Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Centro Meteorologico Lombardo - Associazione Culturale per la ricerca sui microclimi della Lombardia
.: Giovedì 21 settembre 2017 
Centro Meteorologico Lombardo - Home Page
Puoi sostenere le nostre attività con una donazione anche minima:
Cerca:
Login Registrati
Home
Prima Pagina
Bollettino CML
Cartina Realtime
Radar precipitazioni
Immagini dal Satellite
CML_robot
Stazioni Online
Estremi 20/09/2017
Webcam
Associazione
Contatti
Privacy Policy
Note Legali

Situazione a Milano

Milano Duomo

www.milanocam.it

21/9/17, ore 7:05

Temperatura: 13.5°C
Umidità relativa: 65%
Pressione: 1018.5mB

Situazione a Como Lago

Como AeroClub

www.meteocomo.it

21/09/17, ore 7.04

Temperatura: 14.0°C
Umidità relativa: 62%
Pressione: 1019.2mB
11 settembre - Avvisaglie d'autunno   Inserito il› 12/09/2017 0.05.53
Lunedì 11 settembre 2017 - ore 24:00 
 
 

Domenica 10 settembre 2017 -  Le intense piogge del weekend hanno finalmente rimpinguato i livelli idrici di fiume e laghi messi a dura prova da un'estate molto calda e siccitosa.  Nella foto il fiume Brembo ritratto nel suo attraversamento a San Pellegrino Terme (Bg). Foto by Mario Luigi Sonzogni.

  
Buona giornata a tutti i meteoappassionati e ben ritrovati con una nuova edizione della "Prima Pagina"

Dopo una lunga attesa nell'ultimo fine settimana le grandi piogge sono tornate a cadere su gran parte del territorio lombardo alleviando almeno in parte la carenza idrica di questa estate 2017 che sembrava interminabile. Un'intensa perturbazione di origine nord-atlantica si è affacciata in pianura padana a partire dalla giornata di sabato 9 apportando precipitazioni intense dapprima sulle zone alpine e prealpine nord-occidentali e a seguire nella giornata di domenica 10 le piogge si sono estese a quasi tutto il territorio lombardo con quantitativi importanti che non si vedevano da molto tempo.

A livello sinottico il tutto è stato facilitato da una regressione verso i propri luoghi d'origine dell'anticiclone che ha dominato in lungo e in largo sul Mediterraneo centrale negli ultimi mesi; ciò ha favorito una discesa di aria fresca dal nord-atlantico con target il Mediterraneo centrale e quindi la nostra penisola che ha determinato una importante ciclogenesi foriera di precipitazioni abbondanti. Purtroppo come spesso succede in questi casi, la prima perturbazione di stampo autunnale può produrre - come infatti è successo - problemi per alluvioni lampo come avvenuto a Livorno ed in parte anche nella capitale Roma.

Tali eventi sono purtroppo favoriti dai nostri mari estremamente caldi che rilasciano energia sotto forma di vapore acqueo che è il principale carburante per precipitazioni di carattere alluvionale; a ciò si aggiunge spesso la particolare orografia della nostra penisola che esalta, mediante il fenomeno dello stau, una elevata concentrazione di precipitazioni laddove le correnti associate alle perturbazioni impattano contro barriere montuose. A quel punto spesso l'alluvione lampo ne diventa una naturale conseguenza.

Ma analizziamo come d'abitudine la cronologia degli eventi meteorologici salienti della settimana che si è appena conclusa.

Lunedì 4 settembre giornata prevalentemente soleggiata con innocui addensamenti nuvolosi sulle zone alpine e prealpine ma senza precipitazioni; temperature minime comprese tra 11°C e 18°C e temperature massime comprese tra 24°C e 27°C.

Martedì 5 giornata fotocopia della precedente con qualche addensamento nuvoloso senza precipitazioni sulle zone alpine e prealpine; temperature minime stazionarie e temperature massime in lieve rialzo e comprese tra 26°C e 30°C.

Mercoledì 6 ultima giornata pienamente estiva con sole a dominare la scena meteorologica e temperature stazionarie con valori massimi diurni ancora prossimi a 30°C.

Giovedì 7 dopo una mattinata soleggiata già nel primo pomeriggio si sono sviluppati i primi temporali grazie ad un leggero calo dei geopotenziali in quota ed alle prime infiltrazioni di aria fresca; a fine giornata gli episodi d'instabilità sono risultati numerosi e non solo concentrati sulle zone alpine e prealpine ma localmente anche in pianura; si sono registrati ad esempio quasi 50mm di pioggia nell'Alessandrino, 20-25mm nel Mantovano ed anche 15-20mm intorno a Milano. Temperature minime in lieve rialzo e comprese tra 13°C e 19°C e massime stazionarie e comprese tra 26°C e 30°C.

Venerdì 8 giornata prevalentemente nuvolosa con fugaci occhiate di sole soprattutto sulla pianura centro-orientale della regione, altrove maggiore copertura e qualche pioggia o rovescio in serata sulle zone centro-occidentali di pianura e fascia pedemontana con accumuli massimi in area sud Milano di 25-30mm. Temperature stazionarie nei valori minimi e in calo nei valori massimi compresi tra 24°C e 27°C.

Sabato 9 e domenica 10 giornate con cielo prevalentemente coperto con piogge diffuse e persistenti anche a carattere di rovescio in particolare sulle zone alpine e prealpine con accumuli di pioggia abbondanti; sabato le zone maggiormente colpite sono risultate quelle alpine nord-occidentali con le valli svizzere Ticinesi, il Verbano e la ValChiavenna a fare il pieno di pioggia con accumuli fino a 80-130mm. Accumuli decrescenti man mano che ci si spostava a sud e ad est con all'estremo opposto accumuli di pochi millimetri in Lomellina.
Domenica invece a causa di una convergenza di correnti particolarmente stazionaria le piogge hanno colpito la fascia centrale della regione dalla pianura alle Alpi con accumuli veramente notevoli soprattutto per la pianura; le stazioni della rete CML hanno rilevato fino a 100-110mm di pioggia nel Cremonese, 85-95mm sulle zone immediatamente ad est del capoluogo, 100-110mm nella Brianza Lecchese e fino a 130-140mm tra Valsassina e alpi Orobie. Valori decrescenti si sono rilevati spostandosi sia ad est che ad ovest di questa fascia fino a rilevare pochi millimetri in Lomellina e in parte della pianura Bresciana e Mantovana.
Notevole anche il calo termico soprattutto nella giornata di domenica con valori massimi che non hanno superato i 16°C sulle zone occidentali e i 18°C-19°C sulle zone orientali della regione

Per la nuova settimana permane una diffusa instabilità che a più riprese dovrebbe portare nuove precipitazioni mentre sarà da valutare un nuovo peggioramento per il prossimo weekend. 
Per tutte le notizie al riguardo potrete consultare gli aggiornamenti quotidiani del nostro Bollettino di Previsione, oltre alle brevi analisi, gli approfondimenti e le curiosità didattiche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.
 
L'appuntamento con la nuova edizione della Prima Pagina è invece per il prossimo fine settimana. 

                                                                                                              Livio Perego - Staff CML


Tutto il materiale contenuto in questo sito, salvo dove sia espressamente indicata una diversa fonte, è Copyright 2000-2017 © Centro Meteorologico Lombardo (CML) e ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta del CML. Le testate giornalistiche regolarmente registrate potranno tuttavia liberamente pubblicare i dati meteorologici presenti nel sito, seppur con l'obbligo di citare la fonte con la dicitura: "Dati Rete CML - www.centrometeolombardo.com". Tali dati non sono validati dal CML, salvo quando espressamente indicato, e pertanto il loro scopo è da considerarsi esclusivamente informativo. Il CML ed i suoi collaboratori non sono in ogni caso responsabili dell'utilizzo fatto da terzi del materiale qui riprodotto e non si assumono alcuna responsabilità circa i contenuti presenti nelle pagine raggiungibili da questo sito, ma pubblicate su server esterni. Clicca QUI per consultare per esteso le Condizioni Generali d'utilizzo del sito.
Durante la navigazione in questo sito, potrebbero essere visualizzati messaggi pubblicitari che si avvalgono di cookie. Clicca QUI per sapere cosa sono e come disattivarli se desideri tutelare maggiormente la tua privacy.
Associazione Centro Meteorologico Lombardo - Via Cristoforo Colombo, 10 - 20018 Sedriano MI - P.IVA 05815400964 | CONTATTI | PRIVACY POLICY | NOTE LEGALI