Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Mercoledì 22 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 21/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

22/11/17, ore 21:32

Temperatura: 9.8°C
Umidità relativa: 82%
Pressione: 1020.5mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

22/11/17, ore 23.10

Temperatura: 10.1°C
Umidità relativa: 81%
Pressione: 1020.9mB
LUGLIO 2016: le mappe climatiche   Inserito il› 24/08/2016 12.43.47
2016
 
 
ESTATE IN VECCHIO STILE: CALDO SENZA ECCESSI, CON FREQUENTI TEMPORALI
 
Luglio 2016 è risultato il tipico esempio di un'estate in vecchio stile, quelle caratterizzate da temperature allineate alla media e da una piovosità spalmata in numerosi episodi temporaleschi pomeridiani senza però fenomeni alluvionali.
In parole povere un mese senza eccessi di calore, poco ventilato e con i tipici temporali di calore pomeridiani. Tutto questo perchè è venuta a mancare la classica onda di alta pressione di matrice subtropicale ben strutturata a tutte le quote che aveva caratterizzato le estati degli ultimi vent'anni.
Quest'anno il protagonista è stato invece l'anticiclone delle Azzorre che come sappiamo garantisce bel tempo, ma viene spesso disturbato dal passaggio di impulsi freschi ed instabili dall'Atlantico: il treno di perturbazioni viaggi sull'Europa centro-settentrionale e periodicamente la regione alpina viene interessata dalla coda di queste perturbazioni. Il calore risulta afoso, grazie al verificarsi di frequenti episodi temporaleschi, e comuqnue piuttosto contenuto.
L'andamento in quota mostra isoterme piuttosto alte ma contenute da numerose oscillazioni che corrispondono appunto al passaggio dei numerosi impulsi atlantici, mentre l'unico vero e proprio "break" si è verificato intorno alla metà del mese.
 
Entrando un po' più nei dettagli, l'anticiclone delle Azzorre ha conquistato il Mediterraneo già a cavallo tra giugno e luglio anche se disturbato da qualche infiltrazione fresca sulle Alpi.  La prima decade ha proseguito poi seguendo il copione delle estati in vecchio stile, con una moderata ondata di calore più sensibile sulla Bassa Pianura Padana e clima più fresco sui rilievi grazie ai frequenti temporali di calore pomeridiani che localmente hanno sconfinato nelle vicine pianure.
 
La seconda decade del mese è invece stata improntata ad un tipo di tempo spiccatamente più instabile, con coivolgimento di buona parte della nostra regione: questo proprio per l'ingresso di una saccatura atlantica piuttosto profonda e colma di aria fredda in quota, che ha dato poi origine ad un vortice chiuso che è andato colmandosi lentamente.
Il brusco contrasto termico ha dato luogo a temporali bene organizzati e localmente di forte intensità, con grandine in pianura e nevicate sulle Alpi oltre i 2000 metri. L'ingresso di aria fredda sottoforma di correnti favoniche ha ripulito la Pianura Padana dall'afa, con raffreddamenti notturni importanti (minime fin sotto i 10°C) nelle conche più riparate. Ed anche nei giorni successivi al passaggio della pertubazione il tempo si è mantenuto instabile, con frequenti temporali pomeridiani tra l'area pedemontana e le Alpi.
 
La terza decade del mese ha invece visto un ritorno dell'Aniticiclone delle Azzorre con tempo buono e gradevole: si è trattato del secondo episodio di calore del mese di Luglio, più sensibile sulla Bassa grazie appunto ad una maggiore stabilità. Il passaggio di diversi impulsi instabili di stampo oceanico, intervallato da fugaci onde di alta pressione, ha invece mantenuto condizioni di variabilità su Alpi, Prealpi e pianure limitrofe dove non sono mancati i consueti temporali pomeridiani.
 
 
Luglio 2016 - Temperatura ad 850 hPa e confronto vs media trentennale 1981-2010. FONTE: www.weather.uwyo.edu - Elaborazione di Bruno Grillini.
N.B. Il grafico mette in evidenza gli scambi di calore in bassa troposfera, con ripercussioni poi sulla temperatura media al suolo nel corso del mese
 
TEMPERATURE
 
Luglio 2016 dal punto di vista delle temperature, si è collocato perfettamente allineato alla media calcolata in quest'ultimo decennio che come ben sappiamo si discosta di uno/due gradi rispetto al trentennio 1961-90 a causa dell'innegabile global warming.
E' interessante confrontare la mappa sottostante rispetto a quelle dei due anni precedenti: lo scorso anno - un luglio molto caldo - lo scarto è stato dell'ordine di ben + 4 / + 5°C, mentre nel 2014 lo scarto è stato addirittura debolmente negativo nei valori massimi a testimonianza di un  luglio particolarmente fresco e piovoso. Un mese quindi normale sotto tutti i punti di vista!
 
 
Luglio 2016 - Anomalia delle temperature minime e massime rispetto al trentennio 1961-'90. FONTE: dati del Servizio Meteorologico AM e di Meteosvizzera. Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
La distribuzione delle isoterme degli estremi minimi è tipicamente estiva: fresco lungo la fascia prealpina e dell'Oltrepo, con temperature che calano con l'altimetria. Altrettanto fresche - fino 15 °C - le brughiere, la valle del Ticino e la Media Valtellina grazie ad un cenno di inversione termica che si è verificato nelle notti serene dopo il passaggio degli impulsi instabili che hanno caratterizzato buona parte del mese. Sempre faticoso il raffreddamento notturno nei grandi centri urbani, dove di notte la colonnina di mercurio non scende al di sotto dei 20 °C.
 
 
  
 
Luglio 2016 - Media delle temperature minime in Lombardia su base delle stazioni della rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
La mappa delle temperature massime mostra il tipico gradiente termico estivo orientato da Nord-Ovest a Sud-Est: si passa quindi dai 27/28°C del Varesotto, ai 32/33 °C delle provincie di Cremona e Mantova. Oltretutto in queste ultime aree la sopportabilità del caldo è stata resa difficoltosa dal tasso minimo di umidità, con caratteristiche di afa.
 
 
 
Luglio 2016 - Media delle temperature massime in Lombardia su base delle stazioni della rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini
 
 
PRECIPITAZIONI
 
Anche la mappa delle precipitazioni presenta un andamento estivo con un gradiente crescente da Sud a Nord: le piogge, quasi esclusivamente a carattere di rovescio o temporale, si sono concentrate sulle Prealpi, con valori complessivi fino a 300-400 mm. Le Alpi hanno ricevuto un po' meno precipitazioni, essendo esse per l'appunto schermate dalle Prealpi: le correnti umide provenienti dalla pianura, infatti, sono costrette forzatamente a salire quando incontrano il  primo contrafforte orografico e proprio li trasformano la loro energia potenziale nello sviluppo dei sistemi convettivi.
L'assenza di minimi organizzati sul mare - molto rari in estate - si traduce in una piovosità scarsa sulla media e bassa pianura, tanto che al di sotto del Po si sono registrati i valori più scarsi, non superiori ai 25 mm.
 
 
Luglio 2016  - Accumuli complessivi di precipitazioni registrate in Lombardia su base delle stazioni dalla rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI