi nuvolosi, che hanno caratterizzato il tempo di quasi tutta l’Europa centrale e meridionale, compresa l’Italia. Tra domenica e lunedì (28 aprile) la formazione di un secondo minimo di pressione tra il Golfo del Leone ed il Mar Ligure (in progressivo spostamento verso Sud) ha dato vita ad una attiva perturbazione che favorito maltempo diffuso sul nostro territorio, con piogge e rovesci che hanno portato importanti quantitativi di pioggia. Nei 2 giorni sono così caduti 30/50 mm di pioggia un po’ su tutto il nostro territorio, meno abbondanti sulla Valtellina e con punte fino a 70-80 mm (e oltre) sulle Prealpi, sulla fascia più occidentale del territorio (segnatamente sul Verbano) e sul Mantovano. Clima che è quindi tornato fresco per via del cielo nuvoloso e delle precipitazioni (oltre che per l’afflusso di aria più fresca che ha accompagnato la perturbazione), con le temperature che, lunedì, non hanno superato nei valori massimi al piano i  11/13 °C.
 
Martedì 29 aprile, l'allontanamento verso il sud Italia della perturbazione ha favorito un temporaneo miglioramento del tempo (con una inconsueta nebbia mattutina tra alta pianura e fascia pedemontana occidentale del territorio), con però instabilità pomeridiana sui monti e sulla fascia meridionale centro-orientale del territorio. Sui rilievi quindi, locali precipitazioni con accumuli fino a 10-20 mm mentre sulla bassa pianura si sono mediamente accumulati più diffusamente 5-15 mm, anche localmente quantitativi maggiori sul Mantovano. Grazie al bel tempo comunque, temperature diurne che si sono spinte quasi ovunque attorno a 20/23 °C.
 
Mercoledì 30 Aprile invece, ritorno del maltempo dato che una goccia fredda con un annesso sistema frontale in discesa dalla Francia è transitata sul nord Italia e sul nostro territorio, portando nubi, piogge diffuse, rovesci e alcuni temporali. Accumuli sul nostro territorio per lo più compresi tra 10/20 mm, localmente con punte superiori sui rilievi prealpini. L’ingresso del fronte freddo ha dato luogo, per il contrasto tra le masse d’aria, a rovesci e temporali diffusi e, nella confinante  Emilia Romagna, addirittura alla formazione di tornado come nel modenese.
 
Giovedì 1 maggio invece, la goccia fredda si allontanava verso il sud Italia, dando così luogo ad un nuovo temporaneo miglioramento del tempo, con però la consueta instabilità pomeridiana sui monti e aree limitrofe (piuttosto diffusi tra pomeriggio e serata, con accumuli molto irregolari). In mattinata, qualche nebbia in pianura ma poi bella giornata festiva, con clima gradevole e valori di temperatura diurni per lo più compresi al piano tra 20/23 °C.
 
Venerdì 2 maggio poi, una nuova goccia fredda portava l’ennesima perturbazione atlantica dalla Francia sul nostro territorio, con la formazione di una depressione sul mar Ligure che ha dato vita ad condizioni di tempo perturbato, con piogge e temporali. Precipitazioni diffuse un po’ ovunque, con accumuli sul nostro territorio per lo più comprese tra 15/30 mm, ancora una volta inferiori su alto lago e Valtellina (e in generale sulle Alpi) mentre si sono registrati gli accumuli maggiori su Alto Varesotto, Milanese  e Bresciano, dove localmente si sono sfiorati i 40/50 mm. Nuovo calo termico con valori al piano che, in giornata frequentemente non hanno superato i 12/14 °C.
 
Ieri, a seguito del passaggio della perturbazione, abbiamo assistito ad un miglioramento del tempo, anche se nel pomeriggio e poi in serata nuova instabilità ha dato origine a qualche pioggia e temporale che, a macchia di leopardo, ha colpito stavolta prevalentemente la pianura, con accumuli però irregolari e per lo più entro i 10 mm; da segnalare, al primo mattino ,temperature piuttosto fresche per il periodo così che al piano, sulla fascia centro-occidentale del territorio col cielo già sgombro da nubi, si sono registrati valori per lo più compresi tra 7 e 10 °C.
 
Oggi invece, domenica 4 maggio, è previsto un generale ulteriore miglioramento delle condizioni meteo per il ritorno dell’alta pressione. Da segnalare purtroppo come, nel suo percorso verso Sud, la goccia fredda abbia portato fenomeni intensi prima tra Liguria e Toscana, poi purtroppo nell’Anconetano dove a Senigallia si segnalano anche 2 vittime (fonte: Repubblica.it)
 
E come proseguirà il tempo nei prossimi giorni? Le ultime emissioni modellistiche confermano  come la prossima settimana dovrebbe proseguire il progressivo aumento della pressione per l’espansione dell’anticiclone verso ovest, con probabile ritorno a condizioni di tempo stabile e progressivamente più mite. Per scoprire comunque come evolverà il tempo nella prossima settimana, vi consigliamo come sempre di tenervi aggiornati seguendo il nostro Bollettino di Previsione, i vari commenti degli esperti e degli appassionati sul nostro Forum e brevi analisi e dettagli sulle situazioni più curiose e didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook e, per brevi messaggi di aggiornamento, il nostro rinnovato contatto Twitter.
 
Buona settimana a tutti; ci ritroviamo tra 7 giorni.
  
 
 Giuseppe Aceti - Staff CML

Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2020 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI