Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Mercoledì 17 aprile 2024 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 16/04/2024
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Webcam

www.meteogiuliacci.it

17/04/24, ore 0:24

Temperatura: 10.6°C
Umidità relativa: 75%
Pressione: 1006.0mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

17/04/24, ore 0:28

Temperatura: 11.7°C
Umidità relativa: 61%
Pressione: 1006.5mB
Un diverso approccio all'evoluzione meteorologica, partendo dalla stratosfera   Inserito il› 24/04/2007 20.58.23
Avevamo concluso l'articolo, datato 1 Aprile, con queste parole: <<Attendiamo gli sviluppi, ma stando all'aggiornamento odierno ritengo molto probabile, una prima decade di Aprile via via più mite e con tempo stabile su Italia, regione alpina ed area mediterranea.    La seconda decade dovrebbe aprirsi con l'influenza anticiclonica ancora sugli scudi e temperature sopra la media.  
L'incertezza e la tendenza alla diminuzione mostrata dagli indici teleconnettivi verso la metà del mese lasciano però presagire un lento indebolimento del campo barico a partire dall'Iberia.  Non diamo per ora molto credito ad una fase perturbata, ma sicuramente si renderanno possibili delle infiltrazione fresche con instabilità pomeridiana sull'area Padano-alpina e sul lato tirrenico.   Le temperature nel contempo dovrebbero subire una lieve flessione e portarsi su valori normali o leggermente superiori alle medie stagionali.>>

La tendenza ad un deterioramento dell'area anticiclonica ha avuto luogo, ma visto che la goccia fredda si è incistata tra l'Iberia ed il Mediterraneo Ovest, tale situazione ha solo contribuito ad accentuare l'onda calda e la struttura dell'anticiclone ad Omega sul N-Italia.
Quindi, la previsione di una fase termica con calura più contenuta è stata totalmente disattesa.


**********************************************************************
**********************************************************************

Partiamo, come sempre, in questa nuova analisi, presentando le proiezioni degli indici di teleconnessione, NAO (Oscillazione del N-Atlantico) ed AO (Oscillazione Artica), che serviranno per trarre interessanti auspici sull'andamento meteorologico in Europa sull'Italia nel medio-lungo termine.


** Proiezioni dell'indice teleconnettivo NAO su fonte CPC - NOAA

Ad oggi sia l'indice NAO che l'indice AO si presentano leggermente positivi.   Tale situazione rispecchia la temporanea debolezza dell'HP delle Azzorre con area di alta pressione principale sul continente europeo e depressione d'Islanda leggermente a Sud del 60° parallelo.   Nel contempo la fase di AO contrassegna il persistere di un flusso non particolarmente intenso ma caratterizzato da una netta componente zonale.


** Proiezioni dell'indice teleconnettivo AO su fonte CPC - NOAA


**La situazione termica e della quota di GPT attuale è la seguente:


** analisi del campo termico alla quota di GPT di 100hPa su base CPC-NOAA



** analisi del GPT alla quota di 100hPa su base CPC-NOAA

Rileviamo ancora un volta la debolezza del getto polare (polar jet) che arresta la sua azione, come evidenziato dall'analisi del campo termico al largo delle Isole Britanniche.
Ciò permette anche lo sviluppo di una pronunciata cresta anticiclonica sull'Ovest Europa, responsabile di questa lunga fase estiva sul vecchio continente.
L'origine di questa situazione va ricercata nell'intensa pulsazione anticiclonica in atto sulla West Coast statiunitense, che per la legge della conservazione del momento angolare determina il persistere del lobo secondario del VP sull'Atlantico Occidentale/artico Canadese e facilitando le rimonte anticicloniche sull'Europa Occidentale.
Nei prossimi giorni, cioè fino al 26 Aprile, registreremo l'indebolimento della campana di alta pressione sull'europa centro-Occidentale con l'attenuarsi dell'onda di calore sul N-Italia.

**Ecco l'evoluzione a 72h, cioè per Venerdì 27 Aprile 07:


** prognosi del campo termico alla quota di GPT di 100hPa su base CPC-NOAA


** prognosi del GPT alla quota di 100hPa su base CPC-NOAA

In questa fase il mutamento principale consiste nell'indebolimento della pulsazione anticiclonica sulle Montagne Rocciose, che conduce ad un contemporaneo indebolimento del lobo del VP polare sull'area canadese.   Ne deriva un indebolimento del campo barico sull'Europa, ma ancora dominio anticiclonico sull'Italia e flusso zonale che tende a riaffacciarsi sull'Europa centrale.
Fino al giorno 29 Aprile ci attendiamo ancora condizioni di tempo mite oltre la norma stagionale, ma i GPT più bassi ed il passaggio di deboli perturbazioni sul versante N-alpino lascia aperta la porta ad una lieve instabilità in montagna.

** Facciamo un passo avanti fino a 144h, Lunedì 30 Aprile 07:


** prognosi del campo termico alla quota di GPT di 100hPa su base CPC-NOAA


** prognosi del GPT alla quota di 100hPa su base CPC-NOAA

L'indebolirsi della pulsazione anticiclonica ed il suo trasferirsi sul Midwest degli Stati Uniti  ha come ripercussione una notevole debolezza del lobo canadese del VP.   Se genererà la nascita di una forte pulsazione anticiclonica tra l'Iberia e la Scozia con progressiva meridianizzazione del flusso sull'Europa.   Il getto polare resta debole anche se una discesa fredda dovrebbe aprirsi la strada in direzione dei Balcani e del Mar Nero.
Nel complesso fino al 2 Maggio avremo ancora il dominio dell'lta pressione con infiltrazioni di aria fresca lungo le Alpi orientali e sul versante adriatico che si trovano sul ramo discendente dell'alta pressione.
Le temperature resteranno su valori primaverili lontani dalle punte odierne di 27-30°C ma sempre leggermente oltre la norma del periodo e piogge organizzate sempre latitanti.


**Con un ultimo balzo arriviamo a 216h, cioè Giovedì 3 Maggio 07:


** prognosi del campo termico alla quota di GPT di 100hPa su base CPC-NOAA


** prognosi del GPT alla quota di 100hPa su base CPC-NOAA

In queste ultime slides notiamo il migrare verso Est della cresta anticiclonica sul continente americano e lo arretramento della pulsazione anticiclonica principale sullo scacchiere europeo a causa della persistente debolezza del lobo canadese del VP.
Il core del getto polare resta confinato a latitudini decisamente settentrionali, ma la posizione arretrata ed a latitudini più elevate del centro di alta pressione facilita l'arrivo di implusi di aria fresca fin sull'area iberica con un leggero incremento dell'instabilità atmosferica anche sul Mediterraneo Ovest.    Fino al 5 Maggio sembra ancora una volta profilarsi il rischio di un cut-off iberico-marocchino con al più un rientro dei valori termici nella norma, ma prosecuzione della fase poco piovosa o con precipitazioni di tipo estivo (cellule di tipo temporalesco).   Potrebbe però essere solo un breve intervallo.


**Analisi climatica finale

Attendiamo gli sviluppi, ma stando all'aggiornamento odierno ritengo molto probabile, una terza decade di Aprile ancora molto mite e con tempo stabile su Italia, regione alpina ed area mediterranea.   Al più potrebbero esserci infiltrazioni fresche ed una lieve instabilità sul finire della decade sul lato Triveneto ed Adriatico.  
La prima decade di Maggio dovrebbe ancora essere caratterizzata da condizioni prevalentemente anticicloniche con temperatura ancora sopra la norma e precipitazioni inferiori alla media per la mancanza di veri e propri sistemi perturbati atlantici.

Si ricorda che queste previsioni hanno carattere sperimentale.  
Si sconsiglia, quindi di utilizzarle come unica base di decisione. 
 

Vi do appuntamento al prossimo aggiornamento, previsto per l'inizio di Maggio
 


Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2024 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI