Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Giovedì 23 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 22/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

23/11/17, ore 11:53

Temperatura: 10.5°C
Umidità relativa: 87%
Pressione: 1020.8mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

23/11/17, ore 11.55

Temperatura: 10.5°C
Umidità relativa: 83%
Pressione: 1020.9mB
19 Agosto - Il caldo domina anche la settimana di Ferragosto!   Inserito il› 19/08/2012 21.17.03
 
Settimana di Ferragosto contrassegnata da una nuova ondata di calore, la settima della stagione per l'esattezza. Nonostante il bel tempo e le temperature elevate, non è mancato qualche episodio di instabilità sull'angolo nord-orientale della Lombardia. Editoriale di Matteo Dei Cas, integrato da un aggiornamento ultim'ora che annuncia una puntata di calore in Lombardia di importanza storica.
 
 
Domenica 19 Agosto 2012 - ore  19:00
 
Giovedì 16 agosto 2012 -  Il cielo si  rasserena  dopo  il  passaggio della coda di un fronte freddo che ha lambito le Alpi: unico episodio di instabilità della scorsa settimana! Qui siamo ai piedi del Ghiacciaio dei Forni, un tempo famoso per la sua estensione, ormai notevolmente ridotta! FOTO di Matteo Dei Cas.
 
Buona serata a tutti e ben ritrovati per un nuovo e rapido aggiornamento dell'Editoriale di Prima Pagina!
 
Questa settimana di Ferragosto è stata caratterizzata da un clima decisamente estivo, proprio come vuole la tradizione italiana! Bel tempo e clima caldo hanno accompagnato i nostri affezionati lettori nelle tanto attese vacanze, e certamente ha favorito anche i meno fortunati che sono rimasti in città nelle tipiche passeggiate fuori porta o nelle tradizionali grigliate all'aperto.
 
Tutto per merito dell'alta pressione euro-mediterranea, più comunemente nota (forse in modo non del tutto esatto) come anticiclone africano. In effetti, un'onda di alta pressione di matrice subtropicale ben strutturata in quota - con un massimo sul Mediterreaneo centro-occidentale ha abbracciato tutto il nostro stivale, interessando questa settimana in modo più diretto anche la pianura padana e la regione alpina. Si tratta della settima ondata di calore di questa estate 2012, che ha visto protagonista assoluto finora le regioni centro-meridionali italiane, dove in pratica l'estate non ha mai mollato la presa.
 
Nonostante la presenza incontrastata dell'alta pressione, in realtà non è mancato qualche sporadico episodio di instabilità sui rilievi. Lunedì scorso 13 agosto, ad esempio, qualche infiltrazione di aria fresca ed instabile attraverso i valichi alpini ha favorito alcuni piovaschi sparsi lungo l'Alta Valtellina, l'Adamello e le Orobie. Un nuovo episodio temporalesco, sempre di natura orografica, ha interessato sempre i settori alpini (dal Sopraceneri all'Alta Valtellina) ed inaspettatamente l'Appennino Pavese nella giornata di martedì. Nel corso di questi primi giorni poi, le temperature si sono mantenute su valori non lontani dalle medie del periodo, quindi nel complesso gradevoli.
 
Il tempo si è decisamente stabilizzato nella giornata di Ferragosto, ed anche le temperature hanno iniziato la loro graduale ed inesorabile salita in
pianura, ma soprattutto in montagna. La colonnina di mercurio ha raggiunto diffusamente sulla nostra regione valori di 31/33°C con qualche punta da 35°C nel cremonese e nel mantovano.
 
L'unco episodio instabile meglio organizzato si è manifestato invece nella giornata di giovedì, 16 Agosto. La foto scelta per questa edizione è stata scattata ai piedi del Ghiacciaio dei Forni (Alta Valtellina), appena dopo il passaggio del fronte freddo che ha lambito l'Arco Alpino. Un sistema temporalesco, sospinto in un letto di correnti occidentali, ha infatti interessato il Sopraceneri e l'Alto Lario (massimo accumulo di 33 mm di pioggia a Dervio) per poi dirigersi verso le Orobie e la Valtellina. Nessun fenomeno si è registrato in pianura, a parte una leggerissima flessione delle temperature massime.
 
Venerdì le temperature sono tornate a risalire, creando un moderato disagio a causa dell'afa: nei grandi centri urbani, come ad esempio Milano, la colonnina di mercurio non è più scesa nelle ore notturne al di sotto dei 24/25°C. L'ondata di calore si è ulteriormente concretizzata ieri, quando i termometri delle nostre stazioni sono tornati diffusamente a registrare valori massimi di 32/34°C in pianura e puntate altrettanto elevate sulle Alpi: basti pensare ad esempio ai 26°C registrati nel pomeriggio a Livigno!
 
Questa ennesima fase calda dell'estate sta toccando l'apice in queste ore, sebbene rimangano imbattuti i valori record dell'ultimo ventennio, che spettano sempre alla "temibile" estate del 2003. Gradualmente la cupola di alta pressione traslerà verso Est, fino a portarsi verso la metà della prossima settimana sui Balcani. Questo permetterà l'ingresso di un flusso sudoccidentale in quota, con avvezione di aria umida ed instabile: la regione alpina sarà probabilmente la prima a risentire del cambio di circolazione... ma non potendo al momento escludere qualche sorpresa temporalesca anche in pianura, vi consigliamo di rimanere aggiornati seguendo i nostri bollettini.
 
A tutti un augurio di un buon proseguimento di vacanze, favorito ancora per qualche giorno ancora dal caldo e dal bel tempo!
 

 
                                                                                                                 Matteo Dei Cas - Staff CML
 
 
 
 
ULTIM'ORA
 
21 AGOSTO 2012: puntata di caldo storica!
 
Sembra ormai volere assumere a tutti costi connotati storici, almeno in la Lombardia, questa settima ondata di caldo estiva che sta dominando l'Italia.
La campana di alta pressione di matrice subtropicale, ben strutturata a tutte le quote, ha conquistato da diversi giorni il nostro paese. Rispetto a quanto accaduto nel corso delle scorse ondate di calore, questa volta i massimi della cupola di alta pressione si sono localizzati sulla Francia, ad Ovest delle Alpi: questo ha favorito un importante effetto di subisidenza sulla Pianura Padana Occidentale, ed in particolare sulla Pedemontana. Negli scorsi episodi di caldo estivo, invece, il centro d'azione dell'alta pressione "africana" si era disposto tra i Balcani ed il medio-basso Adriatico: la Puglia in particolare aveva risentito della micidiale azione combinata di effetti favonici/subsidenza su un'avvezione di aria molto calda.
 
Questa volta è il turno soprattutto della Pedemontana Prealpina: in questo momento le nostre stazioni meteorologiche delle provincie di Como e di Lecco stanno registrando valori di 35/37°C, dopo una minima notturna superiore ai 25/26 °C sulle coste del lago, come in città: davvero un clima difficile da sopportare, anche nelle ore notturne! Valori di questa entità non si registravano tra l'altro dal luglio 2007, nè tantomeno si allontanano di molto dai record del terribile Agosto 2003!
 
Poco significativo oggi lo scarto con la "Bassa" orientale, nelle provincie di Cremona/Mantova tradizionalmente molto calde, che al momento segnano poco più di 37°C.
Il tutto, come vi dicevo, per l'azione di subsidenza ed effetto favonico che "gonfia" gli estremi massimi a ridosso delle Prealpi!
Il picco massimo di calore sulle Alpi, dovuto all'avvezione di aria calda in quota, è invece stato superato ieri: notevoli i 27°C di massima a Livigno, come il "mancato trentello" di Bormio ...mentre la temperatura registrata  nei cieli di Linate ieri pomeriggio ha raggiunto i 21°C a 1590 metri di quota. Una calura insolita sulle Alpi, mitigata prontamente in serata - sull'estremo angolo nordorientale -dai temporali di calore. Peccato, invece, che la pianura dovrà ancora pazientare qualche giorno...
 
Cordiali saluti.
 
Matteo Dei Cas - Staff CML
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI