Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Venerdì 17 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 16/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

17/11/17, ore 18:20

Temperatura: 11.8°C
Umidità relativa: 60%
Pressione: 1017.7mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

17/11/17, ore 18.21

Temperatura: 8.7°C
Umidità relativa: 70%
Pressione: 1018.5mB
9 Settembre - Verso l'estate settembrina...   Inserito il› 09/09/2012 19.12.45
 
Tornano finalmente le piogge ben distribuite su tutta la regione, in particolare sulla Bassa Padana. Ma poi torna ancora l'estate, sia pure dai toni più smorzati: quelli di settembre. Ricordiamo insieme come è iniziato questo autunno meteorologico, nell'editoriale del nostro Matteo Dei Cas.
 
 
Domenica 9 Settembre 2012 - ore  19:00 
 
 
 
A sinistra: Lunedì 3 settembre 2012: la depressione mediterranea che ha avvolto nella sua spira di nubi tutta la nostra Penisola, ponendo definitivamente fine all'estate 2012. Il maltempo ha insistito per diversi giorni, coinvolgendo a fasi alterne tutte le regioni. FONTE: www.sat24.com
A destra: Giovedì 6 settembnre 2012: un promontorio dell'alta pressione delle Azzorre alla conquista dell'Europa centrale e Mediterraneo. Inizia una nuova fase estiva, dai toni più tipicamente settembrini. FONTE: www.wetterzentrale.de
 
 
 
Buona serata a tutti e ben ritrovati per un nuovo appuntamento con la Prima Pagina!
 
Inizio scoppiettante dell'autunno meteorologico, quasi una parentesi all'incalzare di un proseguio del tutto estivo, pur dai toni naturalmente più attenuati rispetto alla stagione "forte" che ci ha appena lasciati: l'estate, quella vera, è infatti terminata dal punto di vista meteorologico con il 31 agosto.
Quest'anno abbiamo vissuto un trimestre estivo fino ad 1/1,5°C più caldo della media e generalmente povero di precipitazioni (scarto negativo fino al 50% rispetto alla media), fatta eccezione delle zone alpine di confine. La "burrasca di fine estate", nemmeno a farlo apposta, quest'anno ha voluto coincidere con il caldendario: il tutto per opera di una depressione mediterranea che nei primi giorni di settembre ha bruscamente interrotto la bella stagione in tutta Italia.
 
Una parentesi perturbata, più che un netto cambio di tendenza: il titolo scelto per questo editoriale lascia inequivocabilmente sperare nel bel tempo, e di questo abbiamo trovato conferma negli ultimi giorni appena trascorsi.
 
La settimana uscente infatti ha presentato due volti del tutto opposti: quello dell'autunno, con la sua spira di nubi e piogge che avvolge tutta l'Italia; poi il ritorno perentorio dell'estate, con i suoi colori caldi che conquistano buona parte del nostro continente. Ed il bel tempo che vuole proseguire, concedendoci ancora qualche passeggiata all'aperto con le maniche corte...mentre la natura sbiadisce ed attende paziente il ritorno delle piogge ed il meritato riposo.
 
Ripercorriamo ora i punti più salienti di questi ultimi giorni: come vi dicevamo, la prima parte della settimana è stata caratterizzata da un tipo di tempo generalmente fresco ed instabile. Da evidenziare subito un importante ritorno delle piogge sulle nostre assetate pianure, dopo molte settimane di latitanza: precipitazioni ben accolte, di cui soprattutto la "Bassa" ha potuto pienamente beneficiare per più giorni.
Il vortice di bassa pressione, nonostante non fosse più alimentato da aria fresca atlantica, è risultato particolarmente longevo ed è andato lentamente ad
esaurirsi, insistendo sull'Italia: le nubi hanno scaricato acqua fino all'ultimo respiro vitale della perturbazione, e questo per la presenza di una componente ciclonica alle quote medio-alte che ha alimentato il vortice, continuando ad attingere energia dai bassi strati.
 
Lunedì 3 settembre è risultata la giornata più perturbata della settimana: una Lombardia finalmente rovesciata, con le piogge più concentrate sulla Bassa Pianura (fino a 20-30 mm  su Mantovano, Cremonese e Bresciano) ed accumuli via via decrescenti verso nord (0-10 mm lungo la fascia prealpina). Le Alpi sono tornate all'asciutto, e questo perchè erano le terre più lontane dal centro d'azione perturbato, collocato per diversi giorni tra la Corsica e la Sardegna.
 
I nuclei precipitativi hanno proseguito nel loro movimento retrogrado anche il giorno successivo, martedì 4 settembre, sempre associate all'ampia ritornante del fronte occluso: ancora uguale la stratificazione pluviometrica regionale con i maggiori accumuli sulla Bassa Pianura, destinati gradualmente a ridursi risalendo verso Nord. Non sono mancati i temporali, di tipo multicellulare, che hanno colpito a ripetizione l'asse Mantova/Cremona/Lodi per sconfinare fin sul Milanese nella tarda serata. Le temperature naturalmente si sono riportati sui valori medi stagionali, o leggermente al di sotto: dai 16/18°c del primo mattino ai 24/26°C del tardo pomeriggio. Clima quindi gradevole anche sotto questo aspetto.
 
Mercoledì 5 settembre con l'allontanamento del vortice depressionario, comunque sempre attivo pur in fase di colmamento, le correnti in quota sono ruotate da sud-est a nord-est apportando finalmente qualche pioggia sulla regione alpina. Fenomeni di instabilità diffusa hanno interessato a questo punto un po' tutta la Lombardia, distribuendosi "a macchia di leopardo". Qualche temporale più intenso ha colpito le Orobie, con accumuli fino a 20 mm.
 
Il tempo è decisamente migliorato a partire da giovedì, con la definitiva scomparsa di scena della goccia fredda ed il concomitante ingresso dell'anticiclone delle Azzore che ha elevato di latitudine il flusso perturbato atlantico, impedendone l'ingresso sul nostro Paese. Cieli ovunque poco nuvolosi e temperature in generale rialzo, sia in Pianura Padana che sulle Alpi.
 
La colonnina di mercurio si è quindi rialzata fino a raggiungere valori massimi medi di 27/29°C in pianura con qualche "trentello" sparso. Un caldo comunque reso sopprortabile dalle escursioni termiche tipiche di questo periodo, con raffreddamenti notturni importanti specialmente in aperta campagna. Nonostante il calore diurno, infatti, al calare della sera la temperatura scende piuttosto rapidamente: vengono così a crearsi le prime inversioni termiche tipiche del semestre freddo, caratterizzate da un aumento dell'umidità relativa e dalla comparsa della rugiada.
 
Poche le novità per questo weeknd appena trascorso e per i primi due giorni della prossima settimana: cieli sereni e temperature ancora di stampo estivo. Nel medio termine si intravede però il rapido passaggio di una perturbazione atalntica, che per lo meno porterà qualche temporale sulla nostra Regione. Al momento appare abbastanza definito anche un rinforzo del vento dai quadranti settentrionali, associato ad un generale calo della temperatura. Il tutto, ovviamente da confermare nei prossimi aggiornamenti.
 
Per ora è tutto. Non ci resta che ringraziarvi per l'attenzione ed augurarvi un buon proseguimento.
 
 
  
Matteo Dei Cas - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI