Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Lunedì 20 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 19/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

20/11/17, ore 1:05

Temperatura: 7.8°C
Umidità relativa: 71%
Pressione: 1018.2mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

20/11/17, ore 1.06

Temperatura: 9.6°C
Umidità relativa: 42%
Pressione: 1019.1mB
25 Dicembre - Settimana dai grandi contrasti   Inserito il› 25/12/2011 11.29.52
 
La settimana che si prepara a festeggiare il Santo Natale trascorre all'insegna di un tipo di tempo generalmente soleggiato e mite. Protagonsita assoluto è sempre l'incomodo anticiclone delle Azzorre, che costringe le perturbazioni atlantiche ad "aggirarne la spalla" infrangendosi contro la barriera alpina. Diversi gli episodi di Föhn, a dispetto delle inversioni termiche più insistenti sulle pianure lombarde. Pressocchè assenti le nevicate sulle Alpi, fatta eccezione di qualche fiocco portato da Nord lungo i confini. Sopresa bianca natalizia proprio nel giorno della Vigilia sulla vicina Emilia-Romagna! Esaustivo editoriale a cura di Livio Perego.
 
 
 
 
Domenica 25 Dicembre - ore  09:00
 
Sabato 24 dicembre 2011. - La prima nevicata in pianura sul Nord-Italia dell'inverno 2011/2012 a Savignano sul Panaro (Mo)  a quota 190mt , ai piedi dell'Appennino emiliano". Vigilia soleggiata e ventosa su quasi tutta la Lombardia: forti contrasti regionali, quindi!
 
Un felice S. Natale a tutti voi e ben ritrovati a tutti gli appassionati meteo del CML a questa edizione natalizia della Prima Pagina!
 
La settimana che si conclude oggi è stata caratterizzata da quadri meteorologici, a volte contrastanti, a volte da mutamenti repentini nelle varie zone lombarde, seppur nel contesto generale di un tipo di tempo soleggiato ed ancora una volta caratterizzato dall'assenza di precipitazioni.
 
La disposizione delle principali figure bariche sullo scacchiere europeo  è rimasta pressochè invariata per tutta la settimana, e ricalca a grandi linee ciò che ormai avviene da molto tempo: un anticiclone delle Azzorre assai statico ed invadente in area Mediterranea, in opposizione ad un Vortice Polare (le grandi depressioni islandesi-scandinave dei nostri continenti) ben strutturato a tutte le quote; la staticità di questi "due protagonisti del tempo" alle rispettive latitudini impedisce di fatto cambiamenti sostanziali anche sulla nostra Regione ormai da diverse settimane.
 
Cosa ha comportato questo sulla Lombardia? Come abbiamo già anticipato un relativa dinamicità del tempo, giusto per non annoiare i nostri meteo-appassionati!
La precedente edizione terminava infatti con la descrizione del passaggio della tempesta Joachim che aveva portato abbondanti nevicate sui settori alpini francesi e svizzeri. Ebbene Joachim era sostenuto da una massa d'aria di origine polare marittima che si è riversata sulle nostre province. Iniziando dal pomeriggio di Domenica 18 Dicembre si è assistito quindi ad un marcato calo delle temperature, dapprima in montagna, quindi nelle zone pianeggianti con i picchi nelle temperature minime tra lunedì e martedì scorso.
 
Riportiamo a titolo di esempio qualche dato di questo primo assaggio di "autentico freddo alpino": la temperatura minima più bassa nella notra rete di stazioni la ritroviamo come sempre nella conca livignasca con -22°C, ma anche valori intorno o inferiori a -10° su molte altre località di media montagna come Aprica -9°C, Ponte di Legno -12.5°C, Madesimo -13.5° con successiva propogazione del freddo all'alba di martedì anche nelle località di fondovalle con temperature abbondantemente sottozero su quasi tutta la regione.
 
Tuttavia già a partire dalla serata di Martedì 20 si è affacciato un primo cambiamento del tempo da nordovest, grazie ad un debole fronte freddo che si è addossato alle Alpi scivolando lungo il lato orientale dell'anticiclone delle Azzorre: nevicate più abbondanti ovviamente sui versanti esteri, con qualche sfondamento verso sud lungo lo spartiacque. Nelle vallate alpine, prealpine e sulla pedemontana è ufficialmente iniziata la fase favonica, con temperature capricciosamente influenzate dalla presenza dei venti di caduta. Tutto ciò mentre in pianura resisteva immutata e ben consistente l'inversione termica, con temperature notturne piuttosto rigide e tipicamente invernali.

Qualche dato estrapolato dalla nostra rete di rilevazione ci aiuta nuovamente a capire meglio la situazione: Livigno Forcola passava dai -22°C di martedì mattina all'alba a -7°C di mercoledì mattina, Valcava da -6°C di martedì mattina a +7°C poco prima della mezzanotte: in pianura martedì mattina le temperature erano comprese quasi ovunque tra -2°C e -5°C mentre mercoledi mattina le temperature si limitavano a salire di 1°C/2°C.
 
Mercoledì 21 una nuvolosità "male organizzata ed improduttiva" ha coperto i cieli di Lombardia, contenendo l'escursione termica diurna con temperature massime piuttosto basse, generalmente quasi ovunque inferiori a +5°C.
Una giornata di intervallo visto che poi Giovedì 22 un nuovo debole fronte atlantico da NordOvest ha riproposto lo stesso copione di inizio settimana: deboli nevicate sulle Alpi di confine, Föhn dalle prealpi alla pedemontana con nuovo rialzo termico; in pianura inversioni termiche "consolidate" con temperature minime intorno o di poco inferiori allo zero.
 
Antivigilia e Viglia di Natale tra il bel tempo soleggiato e ventoso, quasi ovunque mite: giornata di intervallo quella del 23, Föhn sostenuto ieri - Sabato 24 Dicembre - per l'ennesimo passaggio perturbato da NordOvest.
Regione divisa letteralmente in due dalla meteorologia: decisamente ventoso al centro-ovest, con raffiche oltre i 60 km/h sull'area pedemontana e nelle incisure lacustri con parziale interessamento della media pianura, dove questa volta è stata in parte rimossa l'inversione termica (forse per l'intensità e la turbolenza del vento). Linea di confine dell'azione favonica ad Est lungo la linea dell'Adda, a sud fino ai quartieri settentrionali della periferia di Milano. Valori massimi generalmente miti, ovviamente influenzati dalla presenza del Föhn: dai 12-14°C dell'Alta pianura, ai 6-7°C della "Bassa" dove invece le inversioni hanno resistito.
 
Tempo perturbato invece sull'estremo lembo sud-orientale della regione: piogge ieri dalla tarda mattinata al primo pomeriggio nel Manotvano, in alcuni casi mista a neve.
Volgendo uno sguardo fuori dalla nostra Regione, possiamo osservare un vero e proprio regalo natalizio dalla meteorologia, con la "Dama Bianca" che a sorpresa ha raggiunto l'Emilia-Romagna a quote collinari e localmente in pianura!
La nuvolosità associata a questi fenomeni si è sviluppata grazie al minimo orografico sottovento alle Alpi, alimentato in buona parte dai venti settentrionali, ma anche da un mite-umido richiamo mediterraneo.
 
Ma cosa accadrà nei prossimi giorni? Purtroppo nessuna novità di rilievo su scala europea con un'alta pressione delle Azzorre sempre molto invadente, mentre in Lombardia il tempo si manterrà stabile, soleggiato e mite almeno per la prima metà della nuova settimana. Persiste quindi l'assenza di precipitazioni su gran parte della Regione, con manto nevoso scarso e consolidato sulle Alpi, il che costringe le stazioni sciistiche a dover ricorrere in modo massiccio all'uso degli impianti di innevamento artificiale per poter mantenere piste praticabili ai tanti amanti dello sci che sono soliti frequentarle durante le feste natalizie.
 
Situazione del tempo che potrete comuqnue seguire attraverso la nostra pagina delle webcam in diretta e tendenza per i giorni a venire che come sempre potrete tenere sotto'occhio sfogliando le pagine del nostro forum e le quotidiane emissioni del nostro Bollettino Meteo.
 
Concludiamo augurando a tutti i nostri affezionati lettori ed appassionati di meteorologia un Buon Natale e un sereno periodo festivo da passare in compagnia delle proprie famiglie, rimandandovi alla prossima edizione della Prima Pagina a ridosso del Capodanno 2012.
 
  
 
Livio Perego - Staff CML
  
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI