Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Domenica 19 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 18/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

19/11/17, ore 18:55

Temperatura: 11.2°C
Umidità relativa: 73%
Pressione: 1013.6mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

19/11/17, ore 18.56

Temperatura: 14.2°C
Umidità relativa: 28%
Pressione: 1014.2mB
LUGLIO 2015: le mappe climatiche   Inserito il› 21/08/2015 7.19.05
2015
 
 
STABILE ED ECCEZIONALMENTE CALDO !
 
 
Luglio 2015 è stato uno tra i più caldi degli ultimi trent'anni, ed in il più caldo in assoluto negli ultimi quindici superando anche quello della temibile estate del 2003! Fortunatamente, a differenza di quella memorabile estate, quest'anno tuttavia il caldo eccezionale è durato poco più di un mese e non un'intera stagione come è avvenuto allora, con valori sopramedia che si erano estesi dall'ultima decade di maggio alla prima di settembre!
 
Entrando un po' più nei dettagli, come possiamo anche osservare dal grafico sottostante, il mese di Luglio è stato contraddistinto da due ondate di calore molto intense ed interrotte dal classico "break temporalesco".
Aria molto calda a tutte le quote, grazie al persistere di un'onda di alta pressione di stampo sub-tropicale molto bene strutturata che ha mantenuto condizioni di tempo stabile su tutta l'Italia.
 
La prima decade di Luglio è iniziata per l'appunto con la rimonta di un'onda anticiclonica di matrice subtropicale, in risposta ad un affondo ciclonico in pieno Atlantico, al largo del Portogallo. Le temperature sono impennate in montagna - come dimostrano le isoterme che hanno raggiunto addirittura i 23°C alla isoipse di 850 hPa (circa 1600 metri) - mentre in pianura è iniziata una lenta ed inesorabile crescita. Si è trattato della seconda ondata di calore dell'estate 2015, della durata di una settimana.
A parte qualche "isolato scoppio temporalesco pomeridiano" sulle Alpi, un vero e proprio break si è avuto soltanto al termine di questa decade con il passaggio di un fronte freddo atlantico che ha innescato una linea temporalesco bene organizzata che ha colpito i settori orientali della regione, ed in particolare la Pianura Veneta.
 
La seconda decade è stata caratterizzara da una ulteriore e più intensa ondata di calore, destinata questa volta a protrarsi per ben due settimane. In questa fase sono stati raggiunti e superati i valori record in molte delle nostre stazioni, ed in particolare nei giorni 18 e 19 con diffuse punte di 35/36°C su gran parte della nostra pianura e fino a 38°C ed oltre sulla bassa orientale.
 
Il caldo ha finalmente mollato un po' la presa nell'ultima settimana del mese, grazie all'indebolimento della struttura di alta pressione subtropicale sotto l'incalzare delle correnti atlantiche, più fresche ed instabili.
Le prime a risentire i benefici del cambio della circolazione sono state le Alpi, interessate quasi ogni giorno da rovesci e temporali di calore.
L'instabilità è poi andata gradualmente diffondendosi verso le nostre pianure, ed in particolare lungo la fascia pedemontana dove finalmente si è verificato qualche episodio temporalesco un po' meglio organizzato che ha permesso alle temperature di tornare finalmente ad allinearsi su valori più consoni a quelli del periodo.
Il mese è poi terminato addirittura con il passaggio di una perturbazione atlantica che ha dato luogo a qualche pioggia sparsa un po' su tutta la Lombardia.
 
 
 
Luglio 2015 - Temperatura ad 850 hPa e confronto vs media trentennale 1981-2010. FONTE: www.weather.uwyo.edu - Elaborazione di Bruno Grillini.
N.B. Il grafico mette in evidenza gli scambi di calore in bassa troposfera, con ripercussioni poi sulla temperatura media al suolo nel corso del mese.
 
 
 
TEMPERATURE
 
Luglio 2015 è risultato un mese eccezionalmente caldo, e questo è reso evidente dal confronto con le serie storiche trentennali (anni '60-'90) archiviate nelle stazioni meteorologiche AM: gli scarti sono generalmente dell'ordine di + 4 / + 5 °C sia negli estremi minimi, che in quelli massimi.
 
 
 
Luglio 2015 - Anomalia delle temperature minime e massime rispetto al trentennio 1961-'90. FONTE: dati del Servizio Meteorologico AM e di Meteosvizzera. Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
La distribuzione delle temperature minime è rappresentata da una forcella piuttosto ampia, grazie al persistere di condizioni di tempo stabile: possiamo osservare temperature più basse (20 / 22°C) nelle zone collinari, lungo la fascia pedemontana, in riva ai laghi e lungo i grandi corsi d'acqua. Relativamente fresche le vallate rispetto alla Pianura Padana, dove si registano in aperta campagna valori diffusi dell'ordine di 22 / 23°C. La situazione diviene decisamente più critica in città, dove il calore rimane letteralmente intrappolato: nei grandi centri urbani, come Milano e Brescia, di notte le temperature non sono scese al di sotto dei 24 / 25 °C !    
 
 
 
 
Luglio 2015 - Media delle temperature minime in Lombardia su base delle stazioni della rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 

Tipicamente estiva anche la distribuzione delle temperature massime: si evidenzia nella mappa sottostante una Pianura Padana letteralmente infuocata, con valori che nella bassa raggiungo i 35 / 36 °C di media! Particolarmente calda anche la Valcamonica e la Bassa Valtellina, che registrano valori del tutto paragonabili alla Pianura Padana. Più respirabile l'aria lungo i nostri laghi, grazie all'inerzia termica della massa d'acqua ed al ricircolo delle brezze diurne che trasportano aria più fresca verso la riva. In città, a differenza di quanto accade di notte, le temperature raggiunte nel tardo pomeriggio non differiscono apprezzabilmente rispetto all'aperta campagna.

 
 
 
Luglio 2015 - Media delle temperature massime in Lombardia su base delle stazioni della rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
 
 
PRECIPITAZIONI
 
Decisamente scarso l'ammontare mensile delle precipitazioni, cadute esclusivamente sottoforma di rovescio o temporale.
Come possiamo immaginare è piovuto di più sui rilievi (fino a 100 / 150 mm) grazie all'instabilità pomeridiana che vede nell'orografia un vero e proprio trampolino di lancio per lo sviluppo del classico temporale di calore estivo.
In Pianura Padana le occasioni piovose si riducono al passaggio perturbato di fine mese: ciò nonostante le precipitazioni sono risultate piuttosto circoscritte e distribuite a bande, come acacduto ad esempio ad Est di Milano e ad Ovest di Mantova.
Altrove prevale la siccità: in gran parte della "Bassa" non è caduto in tutto il mese una goccia d'acqua! Per questo motivo Luglio 2015 verrà ricordato come uno dei mesi estivi più secchi di questi ultimi anni!
 
 
Luglio 2015  - Accumuli complessivi di precipitazioni registrate in Lombardia su base delle stazioni dalla rete CML - Elaborazione di Bruno Grillini.
 
 
Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI