Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Venerdì 21 giugno 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 20/06/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Webcam

www.meteogiuliacci.it

21/06/24, ore 15:52

Temperatura: 26.0°C
Umidità relativa: 78%
Pressione: 1011.9mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

21/06/24, ore 16:09

Temperatura: 22.8°C
Umidità relativa: 82%
Pressione: 1012.8mB
28 Luglio - Ultimi temporali serali, poi via libera al caldo autentico!   Inserito il› 28/07/2013 18.01.08
 
Settimana caratterizzata da un esordio moderatamente instabile, poi entra in scena per la seconda volta da inizio giugno, il respiro dell'alta pressione di stampo sub-tropicale che ci accompagna ad una autentica fiammata estiva come di fatto accade almeno una volta ogni anno. Editoriale di Matteo Dei Cas.
 
 
 
Domenica 28 Luglio 2013 - ore 18:00 
 
 
Lunedì 22 Luglio 2013: Uno  dei  frequenti  temporali  di calore che ha caratterizzato la prima parte della settimana: appuntamento serale quasi quotidiano su Alpi e Prealpi. Qui una coreografica fulminazione è stata immortalata in Valsassina dall'obiettivo del nostro bravo Stefano Anghileri.
Buona serata a tutti e ben ritrovati ad una nuova e rapida edizione della "Prima Pagina"!
 
Il caldo prosegue, così come era iniziato nel corso della seconda decade di Luglio, e come è giusto che sia in effetti dato che stiamo vivendo il periodo statisticamente più caldo dell'anno. Certamente il perpetuarsi della sensazione di afa rende particolarmente fastidiosa la percezione delle alte temperature, che pur essendo significativamente elevate sono comunque ancora lontane da valori record: nulla di eccezionale quindi in termini di intensità, mentre in merito alla durata di questa fase calda è ancora presto per potere tirare le somme.
Tra l'altro l'ondata di calore autentico che stiamo vivendo in questi giorni, risulta essere soltanto la seconda della stagione dopo quella che ci aveva interessato per pochi giorni tra la seconda e la terza decade di giugno.
 
Nella scorsa edizione il nostro Giuseppe Aceti aveva descritto la presenza perentoria dell'anticiclone delle Azzorre, tra l'altro saldamente posizionato sulle Isole Britanniche e responsabile in quelle zone di un' eccezionale ondata di calore: una posizione un po' troppo settentrionale per coinvolgere la nostra Regione, soggetta di tanto in tanto a spifferi di aria più fresca ed instabile di natura atlantica che ha dato luogo a diffusi episodi temporaleschi in montagna, mantenendo allo stesso tempo i termometri di poco sopra la media del periodo.
 
Nel corso della prima parte di questa settimana la cellula anticiclonica è andata incontro ad un processo di invecchiamento, tanto da dare luogo a quello che in gergo chiamiamo campo di pressione livellata o "palude barica": una di quelle situazioni tipicamente associate in estate a temperature moderatamente e costantemente elevate, ed un clima afoso caratterizzato soprattutto da un'evolzuone giornaliera ciclica con sviluppo di temporali di calore pomeridiani sui rilievi montuosi, destinati talvolta a propagarsi anche nelle zone di pianura.
 
Questo tipo di tempo si è protratto per alcuni giorni.Lunedì 22 Luglio i temporali hanno interessato soprattutto le Orobie (in media 20 mm), le Prealpi Lecchesi e l'Alto Lario (30-40 mm a Dervio e Bellano) e l'Alto Varesotto e zone limitrofe ticinesi con 30-30 mm. Si è trattato di episodi isolati, localmente associati a qualche grandinata.
Il temporale di calore non è associato ad alcun ricambio di aria, ma offre solo un  momentaneo sollievo serale all'afa che puntualmente si ripresenta il giorno successivo.
 
Martedì 23 e Mercoledì 24 Luglio i sistemi temporaleschi hanno preso vita come sempre tra Orobie, Valtellina e Valcamonica con accumuli a macchia di leopardo; una discreta attività convettiva si è manifestata anche sull'Appennino. La raffiche di vento in uscita dai nuclei temporaleschi (Outflow) si sono comportati come dei "trampolini di lancio" in grado di innescare qualche sistema temporalesco anche in pianura. Di forte intensità soprattutto le linee temporalesche che mercoledì scorso hanno interessato il Mantovano (circa 20 mm di precipitazioni in pochi minuti) e l'Alessandrino, zone tra l'altro colpite da grandine di medie dimensioni e pertanto piuttosto distruttiva.
 
A partire da giovedì 25 Luglio, come era nelle attese, siamo stati interessati dalla classica fiammata estiva con temperature significative ed afa opprimente su tutta Italia: complice, la rimonta di un'onda di alta pressione ben strutturata in quota dal Nord-Africa verso l'Europa centrale indotta dall'affondo di una saccatura in pieno atlantico. E' una situazione che ormai conosciamo bene, in quanto garante di assoluto bel tempo ma anche associata alle più temibili fasi di caldo estivo.
 
Le temperature che per buona parte della settimana si attestavano già su valori un pochino sopra la media (estremi massimi generalmente di 31-32°C) hanno subito un generale ed inesorabile aumento. Particolarmente fastidiosa l'afa con la quale ormai conviviamo da diversi giorni, quantificata da valori di Dew Point che hanno raggiunto in media i 22-24°C. E soprattutto terribile la situazione in città, dove il caldo viene letteralmente intrappolato, senza dare sfogo nemmeno nelle ore notturne.
 
L'apice di questa seconda ondata di calore dell'estate 2013 dovrebbe essere stato raggiunto oggi, Domenica 28 Luglio: all'alba i termometri si sono attestati già su valori medi in pianura di 23-24°C con punte di 27°C ed oltre a Milano centro. La colonnina di mercurio ha poi raggiunto, come nelle attese, questo pomeriggio estremi mediamente distribuiti tra i 34-35°C con punte fino a 36-37°C sulla Bassa Pianura. Decisamente caldo anche in montagna con valori attorno ai 25°C alle quote di circa 1500 metri di Alpi e Prealpi, mentre alla stessa quota - ma in libera atmosfera - nei cieli di Milano è stata sfiorata l'isoterma di 19°C.
 
Si tratta nel complesso di valori certamente significativi, che bene o male vengono rilevati almeno una volta ogni anno dalla nostra Rete di Stazioni. Tra l'altro tra domani e dopodomani sembrerebbe concretizzarsi una tregua alla calura, in quanto è atteso l'ingresso di aria più fresca ed instabile dall'Atlantico associata ad un passaggio temporalesco almeno sui settori settentrionali della Regione. In seguito è molto probabile una nuova rimonta dell'alta pressione ed una ripresa del campo termico verso valori superiori alla media.
 
Non ci resta dunque che salutarvi "calorosamente" ed augurarvi un buon proseguimento di estate!
 
 

Matteo Dei Cas - Staff CML
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo ETS (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo ETS - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI