Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Domenica 25 febbraio 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 24/02/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

20/2/24, ore 9:26

Temperatura: 13.2°C
Umidità relativa: 77%
Pressione: 1025.20mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

25/02/24, ore 12:22

Temperatura: 6.7°C
Umidità relativa: 85%
Pressione: 1011.2mB
27 Maggio - L'estate alle porte   Inserito il› 27/05/2012 22.56.12
 
Breve editoriale di L. Perego che riassume il tempo dell'ultima decade di maggio: un tranquillo degradare dalla primavera all'estate. Un'ultima perturbazione di stampo primaverile regala abbondanti piogge, poi arrivano le giornate estive con temperature in salita ed i primi temporali di calore. 
 
 
Domenica 27 Maggio 2012 - ore  22:00
 
Mercoledì  23 maggio -  Temporale molto fotogenico tra lodigiano e cremasco con bella shelf cloud al tramonto (foto del forumista Teo di Lodi).
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati per una nuova edizione della Prima Pagina.
 
La settimana che va concludendosi in queste ore ci ha portato gradualmente verso un clima di stampo quasi estivo, non tanto per le temperature ancora tipiche di maggio, quanto per le caratteristiche del tempo: siamo partiti infatti da un inizio di settimana fresco, perturbato e piovoso per giungere in questo fine settimana caratterizzato da ampio soleggiamento, temperature diurne gradevoli e serate tiepide; finalmente è possibile restare all'aperto senza dover ricorrere a maglioni o ad abbigliamento pesante.
Dal punto di vista sinottico, infatti, nel Mediterraneo non vi sono figure bariche predominanti ma una sorta di "terra di nessuno", con pressione livellata e solo deboli correnti fresche in quota nord-orientali, responsabili di una certa variabilità pomeridiana a ridosso dei monti e localmente in pianura.
 
Andando a ritroso nel tempo, come dicevamo, la settimana era iniziata con un episodio di marcato maltempo dovuto all'azione perturbata di un'attiva goccia fredda in quota, isolatasi tra la Spagna e le Baleari nella giornata di domenica, che ha attivato un flusso di correnti umide meridionali foriere di precipitazioni abbondanti tra la serata e il primo pomeriggio di lunedì; niente temporali, ma pioggie continue e costanti che hanno prodotto nella giornata di lunedì accumuli in alcuni casi superiori ai 100mm sulle Orobie e nelle aree pedemontane del varesotto, e non inferiori a 40/45mm sulle resto del territorio lombardo (bassa pianura compresa). Le precipitazioni si sono esaurite solo nel tardo pomeriggio di lunedì, sebbene residui fenomeni hanno insistito in serata sulla Valtellina e nell'Oltrepo Pavese.
Fortunatamente, nonostante le copiose precipitazioni, nessun danno si è registrato salvo qualche esondazione di lieve entità in aperta campagna di alcuni fiumi e torrenti.
 
Nella notte su martedì si sono fatti strada ampi rasserenamenti che, uniti all'aria fresca giunta al suolo al seguito del passaggio della goccia fredda, hanno permesso di registrare temperature minime piuttosto basse all'alba: valori prossimi ai 6/7°C si sono raggiunti nelle solite conche e brughiere in aperta campagna, e intorno a 10°C sulle restanti aree; con il soleggiamento diurno, ormai vicino al massimo dell'anno, le temperature sono risalite velocemente oltre i 20°C nel pomeriggio mentre in serata una certa copertura nuvolosa, figlia di un rientro da est di nuvolosità bassa, ha coperto i cieli lombardi seppur senza precipitazioni di rilievo.
 
Da mercoledì in avanti giornate soleggiate e temperature in rialzo con instabilità pomeridiana sono stati gli ingredienti dominanti del menu meteorologico: i pomeriggi caldi hanno favorito infatti una spiccata attività cumuliforme che si è puntualmente materializzata a partire dai monti, in estensione alle adiacenti zone pedemontane e di alta pianura. Le temperature si sono impennate verso i 30°C ed in alcuni casi, anche superando tale fatidica soglia, come accaduto nel fondovalle Valtellinese nel pomeriggio di mercoledì e nelle zone di pianura mantovane e cremonesi nella giornata di giovedì; in serata, tuttavia, i focolai temporaleschi ed i rovesci hanno bagnato le zone pedemontane, in particolare nelle provincie di Bergamo e Brescia con accumuli fino a 25/30mm, ed in minor misura nelle provincie di Lecco e Monza/Brianza con accumuli fino a 15/18mm.
Venerdì stesso copione ed in serata qualche temporale è stato localmente grandinigeno sul lecchese e sul pavese/alessandrino con accumuli interessanti fino a 20/25mm.
 
Giornata invece leggermente più fresca e ventilata quella di sabato, ma anche priva di quei fenomeni d'instabilità pomeridiana che avevano caratterizzato i tre giorni precedenti, solo un'innocua copertura nuvolosa a quote medie ha oscurato il sole nelle ore centrali della giornata su molte altre zone.
 
Oggi domenica 27 giornata più grigia e poco soleggiata, con precipitazioni a carattere di rovescio dal tardo pomeriggio, ancora una volta a partire dai monti in estensione verso la pianura con accumuli modesti e non superiori a 10mm.
 
Per i giorni a venire nessuna novità sostanziale sembra affacciarsi nel quadro meteorologico: il Mediterraneo dovrebbe restare orfano di figure bariche predominanti, favorendo una certa instabilità pomeridiano/serale, per tutti i dettagli sui giorni a venire il consiglio è sempre il solito, ovvero consultare il nostro bollettino meteo giornaliero.
 
Arrivederci tra sette giorni per una nuova edizione della Prima Pagina.
 

 
 
  
 
Livio Perego - Staff CML
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI