Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Venerdì 17 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 16/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

17/11/17, ore 23:55

Temperatura: 9.3°C
Umidità relativa: 76%
Pressione: 1019.1mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

17/11/17, ore 23.56

Temperatura: 6.7°C
Umidità relativa: 82%
Pressione: 1020.4mB
Ultime piogge... in attesa di un periodo più secco e fresco   Inserito il› 25/11/2008 15.26.38
Dopo una prima parte di Novembre caratterizzata da tempo spesso perturbato, con precipitazioni abbondanti specie sul centro-nord regione, ma anche da clima piuttosto mite, dopo la metà del mese si fa strada un periodo più secco caratterizzato da correnti settentrionali, in attesa del primo freddo stagionale...
Editoriale a cura di M. Dei Cas.
 
 
Venerdì 14 Novembre 2008 - ore 21:00
 
 
Buona serata a tutti dallo staff CML e ben ritrovati sul nostro sito per il consueto appuntamento con l'editoriale di "Prima Pagina".
 
La settimana che sta per concludersi ha riproposto ancora una volta le piogge, distribuite su tutti i settori della Lombardia. Una perturbazione atlantica è venuta infatti a farci visita l'altro ieri, mercoledì 12 novembre, interessando il nostro territorio per quasi quarantotto ore. Una fase di maltempo "relativamente breve" e complicata ancora una volta dalla risposta del Mediterraneo.
 
Un minimo depressionario si è infatti approfondito al largo della Costa Azzurra per spostarsi lentamente verso l'Alto Tirreno. L'evoluzione della goccia fredda e la traiettoria descritta dalla depressione nei bassi strati, avrebbero favorito una distribuzione pluviometrica complessivamente piuttosto omogenea sul nostro Territorio.
 
Entrando brevemente nei dettagli possiamo individuare, nella giornata dell'altro ieri, una piovosità concentrata ancora una volta sull'Alta Pianura e sulle Prealpi. Gli accumuli hanno sfiorato i 50 mm nei dintorni di Como, attestandosi su valori attorno ai 30-40 mm in tutta la fascia prealpina da Varese a Brescia. La pianura d'Oltrepo è rimasta, durante questa prima fase, al riparo dalle correnti umide da SudOvest.
 
La situazione si è però invertita nella giornata di ieri, quando la posizione del minimo vicino all'isola d'Elba, ha impresso alla ventilazione una maggiore componente orientale. E' scattato così il turno della bassa pianura con accumuli relativamente più imporanti, dell'ordine di 15-20 mm sull'asse Pavia-Lodi-Cremona-Mantova. L'effetto di sbarramento si è fatto sentire ai piedi dell'Appennino Piacentino-Parmense come anche sulle Prealpi Bresciane, mentre su Varesotto, Comasco e Lecchese una ventilazione settentrionale nei bassi strati avrebbe invece inibito le precipitazioni.
 
La neve è caduta in montagna oltre i 1600-1700 metri, in un contesto termico piuttosto mite e caratterizzato da valori sopra la media, specialmente di notte. La copertura nuvolosa ha limitato l'irraggiamento, contenendo l'escursione termica in un intervallo che in Pianura è risultato compreso tra gli 8 ed i 12°C. Le temperature stanno calando rapidamente in queste ore della sera, grazie ai cieli stellati, nonostante l'umidità resti davvero elevata.
 
Il rasserenamento di oggi dovrebbe introdurci ad un weekend caratterizzato da tempo stabile e soleggiato, con possibilità concrete di un  ritorno della nebbia sulle pianure, almeno tra la notte ed il primo mattino. L'alta pressione delle Azzorre sembra infatti volere prendere possesso dello scenario europeo spingendosi probabilmente nel corso della prossima settimana a latitudini settentrionali.
 
La linea di tendenza è quindi orientata ad una fase asciutta nordoccidentale, caratterizzata da frequenti episodi favonici e da masse d'aria di natura marittima progressivamente più fredde. Non è da escludere l'ipotesi di una terza decade del mese improntata ad una prima importante discesa artica della stagione sull'Europa centrale, un'immagine comunque ancora lontana nel tempo e quindi ritrattabile dai modelli di previsione. Vi consigliamo quindi di consultare i nostri bollettini meteo, come anche i commenti da parte della schiera di appassionati che frequentano il nostro Forum.
 
Vi ringrazio per l'attenzione e vi auguro un buon fine settimana, all'insegna finalmente del bel tempo!
 
 
 
 
Matteo Dei Cas - Staff CML
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI