Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 23 novembre 2019 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 22/11/2019
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

23/11/19, ore 0:44

Temperatura: 9.9°C
Umidità relativa: 95%
Pressione: 1009.56mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

23/11/19, ore 0.46

Temperatura: 9.9°C
Umidità relativa: 91%
Pressione: 1010.4mB
14 giugno - Ancora tanta instabilità, ma ora migliora   Inserito il› 20/06/2011 22.40.53
 
Ancora tanta instabilità sulla nostra Regione, colpita di nuovo da intensi temporali: un nubifragio su Como, una grandinata su Milano...ed in genere fenomeni di rilievo su buona parte del Territorio, dal Pavese al Mantovano! Una partenza dell'estate nel tentativo di risanare il deficit pluviometrico della precedente primavera, decisamente asciutta: tanto dinamismo e tanti fenomeni da raccontare, nell'arco di pochi giorni! Editoriale esaustivo a cura di S.Rossetto e L.Perego.
 
 
 
   
Alcune foto degli eventi più significativi della scorsa settimana. Da sinista, via Pasquale Paoli a Como completamente allagata durante il nubifragio di Sabato 11 Giugno (foto laprovinciadicomo.it); al centro la incredibile grandinata di Milano, zona Fiera, lo stesso giorno (foto tratta da meteoforum.com); infine il forte temporale di Mercoledì 8 in arrivo da nord sul Magentino visto da Asmonte di Ossona (foto A. Bosoni).
 
 
 
Martedì 14 Giugno 2011 - ore  21:00 - EDIZIONE STRAORDINARIA
 
 
Buona serata a tutti gli appassionati meteo e ben ritrovati con una nuova edizione della Prima Pagina.
 
Anche i giorni scorsi sono stati contraddistinti da una spiccata instabilità in regione. 
 
Essa si è manifestata sottoforma di alternanza tra schiarite e annuvolamenti anche intensi, che pressochè quotidianamente ed a più riprese durante il giorno hanno prodotto piogge, rovesci e temporali in alcuni casi anche intensi in diverse zone del territorio.
 
La causa di ciò è da attribuire alla mancanza di una figura barica stabile e predominante in area mediterranea. La massa d'aria presente è risultata così piuttosto instabile e, influenzata dal soleggiamento diurno, ha fornito quotidianamente il carburante e la spinta necessaria alle nubi per salire verso l'alto e formare rovesci e temporali con estrema facilità. In molti settori dunque è stato possibile un rapido recupero pluviometrico, dopo la tendenza a siccità osservata dall'inizio dell'anno sino al mese di Maggio.
 
Segnaliamo i fenomeni più intensi e degni di essere annotati accaduti in settimana: Domenica scorsa 5 Giugno, come già scritto nella precedente edizione, le due zone più colpite sono state il Bresciano/Franciacorta con punte di accumuli di pioggia vicini agli 80mm e l'Oltrepò Pavese con accumuli intorno ai 60mm e, come ricorderete, purtroppo con anche una vittima a S.Maria della Versa a causa dello straripamento di un piccolo torrente.
 
Mercoledì 8 Giugno è stata la volta dapprima della zona a sud-ovest di Como, dove locali nubifragi hanno scaricato sino a 50-60 mm di pioggia in poche decine di minuti, e qualche ora più tardi dell'ovest Milanese, dove un nuovo e forte temporale ha insistito a lungo con pioggia abbondante e grandine di medie dimensioni. In entrambi i casi sono stati segnalati i consueti allagamenti di scantinati, magazzini e sottopassaggi; in questo caso il bottino finale di pioggia accumulata ha raggiunto punte sino a 60-80 mm.
 
Nella parte centrale della settimana molti fenomeni hanno colpito praticamente tutte le province, spesso interessando anche le aree di medio-bassa pianura come ad esempio il Cremonese ed il Mantovano, più volte colpite da temporali e nubifragi di assoluto rilievo con accumuli elevati (come testimoniano anche i totali mensili delle stazioni poste nel "cuore" della pianura Padana, tra i più alti della regione!) e relativi disagi. Parzialmente ai margini invece le zone più settentrionali, in primis la Valtellina e la Valchiavenna, dove le precipitazioni sono risultate nettamente più scarse rispetto agli altri settori.
 
Sabato 11 ad essere particolarmente colpita nel primo pomeriggio è stata nuovamente l'area Comasca, dove i quartieri più occidentali sono stati colpiti da una serie di rovesci anche grandinigeni molto intensi in rapida successione che anche in questo caso hanno provocato allagamenti (più diffusi rispetto all'episodio di Mercoledì) e creato qualche difficioltà alla circolazione stradale in più punti per la presenza di molti cm di acqua in alcune vie: bottino finale ancora sino a 70 mm.
 
Lo stesso sistema temporalesco si poi è spostato verso sud-est in un primo tempo colpendo il Saronnese (una delle zone maggiormente interessate in queste ultime settimane da rovesci e temporali frequenti) con il suo corollario di piogge intense, grandinate e tuoni fragorosi, ma l'evento senza dubbio più clamoroso della giornata è risultato senza dubbio la furiosa grandinata su Milano nel tardo pomeriggio, che ha colpito soprattutto il centro città e la zona Fiera, come non si ricordava da anni nel capoluogo, e che ha reso molte strade impraticabili, danneggiando auto e allagando sottopassaggi e qualche cantina.
 
Per il proseguo di questa settimana, dopo gli ultimi rovesci e temporali sparsi che anche Domenica e ieri hanno "innaffiato" ancora una volta numerose località (con accumuli anche localmente sino a 30-50 mm), ci attendiamo un graduale miglioramento, con soleggiamento in aumento soprattutto sulle zone di pianura, anche seresteranno in agguato annuvolamenti anche intensi, associati a qualche rovescio o temporale sparso soprattutto in montagna nella partefinale della settimana stessa.
 
Come di consueto potrete seguire gli aggiornamenti sul nostro meteoforum e trovare le previsioni aggiornato sul nostro bolletino meteo quotidiano
 
Appuntamento tra sette giorni con la prossima edizione della Prima Pagina.
 
 
Livio Perego, Simone Rossetto - Staff CML
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2019 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI