Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Mercoledì 22 novembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 21/11/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

22/11/17, ore 21:32

Temperatura: 9.8°C
Umidità relativa: 82%
Pressione: 1020.5mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

22/11/17, ore 23.10

Temperatura: 10.1°C
Umidità relativa: 81%
Pressione: 1020.9mB
Notizie dal Vortice Polare - Stagione 2008/2009 - Aggiornamento del 03/02/09   Inserito il› 02/02/2009 21.55.21
L'imponente Stratwarming, come correttamente previsto dai vari forecast, si sta espandendo lungo tutta la colonna atmosferica. Proprio quest'oggi si sono toccati molto probabilmente i picchi massimi di temperatura nei bassi livelli stratosferici (70Hpa e 100hPa).

Ecco due mappe molto esplicative:





Proprio in questi giorni, osservando i vari dati, ci si sta rendendo ulteriormente conto di quanto sia imponente questo Major Warming, che di prepotenza sta scalando tutte le posizioni per giungere in vetta alla classifica dei "CRACK stratosferici" da quando si hanno rilevazioni.

Nella stagione invernale, come accennato in qualche articolo precedente, l'emisfero Nord è dominato dall'azione del VPS, caratterizzato da basse temperature e bassi geopotenziali. L'opposto della situazione che si verifica nell'emisfero Sud, dove prevale una cellula anticiclonica associata ad alte temperature.

Ma se osserviamo questa mappa - riferita proprio all'emisfero Sud...




...e la confrontiamo con quella postata poco fa, salta subito all'occhio che "c'è qualcosa che non va": la situazione è pressochè identica su entrambi i poli geografici!!! Solo che per l'emisfero Sud tutto è normale, per il Nord assolutamente no!

Anche dal seguente grafico appare il MMW in tutta la sua potenza - si nota tra l'altro la sua progressiva estensione verso il basso:



Ma ciò che veramente sta continuando a stupire è l'accostamento, in Stratosfera, di due eventi estremi opposti; prima un raffreddamento, seguito immediatamente da un riscaldamento eccezionale. Un vero e proprio terremoto del tutto imprevedibile, come effettivamente è stato.

La seguente mappa mostra le anomalie di geopotenziale: direi che parla da sola.



Volendo paragonare questo Major Warming con quello accaduto a cavallo tra il 1984 e il 1985, si nota come l'esplosività di quello attuale supera di gran lunga il suo "sfidante".

Prendiamo i due grafici seguenti, sempre riguardanti l'anomalia di geopotenziale; il primo riferito al 1984, il secondo al 1985:





Concentrando l'attenzione sul fine Dicembre 1984 e l'inizio di Gennaio 1985 si osserva l'imponente stratwarming polare in via di propagazione, col passare dei giorni, a tutta la colonna atmosferica. Si tratta di un fatto sicuramente notevole e dirompente, non a caso queste due mappe ritraggono uno dei MMW più forti mai accaduti.

Ma il grafico riferito al MMW attuale è veramente qualcosa di incredibile, che "va oltre"...



Ciò che sembra davvero irreale è l'accostamento di due anomalie eccezionali opposte!! Inoltre, la linea di demarcazione tra le due anomalie assume una traiettoria verticale, indicando che l'espansione è stata pressochè immediata lungo tutta la colonna atmosferica, e non in modo graduale come è avvenuto nel 1985 e in tanti altri MMW. Se vogliamo usare un paragone possiamo dire che, se il grafico del 1984/1985 rappresenta una scossa di terremoto del 8° della scala Richter, quello del 2009 rappresenta il fondoscala più assoluto, quindi il 10° grado.

I grafici che si stanno aggiornando in questi giorni sono davvero impressionanti; eccone un altro riferito all'anomalia di geopotenziale alle quote polari e sub-polari:



E perchè non postare anche il prossimo? - che mostra la zonalità dei venti a 30hPa.




Ritornando alle definizione di "grande massa gelatinosa" che ho dato per descrivere il VPS, vi linko un'animazione che mostra l'andamento del Vortice Polare da Settembre 2008 ad oggi.

Animazione - Clicca Qui


E' un po' lunga ma permette di osservare tutto il comportamento del VPS, la sua struttura, le sue temperature alle varie quote e il comportamento delle aree anticloniche "esterne". Nel mese di Gennaio 2009 si nota prima l'esteso raffreddamento e compattamente del VPS stesso, seguito poi dall'esplosione derivata dal MMW attuale, con un VPS che tende a disintegrarsi.

L'azione di questo Stratwarming è ormai assodato che influenzerà decisamente il VPS fino alla fine della stagione invernale: i vari forecast mostrano infatti la persistenza del CRACK stratosferico e Troposferico per molti giorni, indicando che il Vortice Polare molto probabilmente non riuscirà più ad assumere una struttura compatta.





A livello troposferico nei prossimi giorni si assisterà al primo vero scambio meridiano derivante dalla propagazione del MMW; la discesa fredda associata, però, si getterà in Atlantico e non sulla terraferma impendendo il grande raffreddamento che appariva probabile fino a qualche giorno fa. Tuttavia, sarà proprio l'Europa il bersaglio di questo scambio meridiano.




Al prossimo aggiornamento.

Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI