Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Sabato 25 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 24/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

25/11/17, ore 2:38

Temperatura: 9.4°C
Umidità relativa: 94%
Pressione: 1018.8mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

25/11/17, ore 2.40

Temperatura: 8.8°C
Umidità relativa: 92%
Pressione: 1019.4mB
Termini meteo  

STATO DEL CIELO

  • Sereno o poco nuvoloso: Cielo da 0/8 a 2/8. E' la classica giornata di bel tempo.
  • Generalmente poco nuvoloso: Cielo in prevalenza attorno ai 2/8. Il cielo non è quasi mai sereno (0/8), ma ci sono poche nubi. E' comunque una bella giornata.
  • Da poco nuvoloso a nuvoloso: Cielo da 2/8 a 5/8. Nel cielo sono presenti nubi a tratti fino a coprire la metà del cielo (non intenso come copertura totale da una parte e nulla dall' altra, ma inteso come nubi sparse) e a tratti poche, ma presenti. Anche in questo caso, è comunque una buona giornate e non manca il soleggiamento.
  • Nuvoloso: Cielo da 4/8 a 5/8. Il cielo si presenta con nuvolosità.
  • Generalmente nuvoloso: Cielo da 4/8 a 6/8. Anche se non uniformemente in tutta la zona indicata, il cielo si presenta perlopiù nuvoloso (vedi sopra nuvoloso).
  • Da nuvoloso a coperto: Cielo da 4/8 a 8/8. Capita spesso che in una ampia zona, il cielo non sia coperto, ma a tratti è nuvoloso (ovvero che comunque essendo tra 4/8 e 5/8 lascia  uscire il sole).
  • Molto nuvoloso o coperto: Cielo da 6/8 a 8/8. Il cielo è in prevalenza "chiuso" ovvero non lascia intravedere il sole, anche se potrebbe sbucare fuori da quei 2/8 rimanenti del molto nuvoloso. E' la classica giornata grigia.
  • Coperto: Cielo da 8/8. Il cielo è completamente coperto su tutta la zona coperta.
  • Generalmente coperto: Cielo da7/8 a 8/8. Il cielo è in prevalenza coperto, anche se localmente potrà esserci qualche timida apertura, ma mai sotto i 6/8 (molto nuvoloso)
  • Velato: Cielo da 6/8 a 8/8. E' coperto, ma nubi alte e stratificate. Il sole è piuttosto opaco. Spesso non viene citato come velato, ma come annuvolamenti alti e stratificati o passaggi di nubi alte.
  • Graduale aumento della nuvolosità: Durante la giornata o il periodo specificato, da condizioni di tempo buono la nuvolosità andrà aumentando. E' utilizzato per non fare dei "papiri" per specificare la nuvolosità presente nei diversi orari e nelle diverse zone. Solitamente è specificato da dove partirà la copertura, ma non dove arriverà perché si intende fino ad interessare tutta la regione. Quando non è specificato l' inizio della copertura, avviene da ovest verso est.
  • Graduali schiarite: E' l' inverso di "Graduale aumento della nuvolosità". Anch' esso, se non viene specificato l' inizio delle schiarite è da ovest verso est.
  • Annuvolamenti sparsi, annuvolamenti irregolari o annuvolamenti temporanei: Capita a volte che siano presenti dei banchi nuvolosi temporanei che passano irregolarmente sulla nostra regione. Sono di limitati estensione e a volte non sono localizzabili con precisione (ma viene data una indicazione di massima).
  • Schiarite irregolari o schiarite irregolari maggiori: Può capitare che in un contesto di un cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto o tra nuvoloso e coperto, siano previste delle schiarite non localizzabili né come ampiezza, né come tempistica; in questo caso vengono utilizzati questi termini.
  • Formazione di nuvolosità cumuliforme: Sopratutto durante la stagione estiva, vi sarà capito di vedere nel cielo dei "batuffoli" di nubi che più passano le ore e più si gonfiano (specie in montagna). Questo termine indica proprio questo. Quando l' attività è elevata possono esserci addensamenti.
  • Addensamenti: Quando le nubi si compattano sul posto, anziché provenire da diversi luoghi. Un addensamento, spesso può dar luogo a precipitazioni, ma non sempre. Gli addensamenti possono essere locali , sparsi o diffusi.
  • Nuvolosità variabile: Il Centro Meteo Lombardo cerca di usare questo termine il meno possibile. Capitano a volte però delle giornata in cui lo stato del cielo cambia costantemente e proprio in questi casi usiamo tale termine, cercando, quando è possibile, di indicare dove sarà più presente più presente la nuvolosità, dove le schiarite e dove eventuali addensamenti, ovviamente quando è possibile. Quando non è specificato, non ci è possibile fare un dettaglio o è parità di zone e quindi c'è da attendersi un alternanza di schiarite ed annuvolamento o viceversa (questo in prevalenza sul territorio).
  • Nuvolosità irregolare: Mentre per la previsione su una località non è usato, su scala regionale viene usato quando dei "banchi nuvolosi" posti irregolarmente (ovvero un po' a caso) sono presenti sul nostro territorio. Solitamente non sono di facile collocazione, ma anche qui, quando possibile, diamo una linea dove potrebbe esserci più nuvolosità rispetto ad un' altra zona.
  • Ampie schiarite: E' quando da un cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto, il cielo si aprirà fino ad almeno poco nuvoloso.

PRECIPITAZIONI - Intensità

  • Deboli: Tra 0 e 1,9 mm/h. Se è pioviggine, viene specificata. La pioviggine non è pioggia debole, ma pioggia fine (diametro inferiore ai 0,3mm).
  • Moderate: Da 2 a 7,9 mm/h
  • Forti: Uguali o superiori a 8 mm/h
  • Da deboli a moderate: Da 0 a 7,9mm/h.
  • Da moderate a forti:Oltre 3 mm/h
  • Rovesci: ... o scroscio di pioggia, quasi sempre improvviso, solitamente superiore ai 30mm/h. Un rovescio può essere di pioggia, di neve o di grandine.
  • Debole rovescio: E' quello che molti chiamano piovasco. Si tratta di goccioloni improvvisi o brevi e deboli scrosciate di pioggia. Un debole rovescio non comprende la grandine.
  • Forti rovesci: Se viene indicato, si è certi che i rovesci avranno un' intensità superiore ai 60-80mm/h e possono essere anche di grandine.
  • ... localmente anche di forte intensità: Significa che i rovesci localmente (vedi zone), potranno avere un' intensità superiore ai 60mm/h e possono essere anche di grandine.
  • ... anche accompagnati da grandine: Nella parola "rovescio" è già compreso che potrebbe essere anche di grandine. Se viene specificato (anche col termine di locali gradinate), significa che la probabilità è elevata.
  • Trombe d' aria: Le trombe d' aria (o tornadi), sono ancora eventi di difficile previsione e sopratutto di difficile collocazione. Tuttavia, a volte, alcuni parametri possono far pensare la formazione (locale) di questi eventi. Quando è specificato, è perché il rischio è alto. Non è localizzabile la zona in cui si può avere la formazione, ma anche qui, diamo spesso una indicazione di massima. Prudenza, ma senza allarmismi!
  • Pioggia, Pioggia e neve, Neve: Pensiamo che non ci sia bisogno di spiegazioni. Solo per pioggia e neve specifichiamo che si intende una precipitazione mista. Non è facilmente localizzabile, di solito, infatti, dura poche ore. Quando intendiamo prima pioggia e poi neve o viceversa, o pioggia e neve e poi o pioggia o neve, lo specifichiamo sempre.
  • Neve in grani: ... o graupel. E' la neve a "pallini", quella che sembra grandine. Anche se è un evento di difficile previsione ed è sempre neve, i dati in nostro possesso sulle nostre previsioni, giustificano questa specifica. Se specificato, c'è buona probabilità (superiore al 70%).
  • Gelicidio: ... o pioggia ghiacciata. Quando uno strato di aria calda con temperature sopra lo 0°C interessa la quota, mentre al suolo sono presenti temperature inferiori o pari allo 0°C, la neve si tramuta in pioggia in quota e quando cade non può più tornare neve, così gela al contatto con terreno.
  • Galaverna: Precipitazione determinata dalla nebbia ghiacciata. A volte gli strati nebbiosi portano pioviggini simili ad "aerosol", quando le temperature sono sotto lo zero, capita questa specie di "neve" che copre tutto, specie l' erba, i tetti e gli alberi. Anch' essa non è semplice da prevedere.
  • Attenuazione dei fenomeni: Diminuzione dell' intensità con fenomeni che diverranno anche più sparsi.
  • Esaurimento dei fenomeni: Le precipitazioni o i temporali in atto, gradualmente termineranno.
  • Intensificazione dei fenomeni: Lo dice la parola stessa: l' intensità delle precipitazioni sarà in aumento.

PRECIPITAZIONI - Zone

  • Assenti: Non sono previste precipitazioni.
  • Generalmente assenti: Su gran parte della regione e per la maggior parte della giornata, non saranno presenti precipitazioni. Tuttavia potrebbero esserci temporanee precipitazioni, anche sottoforma di rovescio o breve temporale, ma non localizzabili né come zone, né come tempi.
  • Isolate: Non sono localizzabili ed interessano zone molto staccate l' una dall' altra.
  • Locali: Sono precipitazioni che interessano solo alcuni punti a volte di pochi Km (attorno al 10% del territorio indicato).
  • Sparse: Sono presenti a macchia di leopardo (tra il 25 e il 60% del territorio indicato)
  • Diffuse: Sono presenti su gran parte del territorio (superiore al 60%)
  • Estese: Sono presenti su tutti i settori indicati.

TEMPERATURE

  • Stazionarie: Variazioni tra +/- 1.5°C
  • Senza variazioni di rilievo: Variazioni tra +/- 2°C
  • In lieve aumento: Aumento tra 1°C e 2°C
  • In lieve diminuzione: Calo tra 1°C e 2°C
  • In aumento: Aumenti superiori ai 2°C. Solitamente quando l' aumento è superiore ovunque oltre i 4°C è specificato come sensibile aumento.
  • In diminuzione: Diminuzioni superiori ai 2°C. Solitamente quando il calo è superiore ovunque oltre i 4°C è specificato come sensibile diminuzione.
  • In sensibile aumento: Aumenti estesi superiori ai 4°C.
  • In sensibile diminuzione: Diminuzioni estese superiori ai 4°C

VENTI

  • Deboli: Vento tra 0 e 9 nodi (entro i 18km/h)
  • Moderati: Vento tra 10 e 23 nodi (tra 19 e 42km/h)
  • Da deboli a moderati: Venti variabili per zona tra 5 e 20 nodi (tra 9 e 37km/h)
  • Forti: Superiori ai 23 nodi (oltre 42km/h)
  • Da moderati a forti: Venti variabili per zona tra 20 e 40 nodi (tra 37 e 74km/h)
  • ... con rinforzi: Vuol dire che si possono avere degli sforamenti. Ad esempio deboli con rinforzi, significa che il vento potrebbe a tratti superare i 18km/h.

ANNOTAZIONI:
il vento può essere sottostimato in certi luoghi esposti, dove il vento è sempre più intenso delle zone circostanti, così come alcune zone possono essere spesso riparate dal vento e risultare meno intenso. Spesso, in regime anticiclonico, i venti di brezza sono riportati come deboli variabili.

SETTORI


Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI