Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Giovedì 16 settembre 2021 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 15/09/2021
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

16/9/21, ore 12:06

Temperatura: 23.2°C
Umidità relativa: 79%
Pressione: 1014.10mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

16/09/21, ore 12:04

Temperatura: 20.5°C
Umidità relativa: 86%
Pressione: 1015.0mB
Torna il sereno … ma con il föhn   Inserito il› 29/05/2010 20.03.18
 
 
Si è finalmente conclusa la lunga fase perturbata che si è protratta fino alla metà esatta del mese di Maggio, ma il tempo si stabilizza in modo graduale, perchè ora è il Föhn a volere dettare legge in diverse zone della nostra Regione. I termometri risaliranno quindi lentamente nel corso della settimana, ma con l'affermarsi dell'alta pressione raggiungeranno presto i valori estivi. Editoriale di Giuseppe Aceti.
 
 
Lunedì 17 maggio 2010. Lago di Poschiavo (CH). Immagine significativa del tempo di questa settimana, con le correnti da nord che impattano sulle Alpi (evidente l'effetto sbarramento sul gruppo del Bernina sullo sfondo della foto) e ricadevano secche e  sottoforma di föhn a sud delle Alpi, e quindi sulla nostra regione. AUTORE DELLA FOTO il forumista Ivan HP.
 
Sabato 22 Maggio 2010 - ore  7:00
 
 
Buona giornata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati per una nuova edizione della "Prima Pagina"!
 
Dopo l’importante e lunga fase di maltempo che ha interessato la nostra regione nella prima metà del mese, la terza settimana di maggio ha visto finalmente il ritorno del tempo stabile ed in buona parte soleggiato anche se, per parte della settimana, è spirato a lungo il vento dai quadranti settentrionali che, scavalcate le Alpi, si è presentato sulla nostra regione con effetto di föhn.
 
Anche la fotografia scelta per questa settimana vuole riassumere il tempo di buona parte della settimana stessa, con il cielo sereno grazie al vento da nord che impatta sulle Alpi che offrono effetto di sbarramento (nello specifico del gruppo del Bernina) e che poi ricade asciutto, sottoforma di föhn, sulla nostra Regione.
 
Ma vediamo un po’ più in dettaglio quanto accaduto nell’ultima settimana a livello meteorologico.
 
A livello sinottico, già dallo scorso sabato la vasta saccatura atlantica, che è stata responsabile della lunga fase di maltempo sulla nostra regione della seconda settimana di maggio, si allontanava verso oriente, gradualmente sostituita dall’Alta Pressione delle Azzorre che, appunto, avanzava verso l’Europa Centrale. Il movimento dell'Alta Pressione verso l'Europa ha però orientato le correnti dai quadranti settentrionali (con venti provenienti dal nord Atlantico), con il conseguente instaurarsi di venti di föhn fino a basse quote su buona parte della Lombardia (segnatamente quella settentrionale ed occidentale). Il föhn è stato così l’indiscusso protagonista su buona parte della nostra regione per diversi giorni; il vento ha infatti spirato con raffiche piuttosto sostenute su buona parte della Lombardia occidentale e settentrionale in 5 giorni consecutivi, dal pomeriggio di sabato 15 fino a mercoledì 19 maggio. Gli episodi di föhn sono poi continuati anche giovedì e ieri, venerdì, anche se hanno interessato più marginalmente il nostro territorio (segnatamente la Valtellina ed alcune località dell’angolo nordoccidentale della Regione) visto che il dislivello barico con il nord delle Alpi si è progressivamente ridotto.
 
Sempre a livello sinottico va segnalato, tra la notte di martedì e la prima parte di mercoledì, il passaggio di una goccia fredda che ha portato una breve fase di instabilizzazione dell'atmosfera, concretizzata per lo più in un po’ di nuvolosità su buona parte della regione. Infatti, a causa delle correnti secche che spiravano ormai da giorni, e della mancanza quindi di umidità sia al suolo che in quota, si sono registrati fenomeni locali e di modesta entità solo sulle zone meno esposte ai venti da Nord, ovvero su  basso pavese, lodigiano e sul confinante Piemonte ed Emilia, con alcuni temporali isolati (che hanno fatto registrare accumuli modesti, entro i 15 mm). Gia nella giornata di mercoledì però si è osservato un nuovo aumento della pressione sull'Europa centroccidentale, che ha portato alla formazione di un vasto campo di Alta Pressione, che ci sta interessando tuttora, esteso dalla Spagna fino alla Scandinavia. 
 
In tale contesto ventoso, è da segnalare un piccolo mistero occorso, segnatamente sulla fascia centrale e settentrionale della regione, durante il tardo pomeriggio di martedì 18 maggio quando, nonostante spirasse il föhn, si è osservata chiaramente della caligine al suolo (sia in pianura che in montagna); tale caligine è stata da qualcuno confusa con la foschia ma, visto che in quel momento l’umidità su buona parte della regione era sotto il 30 %, il fenomeno osservato non poteva essere foschia. Tra le ipotesi a spiegazione di tale fenomeno, la più verosimile parla di un aumento di PM10 al suolo (rilevato da diverse centraline dell'Agenzia per l'ambiente ARPA che ha, appunto, registrato un rapido incremento di polveri sottili il tardo pomeriggio di martedì), forse legata alla ricaduta al suolo delle ceneri del vulcano islandese Eyjafjallajkull (si è infatti osservato un aumento anche della concentrazione di biossido di zolfo); ceneri trascinate fino sull’Europa centrale dalle correnti settentrionali e che il föhn potrebbe aver trascinato nei bassi strati dell'atmosfera del versante sudalpino. Quest’ultima rimane solo una ipotesi ed al momento tale fenomeno rimane … avvolto nel mistero!
 
A livello termico, per buona parte della settimana si sono registrate temperature ancora fresche (in alcuni casi leggermente sotto la media) nonostante il sole; questo per via delle correnti settentrionali, secche ma comunque fresche. Da domenica scorsa quindi, e fino a giovedì, in pianura le temperature sono risultate in buona parte stabili ed hanno mediamente oscillato nei valori minimi tra 9 e 13 °C mentre nei valori massimi tra 19 e 23 °C. Da ieri invece, venerdì, le temperature hanno cominciato a salire nei valori massimi, raggiungendo diffusamente i 25-26 °C su buona parte della regione e spingendosi fin vero i 27-28 °C sulla fascia di pianura sud-orientale (il picco è stato raggiunto a Codogno - LO - con 28,9 °C).
 
E cosa ci riserva il futuro? Dalle ultime emissioni modellistiche sembra confermato sulla nostra regione un week-end con tempo che si dovrebbe mantenere stabile, soleggiato e caldo (ma senza eccessi)! Per seguire comunque l’evoluzione del tempo del week-end e successivamente della prossima settimana, consigliamo come sempre di leggere e seguire i commenti e gli aggiornamenti sul Forum, oltre che di consultare gli aggiornamenti del nostro Bollettino di Previsione
 
Concludiamo l’editoriale suggerendo ed augurando ai nostri lettori, visto che abbiamo previsto un “sereno e mite week-end” sul nostro territorio, di trascorrere qualche ora all’aria aperta ed in mezzo alla natura, magari a “giocare” e a divertirsi; così facendo, oltre che a garantirci benessere e serenità, vivremo nel miglior modo possibile la Giornata Mondiale del Gioco, fissata dalle Nazioni Unite nella data del 28 maggio ma che verrà festeggiata in diversi luoghi domani, domenica 23 maggio. Gioco che, ricordiamo, svolge un ruolo fondamentale nella crescita, nella formazione e nello sviluppo di ogni individuo (dal bambino all’adulto) e che rappresenta uno strumento importante per la comprensione e la condivisione fra le generazioni e fra le culture!
 
Vi ringraziamo come sempre per l'attenzione.
 
 
 
Giuseppe Aceti - Staff CML
 
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2021 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI