Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 24 febbraio 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 23/02/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

20/2/24, ore 9:26

Temperatura: 13.2°C
Umidità relativa: 77%
Pressione: 1025.20mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

24/02/24, ore 1:14

Temperatura: 6.6°C
Umidità relativa: 82%
Pressione: 1002.2mB
9 Giugno - Tempo finalmente un po' più consono alla stagione!   Inserito il› 09/06/2013 15.40.09
L'estate meteorologica prosegue all'insegna di un tipo di tempo ancora piuttosto instabile, ma con i primi timidi segnali di ripresa che vedono soprattutto le temperature riportarsi su valori più consoni al periodo. Non mancano i tipici temporali pomeridiani, ma le perturbazioni bene organizzate sembrano farsi più rare: anche i modelli di previsione lasciano intendere l'arrivo perentorio dell'alta pressione, e l'inizio dell'autentica bella stagione con la seconda decade del mese. Editoriale di Matteo Dei Cas.


Domenica 9 giugno 2013 - ore 19:00
 
 
 
Domenica 2 Giugno: giornata di autentico bel tempo, grazie al Föhn che ha spazzato via le nubi e ripulito l'aria! Osserviamo il muro delle nubi confinato a Nord delle Alpi, che non sfonda nemmeno nelle nostre vallate: qui siamo al monte S. Primo, la vetta più alta del Triangolo Lariano. FOTO di Matteo Dei Cas -  Giovedì 6 Giugno: il tempo sul Lago di Garda, come del resto su buona parte dell'Est della Lombardia, è stato caratterizzato ogni giorno da tempo instabile che è sfociato in frequenti temporali pomeridiani. FONTE: www.meteogarda.it

 
 

Buona serata a tutti e ben ritrovati ad un nuovo appuntamento con la Prima Pagina!

Si è concluso da pochi giorni un trimestre primaverile fino all'ultimo giorno caratterizzato da un clima particolarmente piovoso e piuttosto fresco: dal primo giugno è iniziata l'estate meteorologica, ed il tempo ha visto una spiccata variabilità con tendenza ad un lento e graduale miglioramento. Certamente siamo ancora lontani dalla stabilità estiva e dalla gran calura, ciò nonostante l'alta pressione delle Azzorre si è finalmente decisa a bussare alle porte del nostro Continente chiudendo le porte - almeno per alcuni giorni - alle perturbazioni atlantiche. Questo, come abbiamo detto più volte negli ultimi editoriali, non accadeva ormai da oltre due mesi!

L'anticiclone "amico" ha poi stretto un solido patto con una cella di alta pressione del tutto anomala presente sulla Scandinavia, isolando a sua volta un vortice depressionario in quota sull'Europa centro-orientale. Questa configurazione ha mantenuto caratteri di persistenza per alcuni giorni: come potete immaginare sul grande Nord si è vissuta un'ondata prematura di calore estivo, mentre sui paesi danubiani il maltempo si è pesantemente accanito scaricando ingenti quantitativi di pioggia nel giro di pochi giorni. Come hanno riportato ampiamente le cronache: diverse sono state le esondazioni e gli allagamenti in Baviera, in Austria e nella repubblica Ceca con dati pluviometrici da record. Del tutto eccezionale anche i quantitativi di neve caduti sui versanti esteri delle Alpi, dove a causa delle temperature relativamente elevate, si è assistito anche ad una curiosa colata di neve molle ed acqua che per fortuna nulla ha a che vedere con le valanghe. 

Lo stesso vortice freddo in quota si è riassorbito pian piano sul posto senza spostarsi, ed ha lambito anche le nostre regioni settentrionali dando luogo ad una relativa instabilità del tempo che comunque è andata gradualmente ad attenuarsi con il trascorrere dei giorni. Un impulso di aria relativamente fresca ed asciutta ha raggiunto la Lombardia proprio Domenica 2 Giugno, festa della nostra Repubblica ed unica giornata di bel autentico bel tempo dal sapore di inizio estate! Come potete vedere anche nella foto i venti di Föhn hanno spazzato via le nubi, ripulendo per benino l'aria e lasciando il maltempo confinato a Nord delle Alpi. I venti di caduta hanno raggiunto in parte anche la Pianura Padana, consentendo alle temperature di raggiungere valori medi pomeridiani dell'ordine di 27/29°C; in alcune stazioni della Bassa comprese tra il Pavese ed il Mantovano è stato poi raggiunto addirittura il "primo trentello" dell'anno!

Ben diverso il risveglio umidiccio e fresco di Lunedì, a causa del rientro da Est di aria fresca ed umida di estrazione marittima che spesso è l'epilogo di una fase settentrionale. A parte qualche residuo effetto favonico nelle vallate alpini e lungo i solchi lacustri i cieli sono tornati ad essere irregolarmente nuvolosi, ed anche le temperature sono calate marcatamente rispetto al pomeriggio precedente, attestandosi attorno a valori di 22/24°C.

Tra martedì 4 e giovedì 6 giugno il tempo è stato ancora influenzato dall'azione marginale della goccia d'aria fredda presente sull'Europa dell'Estassociata ad un lieve aumento di pressione nei bassi strati: la tipica situazione estiva da "palude barica" caratterizzata da un campo barico livellato, da assenza di una ventilazione netta e da una crescente sensazione di afa. L'instabilità si è manifestata, come era nelle attese, nelle ore pomeridiane a partire dalle Prealpi centro-orientali per poi diffondersi nel corso della nottata anche in pianura: si è trattato dei primi temporali di calore della stagione, bene alimentati tra l'altro dall'umidità presente nei bassi strati a causa delle abbondanti piogge primaverili. I fenomeni hanno interessato quotidianamente i monti del Garda, la Valcamonica, le Orobie e le Prealpi lecchesi con accumuli medi di una ventina di millimetri; la discesa di aria fredda associata al temporale ha quindi dato innesco anche nelle zone di pianura estendendosi su gran parte del centro-est ed occasionalmente anche sui settori nord-occidentali. In diversi casi i sistemi temporaleschi sono degenerati nel corso della notte, per dare luogo a qualche piovasco che ha insistito fino alle luci dell'alba.

Tra venerdì e ieri, sabato 8 giugno, la pressione in quota è aumentata leggermente; l'arrivo di aria più asciutta ha determinato una relativa pausa di tempo più stabile per lo meno in pianura, con le temperature in salita fino a valori massimi consoni alla prima decade di giugno: in media 26-28°C in pianura,  con qualche punta appena superiore ai 30°C sulla Bassa. Decisamente più fresco il clima lungo la fascia pedemontana, in particolare lungo la riva dei laghi ed in montagna, dove si è mantenuta costantemente attiva l'instabilità pomeridiana che ha dato luogo sempre a qualche temporale con accumuli raramente superiori ai 20 mm.

Da ieri sera il tempo è comunque andato gradualmente peggiorando con nubi in aumento su tutti i settori della Regione, per l'approssimarsi del fronte caldo di una depressione che si è approfondita sulla Penisola Iberica. Come era nelle attese poi, la giornata odierna è trascorsa all'insegna di una spiccata instabilità: rovesci e temporali hanno interessato fin da questa mattina un po' tutta la Lombardia con accumuli più abbondanti tra la Valchiavenna ed i limitrofi territori della Svizzera ed, mentre in queste ultime ore i temporali più intensi si sono abbattuti tra il Bresciano/Mantovano e tra l'Ovest Milanese/Varesotto/Comasco. I fenomeni, pur localizzati, sono stati accompagnati da forti colpi di vento e da grandine con danni ed allagamenti segnalati tra soprattutto in Brianza: notizie da ultim'ora  hanno riferito, in queste zone, la presenza di una o più temporali a supercella.

Con ogni probabilità la giornata di oggi segnerebbe la conclusione di un lungo periodo perturbato, perché già a partire da domani il tempo dovrebbe migliorare; i modelli di previsione vedono già da alcuni giorni il concretizzarsi di un'onda di alta pressione di matrice subtropicale bene organizzata che dovrebbe segnare l'inizio della bella stagione. Con buone probabilità la prossima settimana vedrà rialzarsi la colonnina di mercurio quasi ovunque su valori prettamente estivi... ma di questo ne parleremo nella prossima edizione!

Per ora non ci resta che salutarvi, augurandovi per l'appunto un buon inizio di estate!



 


Matteo Dei Cas - Staff CML


Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI