Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 16 ottobre 2021 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 15/10/2021
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

16/10/21, ore 20:46

Temperatura: 15.7°C
Umidità relativa: 60%
Pressione: 1019.01mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

16/10/21, ore 20:44

Temperatura: 11.8°C
Umidità relativa: 80%
Pressione: 1019.8mB
La pianura Padana riscopre nebbia e gelo   Inserito il› 02/01/2008 1.11.08
Editoriale che ripercorre l'interessante fase nebbiosa, accompagnata da temperature gelide e da episodi di galaverna, che ha interessato gran parte della pianura Padana nella parte finale del Dicembre 2007. Il tutto contrapposto al clima più mite con tempo soleggiato delle aree montane e collinari.
 
 
Sabato 29 Dicembre 2007, ore 13
 
 
Buona giornata a tutti e ben ritrovati sul sito del CML per un nuovo  aggiornamento della nostra "Primapagina".
 
In questi ultimi giorni la pianura Lombarda è tornata ad assaporare il clima invernale "di una volta", grazie alla comparsa a fasi prolungate di fitte nebbie, accompagnate da temperature molto basse sia nei valori minimi che in quelli massimi, specie nella medio-bassa padana ed anche nelle città, Milano compresa.
 
La nebbia è tornata infatti a spadroneggiare sulle nostre aree pianeggianti come non accadeva da tempo (perlomeno in maniera così diffusa e persistente), ma paradossalmente in maniera del tutto "normale" per quello che sino a pochi anni fa era spesso il clima tipico invernale per le nostre latitudini.
 
L'evento nebbioso delle ultime ore è risultato interessante specie per quanto riguarda le temperature massime, che ieri (ma spesso anche nei giorni precedenti) si sono attestate su valori intorno o addirittura di poco sotto lo zero (con locali casi di "giornate di ghiaccio", ovvero con tmax<0°C) su medio-basso Milanese, Pavese, Lodigiano, Cremonese, Mantovano, bassa Bergamasca e bassa Bresciana. In tali aree sono comparse inoltre estese brinate ed episodi diffusi di galaverna, con paesaggi letteralmente imbiancati per km e km, specie nelle zone di campagna, proprio come ai "vecchi tempi" di cui parlavamo in precedenza.
 
In collina e montagna invece, come tipico in queste situazioni, l'inversione termica è risultata l'assoluta protagonista con clima molto freddo al mattino solo nelle conche e nei fondovalle, più mite altrove con frequenti brezze durante la notte che inibivano il calo di temperature. Piuttosto elevati anche i valori registrati durante il giorno, con massime alle basse quote comprese mediamente tra 6 e 10 gradi; punte infine ancor più elevate -se rapportati alle medie del periodo- in quota.
 
Regione dunque in questo caso "divisa" in due, anche se la situazione dovrebbe mutare temporaneamente nelle prossime ore a causa dell'arrivo di una debole perturbazione che, specie domani mattina, potrebbe portare anche qualche fiocco di neve a quote relativamente basse, rimescolando l'aria e ponendo fine, anche se solo temporaneamente, alla fase nebbiosa al piano. Altrove sono attese temporanee precipitazioni di debole conto.
 
Per quanto riguarda poi il tempo previsto per le ultime ore dell'anno in corso e per le prime del nuovo, sembra confermata una fase stabile ma di nuovo rigida, questa volta anche in quota, a causa dell'arrivo di aria fredda dai quadranti orientali, col successivo ritorno delle nebbia in Valpadana.
 
Intorno alla metà della prossima settimana invece sembra profilarsi un importante peggioramento delle condizioni atmosferiche, mai così atteso dopo un inverno sinora secco e privo di neve in montagna; tale guasto potrebbe anche portare nevicate importanti sino al piano in una prima fase, ma necessita assolutamente ancora di conferme data la elevata distanza temporale. A tal merito vi consigliamo di seguire i nostri aggiornamenti in particolare dal giorno 31 in poi.
 
A nome di tutto lo Staff CML auguriamo a tutti gli amici e collaboratori , visto che questo sarà probabilmente l'ultimo aggiornamento prima della fine dell'anno i più sinceri auguri di Buon 2008!
 
Simone Rossetto- Staff CML
 
 
 
Galaverna ieri mattina in pianura occidentale; paesaggi molto simili comunque in quasi tutta l'area padana dal Ticino al Mincio... (foto A. Bosoni)
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2021 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI